BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

TITANIC NASCITA DI UNA LEGGENDA/ Sofia e Mark si avvicinano ma Kitty... Anticipazioni seconda puntata

Pubblicazione:

Alessandra Mastronardi è Sofia Silvestri  Alessandra Mastronardi è Sofia Silvestri

TITANIC NASCITA DI UNA LEGGENDA - Anticipazioni seconda puntata - Titanic nascita di una leggenda ha esordito ieri sera, su Rai Uno. Come proseguirà il rapporto tra Sofia (Alessandra Mastronardi) e Mark Muire nella seconda puntata? Lo scopriremo nelle anticipazioni alla pagina seguente, ma prima la sintesi del primo avvincente episodio, che ha conquistato 4.095.000 spettatori, con share al 15.95%, vincendo gli ascolti tv del prime time della domenica sera. Il giovane e promettente Mark Muire (Kevin Zegers), ingegnere metallurgico, grazie alla sua amica giornalista Joanna Yaeger viene assunto alla Harland & Wolff, azienda di Belfast che si occupa della costruzione del Titanic. Tenterà subito di integrarsi coi progettisti, restii a consigli dei "novizi". Ma Lord William Pirre ( Derek Jacobi), invece apprezza le qualità del ragazzo, presentandolo alla sua gente in un ricevimento. Tra i familiari ci sara anche Kitty Carlton (figlia di Lord William), che pare aver puntato gli occhi su di lui. Intanto Sofia Silvestri (Alessandra Mastronardi), copista della Harland & Wolff, si lamenta delle condizioni di lavoro con suo padre Pietro Silvestri (Massimo Ghini), venendo redarguita. In azienda, mentre lavora a un progetto, Muire incontra Sofia, rimanendone molto colpito. Il padre di Sofia è intanto preoccupato per le idee della figlia, e lo confida ad Andrea Valle (Edoardo Leo), suo apprendista da sempre innamorato di lei.

Leggi l'intervista ad Alessandra Mastronardi 

Durante una manifestazione per la difesa dei diritti dei lavoratori, Pirrie e Muire vengono aggrediti verbalmente, e presi a spintoni, divincolandosi e rifugiandosi in azienda. Intanto continuano le proposte per il progetto del Titanic: vengono mostrate la struttura della piscina, della palestra e degli arredamenti, e la disposizione sia delle stanze che delle suite. Joanna raggiunge Muire a Belfast per carpire alcune informazioni sullo svolgimento dei lavori. Ma mentre la giornalista contribuisce ad accrescere la fama del giovane, lo stesso non fa il team di esperti con cui egli lavora: Tomas Andrews (Billy Carter), figlio di Lord William e direttore del progetto, continua a non accettare i suoi consigli. Si giunge alla vigilia della posa della chiglia, con inviati da tutto il mondo. Per il New York Times, si interessa della questione Joanna, che promette di mettere in prima pagina J.P. Morgan. Ma durante la cerimonia, Muire rimane bloccato alla vista di un uomo misterioso, che è tra gli operai: non appena lo vede, tale uomo scompare. Intanto Muire chiede alla signorina Silvestri di aiutarlo nella realizzazione di alcuni disegni. Le lotte degli operai del cantiere della Harland & Wolff si fanno sempre più accese: spinti dai rappresentanti del sindacato, capeggiati da Jim Larkin, essi si ribellano, gettando via gli attrezzi e abbandonando l'azienda. Questo rappresenta un problema, dato che sono circa trecento e, prima di venire rimpiazzati, causeranno un rallentamento dei lavori. Tra coloro che protestano, vi sono anche Michael Mac Cann e Walter Hill, amici di Sofia. Intanto, quest'ultima comincia a svolgere la sua mansione di disegnatrice per conto di Muire: avrà modo di confrontarsi con l'ingegnere circa i diritti dei lavoratori, scoprendo che lui condivide le sue idee. Questa unione di ideali avvicinerà ulteriormente i due. Intanto Muir parla con la moglie di Lord Pirrie, la quale gli rivela che la Harland sta intensificando la sua linea dura contro gli operai, in maggior misura cattolici. L'ingegnere mostrerà preoccupazioni. Analizzando le forniture di acciaio, Muir intanto si renderà conto che è di pessima qualità: tenterà di parlarne a Tomas Andrews il quale gli chiederà di non immischiarsi nella faccenda. Gli scioperi degli operai, intanto, rendono difficile la prosecuzione dei lavori. Intanto, i progettisti cominciano a rendersi conto che, nonostante la presunzione, Miur ha ragione sulla faccenda degli acciai. In cantiere, un operaio si spezza una gamba per via della caduta di una trave di ferro. Intanto, l'uomo misterioso che Muir ha incontrato in cantiere, continua a rimanere sulle sue tracce, all'insaputa dell'ingegnere. Nell'inasprirsi della lotta tra l'azienda e i sindacalisti, la Harland & Wolff manda a casa tutti coloro che aderiscono alle proteste, negandogli il lavoro. A guidare le sommosse si pone Mac Cann, che riesce a ottenere da Lord William il dialogo pacifico: il proprietario dell'azienda si è reso conto che navigando in tale direzione riuscirà a riprendere i lavori, altrimenti stentorei.

Intanto, l'apprendista di Pietro, Andrea Valle, confida all'uomo di voler chiedere la mano di Sofia. Pietro è contento dell'idea: stima il ragazzo, e lo vede come un perfetto marito per la figlia. Tomas Andrews nega il cambio dei fornitori di acciaio, mentre Lord William sta pensando di concedere la creazione di un sindacato aziendale: sua moglie gli consiglierà di farlo. Ad Albert intanto arriva una lettera da parte di Kitty Carlton: è un invito alle corse dei cavalli, al quale, nonostante egli sappia che i genitori di lei siano contrari, l'ingegnere non può sottrarsi per questioni di educazione. Alla corsa è presente anche Sofia, che riceve una proposta di matrimonio da Andrea, rifiutandola. Continua alla pagina seguente.  



  PAG. SUCC. >