BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

EVA/ Seconda puntata: il cane che sa contare e il rilevatore di discariche abusive. 23 aprile 2012

Pubblicazione:

Foto: InfoPhoto  Foto: InfoPhoto

Come risparmiare benzina? Per rispondere a questa domanda, migliaia di persone cercano di creare nuovi carburanti. Un chirurgo negli Usa ha alimentato il motore del suo Suv usando il grasso tratto dai suoi pazienti: nel servizio che abbiamo potuto vedere è stato creato un carburante biodiesel utilizzando strutto, identico al nostro grasso. Scaldato, reso liquido, filtrato e shakerato, diventa un ottimo carburante, testato e funzionante su una comune macchina. Il servizio che segue è sulla chirurgia plastica, ormai diffusa in tutto il mondo, e che a volte può risultare pericolosa. È il caso di un ospedale in Cina, a Pechino, dove si pratica l'allungamento delle gambe, ormai divenuto illegale dal 2006, in quanto può provocare malattie serie come l'atrofia muscolare. Dopo massimo 12 mesi di operazioni e terapie e aver speso 10 mila euro o più, molte donne sono in grado di recuperare svariati centimetri a loro preziosi anche solo per trovare lavoro, il quale ormai molto esigente sull'aspetto estetico. La Cina ha raggiunto business di centinaia di miliardi di soldi, grazie all'afflusso enorme di persone nell'ambito dell'estetismo e delle chirurgia plastica. Realtà o finzione? Demion, uno stuntman, ci mostra come il mondo cinematografico può illudere facilmente gli spettatori. Il servizio inizialmente parte come una sfida, in cui il finto protagonista dovrà saltare in alto, lasciando sfrecciare sotto di lui una macchina in corsa. Ci riesce ed il filmato sembra vero. Ma ciò è reso possibile soltanto grazie ad una buona dose di effetti speciali e l'aiuto di una gru. Non sempre ciò che vediamo in televisione o al cinema è reale. È vero che passeggiando con un cane si “rimorchia” di più? Il nostro soggetto, con le spiegazioni di uno psicologo comportamentale, tenta vari approcci. Si analizza prima il comportamento delle donne senza la presenza del cane, usando varie tecniche di approccio. Una donna su 30 ha dato una sorta di appuntamento al soggetto. Ma con il cane la situazione cambia. Tutte le donne si voltano a guardare il cucciolo, alcune addirittura inseguono il soggetto. Ciò nonostante, su 30 donne, nessuna dà un appuntamento. Lo psicologo spiega che la presenza quasi forzata dell'animale, fa sciogliere il cuore delle ragazze, ma, al momento di una proposta di appuntamento, le fa indispettire. Meglio perciò il classico e sincero approccio, magari aiutato da qualche astuta tecnica di seduzione.



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.