BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

LE TRE ROSE DI EVA/ Sylos Labini: è una fiction che appassionerà. E il “mio” Maresciallo Corti...

Pubblicazione: - Ultimo aggiornamento:

Edoardo Sylos Labini ne Le tre rose di eva  Edoardo Sylos Labini ne Le tre rose di eva

LE TRE ROSE DI EVA - Le anticipazioni di Edoardo Sylos Labini. Le tre rose di Eva sarà in onda stasera, 4 aprile 2012, su Canale 5 con la prima puntata. La fiction, diretta da Raffaele Mertes, è in dodici episodi: un ritorno alla lunga serialità che potrebbe rivelarsi gradito ai telespettatori, pronti a farsi coinvolgere in un'appassionante saga dai toni epici che racconta le vicende di due famiglie di facoltosi viticoltori toscani. Attrazioni, passioni segrete, antichi rancori e nuove vendette legano indissolubilmente in un'atavica e non risolta rivalità le famiglie Monforte e Tavani. Nella fiction il thriller si unisce al melò, e secondo Edoardo Sylos Labini, attore teatrale e televisivo nel cast di Le tre rose di Eva, la serie ha tutti i requisiti per appassionare. In questa intervista ci regala qualche interessantissima anticipazione, soprattutto sul suo personaggio e una riflessione sulle possibili declinazioni dei generi della fiction, all'interno di un contesto televisivo segnato da rapidi cambiamenti. (leggi le anticipazioni della prima puntata)

Ci presenta questa nuova fiction? Il titolo cosa nasconde?

È una saga, una storia epica in dodici puntate che racconta l'intreccio amoroso e appassionante, in cui ci sono anche omicidi e misteri, tra due famiglie di viticoltori, i Monforte e i Taviani, a cui si legano storie di altri personaggi. La travolgente vicenda è ambientata nella cittadina toscana di Villalba. Per quanto riguarda il titolo, Eva è la madre in una delle due famiglie. L'intera storia ruota intorno a un tragico omicidio, il punto di partenza, a cui è legata Eva. Di questo omicidio è accusata la figlia di una di queste famiglie e la trama della fiction si declina con la ricostruzione dell'intera storia per arrivare al vero colpevole. Ma il mistero è veramente intricato, nasconde rancori e vendette che puntata dopo puntata saranno scoperchiati. La serie si rivelerà davvero e appassionante.

Ci presenta il personaggio che interpreta, il maresciallo Corti?

Interpreto il maresciallo dei Carabineri di Villalba, colui che dovrebbe garantire il rispetto della legge e la giustizia in questa cittadina, ma invece.... Il maresciallo Corti nasconde molte verità e molte ombre tenute nascoste a Villalba; anzi, è tra colui che vuole insabbiare queste verità ed è artefice di azioni pericolose. Vi anticipo che ci sarà un clamoroso finale a sorpresa per il Maresciallo Corti, un personaggio che potrebbe creare un po' di scandalo, perchè è un Carabiniere che non ha fatto della giustizia il suo ideale. Di solito nella fiction italiana l'Arma viene sempre rappresentata in modo molto positivo, in questo caso non sarà così: il maresciallo Corti è un tipo molto losco.

Una saga tra due famiglie, Monforte e Taviani: i telespettatori respireranno un'atmosfera shakespeariana?

I grandi intrecci d'amore, intrigo e passione hanno sempre funzionato, sia nella letteratura che nel cinema o in televisione. Unendo melò e thriller l'impasto di una fiction è perfetto e si gusta con coinvolgimento, funziona. Se si guarda a questa stagione televisiva, su Canale 5 Dov'è mia figlia, Un amore e una vendetta e Il tredicesimo apostolo hanno avuto un ottimo riscontro in termini di ascolti proprio grazie all'intreccio tra thriller e sentimenti.

Le tre rose di Eva è in dodici puntate, un ritorno alla lunga serialità: pensa che sia una strada percorribile per la fiction italiana?



  PAG. SUCC. >