BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

CHI L'HA VISTO?/ Roberta Ragusa, la svolta? Tracce di dna su un'auto. Patrizia Rognoni: testimonianze non considerate?

Pubblicazione:

Federica Sciarelli  Federica Sciarelli

CHI L'HA VISTO? Il caso di Roberta Ragusa a una svolta? Ieri sera a Chi l'ha visto gli aggiornamenti sulla scomparsa di Roberta Ragusa: lo scenario potrebbe cambiare completamente alla luce delle ultime scoperte degli inquirenti? Ospite l'avvocato che ha parlato direttamente con le amiche di Roberta. Il servizio di Paola Grauso ed Emanuela Agostini illustra le vicende che si sono succedute fin dal momento della scomparsa della donna. Tante segnalazioni si sono avute, ma nessuna ha mai trovato riscontro. Il problema era infatti nelle prime foto che erano state diffuse, le quali mostravano Roberta rispetto a com'è in realtà oggi. Inizialmente gli inquirenti avevano sposato la tesi dell'allontanamento volontario. Non è chiaro neanche quale sarebbe l'abbigliamento indossato dalla donna. Tramite le varie segnalazioni si può cercare di ricostruire i movimenti di Roberta. C'è anche una persona che sarebbe sotto il controllo degli inquirenti in base a delle tracce di DNA trovate nelle sua auto. Al telefono c'è Sonia, una cugina di Roberta, che non crede che quest'ultima quella notte abbia potuto chiedere tre passaggi a tre macchine diverse, cambiandosi addirittura i vestiti. Sarebbe una ricostruzione assurda. L'avvocato spiega che dopo aver parlato con le amiche di Roberta si è convinto ancora di più del fatto che la donna non avrebbe mai abbandonato volontariamente la sua famiglia. Qualcosa, dunque, quella notte deve essere successo, così da portare o all'allontanamento di Roberta o a qualche altro evento che noi non conosciamo.

C'è poi il caso di Mariella, una donna scomparsa ormai da mesi. Indagato è ora il marito, che dice che più gli inquirenti si dimostrano scrupolosi e più si sente tranquillo, anche se egli è convinto dell'allontanamento volontario della moglie. Nella denuncia di scomparsa fatta proprio dall'uomo però, si legge che lui e Mariella quella mattina avevano avuto una discussione.

A Chi l'ha visto? affrontata la questione della scomparsa di Marina Arduini. In studio c'è il fratello della donna, Christian. La famiglia vorrebbe che si indagasse ancora sulla scomparsa. In sostanza è successo che il magistrato ha negato l'indagine tramite alcune intercettazioni, argomentando la sua decisione dicendo che Marina è ormai quarantenne e non ci sarebbero motivi di pensare ad un allontanamento non volontario. Il papà Mario, dice ai microfoni di Chi l'ha Visto che a casa si sente molto forte la mancanza di Marina. Anche la mamma dice che ormai per loro non esiste più nulla, perché non si fa che pensare a lei. Marina era una ragioniera commercialista che gestiva la contabilità di diverse società non solo locali, tutte con sede a Roma. Si pensa dunque che la donna possa essere venuta a conoscenza di qualcosa che non avrebbe dovuto sapere. Lo farebbe pensare anche un suo improvviso viaggio a Roma poco prima della scomparsa. All'inizio si era pensato addirittura ad un sequestro della donna. Margherita Geruda, ex Procuratore Capo, avrebbe pensato subito a questo. Ma allora perché a poco più di un anno dalla scomparsa c'era stata l'archiviazione per allontanamento volontario della donna? Nel frattempo si è scoperto anche che Marina aveva da anni un amante e lo si voleva intercettare, ma il GIP ha detto no. Il padre di Marina è convinto che ci sia qualcuno che sa qualcosa e non parla. Forse i rapporti con l'uomo erano diventati problematici negli ultimi tempi. Gli ultimi spostamenti della donna sono ricostruibili dalle celle agganciate dal suo cellulare e comunque la sua auto è stata ritrovata parcheggiata in una piazza di Roma, dove è rimasta per più di un anno. Christian è convinto che qualcuno ce l'abbia portata dopo la scomparsa di sua sorella. Il fratello di Marina chiede che sia chiarita la posizione dell'amante della donna e di tanti altri personaggi. Le indagini però sono passate dal sequestro di persona al nulla totale.

Si passa poi ad una notizia di cronaca. E' scomparsa una donna di nome Annamaria ed il suo convivente riscuote ancora la sua pensione, nonostante di lei non si sappia più nulla dal novembre del 2008. Egli ritiene che la donna si sia allontanata volontariamente, ma è un po' strano che l'abbia fatto lasciando il suo bancomat al convivente, che tra l'altro sta ora vivendo a casa sua. Ora il figlio di Annamaria, Carlo, ha contattato Chi l'ha Visto per cercare di capire che fine abbia fatto sua madre. Carlo racconta tutta la sua storia, il suo affidamento ad una famiglia adottiva nel 1977 e infine il suo aver ritrovato sua madre all'improvviso in seguito ad un evento fortuito. Ora il ragazzo si è accorto che il conto corrente della donna è in rosso. All'inizio aveva pensato che sua mamma fosse viva, invece i soldi venivano prelevati dal convivente. Così il ragazzo ha denunciato il fatto e pochi giorni dopo l'uomo è stato arrestato, colto sul fatto mentre effettuava il prelievo. Ora Carlo si augura solo che la giustizia faccia il suo corso e spera che possa venir fuori la verità sulla scomparsa di sua madre. Continua alla pagina seguente.  



  PAG. SUCC. >