BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

AMICI 11 FINALE BIG/ Marco Mangiarotti: il vincitore? Favorito Marco Carta. Il futuro del talent non solo a Mediaset...

Pubblicazione: - Ultimo aggiornamento:

Marco Carta  Marco Carta

AMICI 11 LA FINALE BIG - Intervista a Marco Mangiarotti - Per Amici 11 è arrivata la grande finale dei Big. Stasera, 19 maggio 2012, le telecamere di Canale 5 si riaccenderanno sull'Arena di Verona per l'ultima puntata del serale, in cui Maria De Filippi proclamerà il vincitore della categoria Big. In attesa di conoscerne il nome, vi proponiamo la seconda e ultima parte (clicca qui per la prima) dell'approfondita analisi che Marco Mangiarotti, giornalista, critico musicale ed esponente della giuria tecnica, ha proposto a ilsussidiario.net su questa undicesima edizione del talent show condotto da Maria De Filippi. Mangiarotti dopo aver spiegato come si sta evolvendo questo format, la dinamica della gara dei giovani, con la vittoria di Gerardo Pulli nel canto e di Giuseppe Giofrè nella danza e le ripercussioni della vicenda di Belen sul programma, affronta altri due aspetti fondamentali di Amici: la novità di quest'ultima edizione e il futuro del programma, ovvero come si è inserita la gara dei Big all'interno del format e ci sarà Sky nel futuro di Maria De Filippi?

La gara tra i cantanti Big è la grande novità di Amici 11, quali le ragioni di questo inserimento?

L'inserimento dei cantanti di Amici già affermati e degli ex vincitori del programma nel cast di questa undicesima edizione ha rafforzato il serale del talent show e ha evitato che le scelte di casting dell'edizione 2011-2012 mettessero a rischio il programma nel momento in cui ha affrontato una sfida così importante dal punto di vista della collocazione in palinsesto, il sabato sera di Canale 5. la gara dei Big ha giovato a tutti loro. Sia ai cantanti che hanno sono riusciti a mantenere il successo come Emma Marrone e Alessandra Amoroso, sia a coloro che avevano avuto un buon riscontro, ad esempio Annalisa Scarrone e per certi aspetti Pierdavide Carone, ma con vendite inferiori. Erano andati bene, ma avevano comunque bisogno di un consolidamento nella fascia alta del pop italiano. A questi giovani interpreti può accadere che il primo disco sia azzeccato, ma sul secondo rischino molto e al terzo si arrivino solamente in pochissimi, come Alessandra Amoroso, Emma Marrone e Marco Carta, che però ha avuto un momento di calo. Tra l'altro c'è stata una rivalutazione post Amici 2011, anche da parte di Maria De Filippi, di Annalisa Scarrone, che era stata “massacrata” fino alla finale, in cui poi ha perso. Quest'anno è invece andata diversamente con Annalisa che meritatamente conquista la finale dei Big, un dato molto importante. Mi ha fatto piacere anche il recupero, complicato per questioni personali e contrattuali, di Karima: è una cantante bravissima ma non aveva l'album e quindi era destinata, anche per la sua lontananza dai palcoscenici e dal televoto per troppo tempo, a uscire nelle fasi iniziali della gara.

Una gara che ricorda il Festival di Sanremo...

La gara dei cantanti è stata una sorta di “Sanremino”. Questo accostamento con il Festival forse inizialmente è stato un po' rifiutato, però di fatto i due gironi con Big e giovani, la consulenza di Lucio Presta e di Gianmarco Mazzi, non solo per le due puntate finali all'Arena, hanno creato una struttura che ricorda abbastanza Sanremo. Anche perchè nel momento in cui una trasmissione è in onda al sabato sera e serve renderla in parte somigliante a un varietà, si è reso necessario un arricchimento nei contenuti e quindi sono subentrati gli ospiti della giuria esterna, la presenza di Belen, gli inserimenti dei comici.

Anche la gara Big è giunta alla finale, come si sono comportante le “star” di Amici?



  PAG. SUCC. >