BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

BAMBINI RAPITI/ A Pomeriggio 5 si parla dei casi di sequestro di minori

Pubblicazione:

Barbara D'Urso  Barbara D'Urso

Tosca Taddei parla del caso di suo figlio Fabrizio: "questa donna, dopo aver avuto la bambina da lui, ha cominciato ad andare in Danimarca sempre più spesso, fino a tornare ogni tre mesi soltanto. Dopo che lui ha fatto di tutto per riportarsela in Italia, abbiamo visto Martina cambiare, diventare quasi muta, ed a sei anni abbiamo scoperto, dopo averla riportata qui per l'ennesima volta, che la bimba cominciava a dire cose sempre più spinte, a disegnare atti sessuali espliciti. Messa sotto l'attenzione di uno psicologo, ha tirato fuori quello che aveva: era vittima di abusi sessuali, ed era costretta a guardarli e chissà, forse a prenderne parte. Da allora, per nove anni, dopo che la madre se l'è ripresa, noi non sappiamo più nulla di lei, né quello che fa, né quello che subisce". Poi, dopo aver raccontato il suo caso limite, la signora Taddei si scaglia contro il giudice dei minori Magda Brienza: "sapete cosa ha detto quando ha visto i disegni della bambina? Ha risposto, se li vede nudi li disegna cosi". Giovanardi tenta di fare ordine sulla questione: "ci sono tanti paesi che non si comportano come noi. Preventivamente, quando si allacciano rapporti con altri stati, bisogna essere sicurissimi di quello che si contesta". L'onorevole troverà forte opposizione in Marzia: "siamo stufi di parole. In altri paesi il governo difende i propri cittadini. In Italia a nessuno frega nulla". Irene Bregola si esprime in accordo con la protesta della ragazza. A seguire, un dibattito tra Giovanardi e Lorenzo Dondi assume toni accesi. Infatti il ministro tenta di intromettersi in un discorso dell'ospite, che gli intima di stare zitto: "lei prima ha esordito dicendo che il governo non c'entra nulla. Il governo non c'entra nulla? Ma lei come può dire queste cose a noi cittadini? Lei è alle nostre dipendenze, lo sa questo o no?". Ma Giovanardi non ci sta a fare silenzio, e invita l'ospite a fare una distinzione tra governo e parlamento, prima di tutto. Poi, continuando, dirà: "voi non avete nemmeno idea di quale siano i limiti da non superare nella diplomazia tra stati". Ma nessuno vuol stare a ascoltare le parole del politico, anche perché tutti sono coinvolti emotivamente dalle proprie cause. Il tempo si fa stretto, e la D'Urso, scusandosi per chi non ha potuto esprimere la propria opinione, promette di tornare sull'argomento nei prossimi giorni.



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.