BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

EUROVISION SONG CONTEST 2012/ Nina Zilli nona, vincitore Loren dalla Svezia. Video

Pubblicazione:

Nina Zilli  Nina Zilli

L’Azerbaijan ha dato il suo palcoscenico a Sabina Babayeva, che in chiave Rithm and Blues canta "When the music dies". Per la Romania è la volta di Mandinga, altra icona sexy della nazione, che quest'oggi mischia inglese e spagnolo in un brano dance. La Danimarca schiera invece Soluna Samay, che con "Should've known better" crea un'interessante atmosfera di pathos. La Svezia (una delle favorite assieme all'Italia), fa esibire Loren con la canzone "Euphoria": si tratta di un brano dance molto ben studiato dal punto di vista canoro. E' poi la volta di Can Bonomo con "Love me back". La cantante, in gara per la Turchia, ha optato per un brano rock contaminato da melodie della sua terra.  Dalla Spagna invece presenzia Pastora Soler, in una tecnicamente impegnativa interpretazione del suo "Quédate conmigo". Roman Lob dalla Germania, invece, canta "Standing still". Il brano è pop, e sorprende i cronisti per precisione. Kurt Calleja rappresenta invece Malta: anche in questo caso si tratta di pop, in una canzone intitolata "This is the night". Lo scettro dell'originalità spetta ai Macedoni Kaliopi con "Crno i belo", nel quale gli esecutori si presentano vestiti da robot sotto una doccia. Dall'Irlanda giungono invece i Jedward. Il "loro" Waterline, pur essendo orecchiabile, viene definito dai commentatori mediocre. Altra favorita della gara è la Serba Željko Joksimović con la sua "Nije ljubav stvar". La voce raggiunge tonalità difficilmente accessibili, confermando i pronostici. E si rifà al passato, invece, il brano di Gaitana "Be My Guest", che ottiene parecchi consensi. Infine, chiude la gara canora la Moldava Pasha Parfeny con "Lăutar", canzone in salsa pop che strizza l'occhio alla musica leggera. Dopo una attesa di 15 minuti per i risultati (durante i quali un'artista locale si esibisce), giungono infine le votazioni: la nostra Nina Zilli è soltanto nona, mentre il trionfo è per la Svezia. Continua alla pagina seguente.



< PAG. PREC.   PAG. SUCC. >