BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

UNA GRANDE FAMIGLIA/ Cotroneo: una fiction di “scontri” e “abbracci” in cui riconoscersi

Pubblicazione:

Stefania Sandrelli e Gianni Cavina  Stefania Sandrelli e Gianni Cavina

Negli ultimi anni l’offerta televisiva è decisamente maggiore, con il crescere dei canali, anche per quanto riguarda la fiction; la televisione italiana ha visto l’ingresso di prodotti molto forti provenienti dall’estero e questo è stato uno stimolo positivo per la produzione nazionale.

 

In che senso?

 

Abbiamo avuto modo di incontrare e di confrontarci con altre realtà, verificare come funziona la produzione e la promozione all’estero: tutto questo ci ha spinto a sperimentare e a permettere al pubblico di affrontare e conoscere linguaggi differenti. Per fare un esempio, prodotti come Lost o 24 hanno cambiato l’approccio alla serialità sia degli addetti ai lavori che del pubblico. Penso che il passo decisivo da fare sia la diversificazione, ideale in questo momento in cui crescono i canali tematici che stimolano la sperimentazione dal punto di vista della scrittura. Per quanto riguarda le reti generaliste, occorre fare i conti con un pubblico molto più “mobile” rispetto a prima e anche in questo caso è necessario allargare lo sguardo.

 

Quali saranno i suoi prossimi impegni professionali?

 

Tra pochi giorni inizieranno le riprese del film Viaggio sola, con Margherita Buy e Stefano Accorsi, di cui ho scritto la sceneggiatura con Maria Sole Tognazzi. Scriverò Tutti pazzi per amore 4 e sto lavorando al mio secondo film da regista. Poi vedremo cosa succederà con Una grande famiglia…

 

(Camilla Schiantarelli)



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.