BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

SFOOTING/ "Effetto Stra": con Stramaccioni l’Italia riscopre tante cose Straordinarie

Pubblicazione:

Andrea Stramaccioni (InfoPhoto)  Andrea Stramaccioni (InfoPhoto)

INTER, STRAMACCIONI. Massimo Moratti l’ha gridato ai quattro venti subito dopo il fischio finale: “Sapevo che la scelta di Stramaccioni era Stragiusta: abbiamo Strapazzato il Genoa, squadra espressione di una città che è stata una delle quattro gloriose Repubbliche marinare che hanno fatto grande questo Paese. Sono Strafelice e penso che faremo un finale di campionato Stratosferico!”. Il primo ministro, Mario Monti, in volo da Pechino per rientrare in Italia dal suo viaggio in Estremo Oriente, raggiunto dalla notizia della ritrovata vittoria dell’Inter grazie a Stramaccioni, ha convocato subito una conferenza stampa rilasciando una dichiarazione Strarilanciata dalle agenzie di stampa: “Mi congratulo con Stramaccioni. Il suo esordio vincente mi conferma su una certezza: l’Italia è un Paese Straordinario, che Stramerita di stare nell’Unione europea, nell’Onu, nella Fifa, nell’Organizzazione mondiale della sanità, nella Nato e finanche nell’Associazione filatelica internazionale!”.

Insomma, è subito “effetto Stramaccioni”, anzi, come titolano i giornali, “effetto Stra”. Un effetto Strabiliante, che fa riscoprire all’Italia un sacco di cose Straordinarie.

Stradella. Alla notizia della vittoria dell’Inter di Stramaccioni, migliaia di simpatizzanti nerazzurri sono scesi in Strada (dove se no?) per festeggiare. Una gioia contagiosa, che ha coinvolto altre decine migliaia di persone. A un certo punto, le centinaia di migliaia di persone in strada hanno cominciato a occupare tutte le Strade di Milano e oltre, finchè, arrivate a essere qualche milione, si sono incolonnate sulla Strada che porta fino a Stradella, in provincia di Pavia. Qui giunti e visto il grande successo di partecipanti, i partiti politici hanno convocato un vertice d’urgenza per ratificare una volontà popolare spontaneamente suscitata dall’effetto Stra: con Stramaccioni la nuova capitale d’Italia non può che essere Stradella. Di Pietro ha indetto un referendum, convinto che “a questo punto Stradella è Strafavorita e merita un plebiscito che potrebbe avere esiti Strabilianti”. Bossi invece si è messo subito di traverso: “Stradella è troppo a sud, troppo vicino a Roma: meglio Strassoldo, in provincia di Udine. Anche se l’ideale è Stra, in provincia di Venezia”.

Stracquadanio. Annusata l’aria che tira, Silvio Berlusconi ha immediatamente telefonato a Ignazio La Russa, noto parlamentare del Pdl e gran tifoso dell’Inter, dicendosi Strasicuro che la nomina di Giorgio Stracquadanio, quale candidato del centrodestra  alle prossime elezioni, aprirebbe nuove prospettive e nuove Strade alla politica nazionale ed europea (Strasburgo non è poi così lontana…). Raggiunto dalle agenzie di stampa, Stracquadanio si è dichiarato disponibile, anche se “ancora Stralunato per l’improvvisa investitura”.

Straccio. Il mondo della moda non poteva certo restare insensibile a questa gigantesca passerella. Moschino, che ama raccogliere le sue idee ronzando qua e là, ha subito dato incarico al suo stilista Cencio De Cenci di disegnare “uno Straccio di abito adatto alla bisogna”. Si chiama in codice “Uno Strass di vestito”, è realizzato con perline colorate di primissima qualità. Il prezzo? 6.500 euro. Dolce & Gabbana invidiosi: “Abbiamo intravisto quel vestito di Strass e siamo Stramazzati a terra: è Stravagante, ma Stra-elegante!”.

Stracchino. “Effetto Stra” anche per l’industria casearia italiana. Galbani, Cademartori e Granarolo si sono consorziate in tutta fretta così da poter commercializzare su vasta scala un’antica ricetta ormai riservata a palati di nicchia: lo Stracchino. Appena la notizia è stata rilanciata dal giornale specializzato “Il Groviera” (famoso nel settore perché prende tanti buchi), sono fioccate le richieste dall’estero. In Baviera hanno ordinato 15mila tonnellate di wurstel allo Stracchino, denominati “Stranz”, da distribuire in occasione dell’Oktoberfest 2012. Negli Stati Uniti, invece, McDonald’s ha prenotato 15 aerei di Stracchino da utilizzare per un nuovo prodotto: lo Stramburger (“The Italian sandwich very very Strange!”).



  PAG. SUCC. >