BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

LORETTA MANSUETO/ Chi l'ha visto?, retroscena del ritrovamento. Roberta Ragusa: omicidio o suicidio?

Pubblicazione:

Federica Sciarelli  Federica Sciarelli

Loretta Mansueto: a Chi l'ha visto? i retroscena del ritrovamento. Roberta Ragusa: omicidio o suicidio? Ieri sera è andato in onda Chi l'ha visto? e la puntata si è aperta con la bella notizia del ritrovamento di Loretta Mansueto, mentre cresce l'angoscia per le sorti di Roberta Ragusa, perchè l'ipotesi della tragedia sembrerebbe la più accreditata. Un filmato mostra l’evolversi della storia di Loretta scomparsa l’11 aprile scorso da Rozzano (MI). La voce fuoricampo del cronista descrive la vita apparentemente normale della donna. Antonio, il convivente, spiega che i due avrebbero dovuto sposarsi i primi di luglio, nonostante questo, una mattina, la donna sparisce senza lasciare tracce. In studio, Federica Sciarelli spiega che il 13 di aprile la donna viene ripresa da una telecamera di servizio alla stazione di Capo d’Orlando, in Sicilia. Un addetto alle pulizie spiega come abbia ritrovato nel cestino della spazzatura carta d’identità, chiavi della macchina e patente di Loretta. Si ipotizza che la donna abbia preso la metro fino a Milano per salire poi su di un treno che l’ha condotta in Sicilia. L’analisi dei video della stazione di Palermo ha permesso di isolare un fotogramma di una donna nella sala di attesa. È la notte del 13 aprile, la stessa notte in cui i carabinieri fermano Loretta in stato confusionale. È stata una telefonata fatta dal sagrestano della Chiesa dei dintorni a permettere il riconoscimento della donna. In studio, la Sciarelli introduce il caso di Massimiliano Pace, 39 anni scomparso il 16 aprile da Roma e permette a Marcella, un’amica dell’uomo, di fare un appello. Subito dopo viene trattata la tragedia del calciatore Denis Bergamini. In studio, il padre parla degli eventi che hanno travolto suo figlio, morto sotto le ruote di un camion. Un servizio ripercorre la storia di Denis. Sabato 19 novembre 1989, alle 16, Denis abbandona il ritiro della squadra per andare dalla sua ex fidanzata. Poco dopo, muore: l’ex compagna dichiara che il calciatore si è suicidato lanciandosi sotto le ruote di un camion. Il brigadiere dei carabinieri che era sul posto conferma la versione, ma i familiari non credono alla storia e riescono a far riaprire il caso. Attraverso le foto della scena del delitto, si notano alcuni particolari interessanti: l’abbigliamento di Denis è in perfetto ordine ed è impossibile che sia stato trascinato dal camion. Il corpo, inoltre, è in posizione prona e l’esame autoptico smentisce la dinamica dell’incidente descritta dall’ex fidanzata del calciatore. Tornati in studio, attraverso l’analisi dettagliata delle fotografie, si evidenzia l’incongruenza del racconto della donna. Una grossa pozza di sangue dà l’impressione che il camion abbia sormontato parzialmente il corpo per poi tornare indietro e schiacciarlo nuovamente. Il cadavere, inoltre, era sporco di un tipo di terra completamente assente sull’asfalto e sulle ruote del mezzo pesante. Altre foto mostrano delle bustine sigillate che contengono indizi mai arrivati in tribunale. Qualcuno le ha spedite in forma anonima. Anche l’ora della morte continua a rimanere un mistero.

Dopo la pubblicità, la conduttrice introduce la storia di Roberta Ragusa, scomparsa il 14 gennaio scorso in provincia di Pisa. Le piste seguite sono le più drammatiche: suicidio o omicidio. La donna è scomparsa indossando solo il pigiama, quindi è improbabile che sia stata aggredita per strada, a meno che non fosse in uno stato confusionale. Il marito, l’ultimo che l’ha vista, è attualmente indagato per omicidio. Il cognato di Roberta si è sempre tenuto nell’ombra dichiarando di essere stato assente nel periodo in questione. Il dubbio è che la sparizione della donna sia stata una situazione studiata. Un’amica dichiara che Roberta si sentiva oppressa dalla famiglia del marito e che sapeva con certezza che l’uomo la tradiva.

Nuovi elementi affiorano sul caso di Maddy. Scotland Yard ha infatti deciso di riaprire il caso avendo a disposizione 40 mila elementi, precedentemente ignorati, che possono far presupporre che la piccola sia ancora viva. Gli ispettori sono molto fiduciosi e pensano di riuscire a risolvere il mistero in breve tempo. Il fascicolo è stato riaperto grazie all’insistenza dei genitori della bambina e l’ipotesi è quella di un possibile sequestro.Successivamente, viene trattato il caso di Claudio Guidolin, un apicoltore scomparso dal Veneto il 13 marzo scorso. Uomo dal forte temperamento e amante della natura che, d’un tratto, matura l’idea di andar via e di partire in bici. A Bassano del Grappa, i carabinieri riescono a localizzare il segnale del telefonino di Claudio senza però trovarlo. È possibile che l’uomo sia ancora nelle vicinanze.

A questo punto della trasmissione, Federica Sciarelli fa una rapida carrellata delle persone scomparse: Tranquillo Lancini è un uomo di 84 anni scomparso il 19 aprile da Capriolo (BS); Paola Gaudioso, invece, è una ragazza di 17 anni scomparsa da Roma il 20 aprile scorso; Antonino Bagaglia, 79 anni, è scomparso dalla provincia di Siracusa il 19 aprile; Danuta Callegari, 18 anni, è scomparsa da Fogliano, una frazione di Reggio Emilia. Continua alla pagina seguente.  



  PAG. SUCC. >