BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

QUARTO GRADO/ Melania Rea: la rabbia di Ludovica in dialoghi inediti con Parolisi. Svolta per Yara Gambirasio?

Pubblicazione:

Salvo Sottile e Sabrina Scampini  Salvo Sottile e Sabrina Scampini

QUARTO GRADO – Il caso di Melania Rea al centro della puntata di Quarto Grado, in cui è stata mandata in onda in esclusiva un’inedita conversazione tra il marito di Melania Ream Salvatore Parolisi e l’amante Ludovica Perrone, in cui la soldatessa sfoga tutta la sua rabbia e la sua angoscia dopo la tragedia della Rea (lo stralcio del dialogo alla pagina seguente). Ma potrebbe essere a una svolta il caso di Yara Gambirasio? Nella puntata del settimanale di cronaca nera in diretta su Rete 4 è stato reso noto che gli inquirenti si sono concentrati su un unico ceppo familiare grazie al dna prelevato. L' analisi ha portato ad un ragazzo che frequentava la discoteca vicino al campo dove è stata il corpo della ragazza e la mamma di questo ragazzo era la donna delle pulizie di casa Gambirasio. All' inizio della trasmissione Salvo Sottile si è collegato in diretta con Roma per seguire alcune tappe della via Crucis celebrata dal papa Benedetto XVI nella sera del Venerdì Santo. Il primo caso trattato è stato quello della scomparsa di Fabrizio Pioli, il ragazzo calabrese che sparito nel nulla: l’ipotesi è quella di una ritorsione mafiosa perché era innamorato della figlia del boss di Gioia Tauro, Simona Napoli. In studio è stato ospite il padre di Fabrizio, Antonio Pioli, che commosso ha raccontato alcuni aneddoti sulla vita di suo figlio, del loro rapporto complesso ma di profondo amore. La giornalista Filomena Rorro in collegamento in diretta con la fiaccolata di Gioia Tauro, ha intervistato alcuni cari amici del ragazzo che continuano a sperare e confidare che il ragazzo sia ancora vivo e che ritorni presto a casa. Subito dopo Sabrina Scampini ha sottoposto alcune domande all' avvocato penalista esperta in diritto di famiglia, Anna Bernardini de Pace riguardo la legislazione italiana che protegge le donne vittime di violenza familiare come quella subita da Simona Napoli, figlia del boss Antonio Napoli, che si era innamorata di Fabrizio Pioli nonostante fosse ostacolata dai suoi familiari, in particolare da suo padre attualmente latitante e suo fratello ora in arresto. La storia di Simona Napoli ricorda quella della signora Lea Garofalo che ha avuto giustizia solo pochi giorni fa grazie alla sentenza della corte d’ Assise di Milano, che ha condannato all' ergastolo il suo compagno Cosco e altri 5 uomini. Salvo Sottile ha poi affrontato il caso di Melania Rea, la donna ritrovata morta a Ripe di Civitella quasi un anno fa e di cui l' unico indagato attualmente è il marito il caporalmaggiore Salvatore Parolisi; in settimana sono stati riascoltati due operai macedoni che stavano lavorando a poche centinaia di metri dal luogo del delitto. I due uomini hanno ribadito di non aver visto nulla di sospetto ne la stessa Melania il giorno del 18 aprile del 2011. Il giornalista Remo Croci in diretta da Colle San Marco ha riferito alcune novità sul caso: è stato riascoltato il poliziotto addestratore del cane molecolare che aveva fiutato l' odore della donna, le nuove deposizioni degli operai macedoni e l' esame effettuato sull' auto di questi due uomini per la ricerca di eventuali tracce di sangue. Il conduttore invia in onda alcune intercettazioni nuove sull' interrogatorio di Parolisi e alcune incongruenze riscontrate dagli inquirenti; inoltre in studio è stata chiesta la consulenza di Matteo Flora, un esperto informatico che ha spiegato bene l' importanza del NUE: il numero unico delle emergenze che hanno utilizzato gli inquirenti per rintracciare il cellulare di Melania perchè questo codice permette di individuare chi chiama attraverso il numero e la posizione geografica. Subito dopo Salvo Sottile ha inviato una intercettazione telefonica intercorsa tra Parolisi e la Perrone riguardo la loro relazione extra coniugale. Si è parlato di nuovo del tentato omicidio di Alberto Musy: mercoledì 21 marzo un uomo ha sparato diversi colpi contro l' assessore torinese alle 8 del mattino. Lo psichiatra Massimo Picozzi ospite in studio di Salvo Sottile ha delineato un profilo psichico del possibile killer analizzando l' abito e il comportamento della persona che di certo non è un professionista. Le telecamere di Quarto Grado si sono occupate anche del caso di Silvana Pica , scomparsa il 17 gennaio scorso da Pescara che a dire di suo figlio Lorenzo, ospite in studio, non aveva nessun problema e motivo per allontanarsi volontariamente da casa. La storia della signora Pica presenta parecchie similitudini con la morte ignota del giovane Roberto Straccia anche lui scomparso da Pescara e ritrovato cadavere lungo la costa del foggiano, alcuni mesi dopo. Ultima indiscrezione del caso è l' informazione ottenuto dall' analisi dell' i-pod di Roberto che ha funzionato parecchie ore dopo la presunta scomparsa. A conclusione della puntata Salvo Sottile ha trattato il caso di Roberta Ragusa, la donna scomparsa da San Giuliano Terme il 13 gennaio; in settimana sono stati ascoltati i figli della donna, per cercare di capire se la donna aveva dei segreti. Continua alla pagina seguente.



  PAG. SUCC. >