BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

NERO WOLFE/ Il detective risolve un intrigante caso di omicidio e nella prossima puntata... Anticipazioni

Pubblicazione:

Nero Wolfe  Nero Wolfe

NERO WOLFE – Anticipazioni quarta puntata – Nero Wolfe affronterà un nuovo difficile caso nela quarta puntata, di cui vi diamo le anticipazioni, che andrà in onda giovedì prossimo, su Rai Uno alle 21.10. Ma prima di scoprire il nuovo intrigante caso che il detective interpretato da Francesco Pannofino dovrà risolvere, con l'aiuto dell'inseparabile Archi Goodwin (Pietro Sermonti) e della formidabile Rosa Petrini (Giulia Bevilacqua), ecco la sintesi dell'episodio "La principessa tulipano", andato in onda ieri sera. Una ragazzina, una venditrice di cravatte di origine cinese, vede una donna a bordo di una macchina chiederle aiuto. La donna è sotto la minaccia di un'arma, una pistola. Decisa ad intervenire, la ragazzina raggiunge Nero Wolfe per ingaggiarlo. Il grande detective non sembra essere particolarmente interessato ma accortosi dell'acutezza della bambina decide di accettare l'indagine e manda Archie Goodwin, il suo aiutante interpretato da Pietro Sermornti, a raccogliere informazioni. Questi si rivolge alla giornalista Rosa Petrini, interpretata da Giulia Bevilacqua, per tentare di individuare la macchina implicata nel rapimento. Una chiamata alla polizia permette di scoprire che la macchina è stata rubata. E' un'informazione che non chiarisce in alcun modo la situazione, e Nero Wolfe decide che Archie dovrà chiedere a Yu, la ragazzina, ulteriori informazioni. Quello che sanno fino a quel momento è che la donna indossava una spilla con le iniziali "CS". Proprio mentre l'americano sta cercando Yu, questa viene investita dalla macchina rubata. Archie la porta in ospedale, dove dopo un'operazione rimane in coma per le ferite subite. Nel frattempo la polizia, allertata dall'interesse della Petrini, si precipita da Nero Wolfe in cerca di informazioni. L'investigatore non intende collaborare con il commissario Graziani, ma comunque vuole proseguire le sue indagini. La prossima mossa è quella di smuovere le acque, chiedendo a Rosa di scrivere un articolo che parli dell'incidente di Yu e del fatto che si sta cercando una macchina che potrebbe essere implicata, guidata da una donna che indossa una spilla particolare. Non appena escono i giornali, l'investigatore riceve una visita, quella che si presenta è una nobildonna che si rifiuta di dire il suo nome, ma che si trovava lei alla guida della macchina implicata nell'incidente. Messa alle strette, la donna confessa di chiamarsi Laura Ristori, di gestire un'opera di carità chiamata "Compagnia del Soccorso" all'ombra della quale secondo lei sembrano svolgersi strani movimenti. A quel punto la signora decide di ingaggiare il grande Nero Wolfe per capire cosa sta accadendo nella sua associazione. Attraverso Rosa, vengono a sapere chi è veramente Laura Ristori, si tratta di un'ex attrice, nota con il nome di Pussy Durban, sposata con un imprenditore facoltoso, alla morte del quale la signora ha investito tutto in beneficenza per espiare ai torti del marito. La faccenda sembra ancora complicata e nebulosa, tanto che Wolfe manda Archie a pedinare la signora e questi la segue fino alla sede della Compagnia, ed osserva una riunione fra la signora ed altri tre personaggi, due uomini ed una donna. All'insaputa di Archie uno di questi è anche alla guida della macchina indiziata. Goodwin riesce a fotografare tutti gli intervenuti ed ancora una volta con l'aiuto di Rosa riesce a scoprire la loro identità. Si tratta di Edoardo Canale e Carlo Previati, i commercialisti prima delle ditte di Egidio Ristori, il defunto marito di Laura, ed Angela Giusti, la segretaria di Ristori prima e della moglie Laura in seguito. Nel frattempo la signora Ristori è scomparsa ed a nulla valgono le ricerche di Archie, una visita alla Compagnia del Soccorso rivela che i due commercialisti sono impegnati a distruggere carte della contabilità. Il ritrovamento della Ristori avviene in una strada deserta, la signora è stata schiacciata contro un'impalcatura dalla solita macchina, una Citroen DS nera. Archie e Rosa accorrono sulla scena del crimine e riescono a trovare una prova, un tagliando di un allibratore. Con l'aiuto di Lanzetta, riescono a trovarlo, si tratta di un criminale di origine cinese, soprannominato il Mandarino, ed ha le mani in pasta un po' dovunque, sia nella prostituzione che nel traffico di sostanze, che nella ricettazione di auto rubate e pure nel campo dell'immigrazione clandestina. Goodwin, durante un interrogatorio un po' brusco, viene a sapere che il tagliando è di Matteo Corbi, un impiegato dell'ispettorato del lavoro, probabilmente quello che puntava la pistola quando la piccola Yu aveva visto la macchina per la prima volta. Ma dove si trova questo Matteo Corbi? Continua alla pagina seguente.



  PAG. SUCC. >