BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

LE TRE ROSE DI EVA/ Luca Capuano: Edoardo si innamorerà. Vi svelo come ho detto addio a Centovetrine

Pubblicazione: - Ultimo aggiornamento:

Luca Capuano con Licia Nunez  Luca Capuano con Licia Nunez

Stiamo vivendo in un momento storico delicato, di crisi, in cui anche le produzioni televisive risentono delle difficoltà economiche, per cui la “sopravvivenza” di un prodotto per la tv non sempre dipende dal successo che riscuote presso il pubblico. Centovetrine ha sempre avuto ottimi risultati anche prima di approdare alla prima serata, anzi, in prime time ha avuto ulteriore successo, considerando che si tratta di un prodotto creato per il daytime. Purtroppo il budget è diminuito e un prodotto come Centovetrine ha costi piuttosto alti, che l'azienda non poteva trascurare, anche se non è mai stata annunciata la chiusura della soap, che ora infatti procede. Auguro lunga vita Centovetrine e spero che le persone che lavorano a vario titolo nella soap da molti anni (ci sono intere famiglie che lavorano tra le maestranze) possano continuare a svolgere la loro professione.

Ha interpretato per molte stagioni il personaggio di Adriano. Cos'ha significato dovergli dire addio? Com'è stato girare l'ultima scena?

La mia avventura a Centovetrine avrebbe dovuto terminare dopo tre anni, ma il personaggio era molto amato, così ho continuato ancora. Ora però desidero affrontare nuove sfide, nuove esperienze professionali: così, pur sapendo di correre magari un rischio, ho lasciato la soap. Centovetrine mi ha dato moltissimo, ma in questa fase della mia carriera sento di dover crescere ulteriormente ed era giusto che si chiudesse un ciclo. Dopo Centovetrine è arrivata questa esperienza in Le tre rose di Eva, forse anche in virtù della mia presenza per anni nel cast di Centovetrine. Ho girato la mia ultima scena nel luglio scorso: è stato decisamente emozionante, mi ha molto colpito emotivamente dire addio al mio personaggio, al medico che ho interpretato per anni e soprattutto lasciare un ambiente di lavoro a cui devo moltissimo e grazie al quale ho costruito la mia famiglia.

 

(Camilla Schiantarelli)



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.