BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

CANI KILLER/ A Pomeriggio 5 si parla degli attacchi degli ultimi mesi

Pubblicazione:

Barbara D'Urso  Barbara D'Urso

Tre cani lo hanno azzannato alle gambe e alla testa. Pochi giorni fa la stessa sorte era toccata a un pensionato vicino Milano. L'uomo però non si è salvato ed è morto. In collegamento telefonico c'è il nipote del signore di Licata che è stato sbranato dai cani. Non è in pericolo di vita anche se sarà sottoposto a diverse operazioni. Si specifica che sono cani del vicino di casa che inspiegabilmente sono scappati dal recinto e hanno aggredito l'uomo. Il motivo di questa aggressione risulta essere ancora un mistero. In studio diversi ospiti con cui la conduttrice di Pomeriggio 5 discute di questo argomento di grande attualità. Viene mostrato un video in cui si intervistano gli abitanti di Canicattì che denunciano una situazione di disagio in città. Si passa poi a Licata: un dirigente di un canile spiega come sia complicato gestire una struttura senza i mezzi adeguati. Il randagismo è difficile da combattere e c'è bisogno di maggiori forze. Si torna nella località in provincia di Milano in cui un uomo è stato sbranato dai cani ed è morto in seguito alle ferite e allo spavento. La gente del posto parla dei randagi e individua diverse cause: la troppa spazzatura lasciata sempre in giro ad esempio che permette agli animali di nutrirsi; c'è poi chi dice chi i cani vengano da un campo Rom. L'inviata di Pomeriggio 5 fa visita al campo e si rende conto che ci sono altri animali come galline ad esempio ma non cani. L'argomento si chiude con un video in cui Panariello ricorda che non ci sono cani di cui aver paura ma solo padroni cattivi.



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.