BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

ROBERTA RAGUSA/ A Pomeriggio 5 tutti gli aggiornamenti sulla donna scomparsa: le ricerche continuano

Pubblicazione:

Barbara D'Urso  Barbara D'Urso

Pomeriggio 5, riassunto puntata 3 maggio 2012 - Nella prima parte di Pomeriggio 5 di quest'oggi si parlerà di vari casi di cronaca: in particolare, le condizioni di salute precarie di Giulio Andreotti, ricoverato al policlinico Gemelli di Roma e quello di un uomo barricato in una sede Equitalia, dove ha preso in ostaggio vari funzionari. Aggiornamenti saranno dati anche sul caso della scomparsa di Roberta Ragusa. La prima notizia letta è proprio quella del Senatore a vita Giulio Andreotti: le condizioni sono severe, la prognosi riservata, ma sembra che non sia in pericolo di vita. Il tutto, come spiega in collegamento telefonico l'inviato Roberto Lamura, è partito da una crisi respiratoria a seguito di una bronchite mal curata. Rispetto alle notizie di alcune ore fa, Lamura aggiunge come il senatore si sia risvegliato e abbia trovato anche il tempo di scherzare con alcuni medici. Un'Ansa di alcuni minuti prima riporta poi la notizia di un uomo, armato di un fucile, rinchiusosi nella sede di Equitalia. Carlo Quiri, direttore del "Giornale di Bergamo", racconta la questione: "Pare che non sia certo si tratti di una sola persona. Si è sentino uno sparo, e l'uomo, o gli uomini, sono barricati nella sede di Romano di Lombardia, vicino Milano. Dice di voler parlare con la stampa, minaccia l'omicidio e il suicidio, e sta per entrare in azione un reparto speciale dei Carabinieri". L'atmosfera di cronaca viene spezzata per un attimo da due notizie: il lancio dal paracadute di una 104enne (entrata nel guinnes dei primati) e la rottura definitiva tra Raffaella Fico e Mario Balotelli, ai ferri corti per le varie rivelazioni di Jennifer Thompson, a suo dire amante di lungo termine di Mario. Si torna poi a parlare di cronaca: viene fatto da Barbara un appello per la scomparsa di Pietro Lodi. Il comunicato è fatto dal figlio Gustavo, che è al telefono: il giovane racconta i fatti, spiegando come il padre sia uscito di casa alle 9 di mattina per pagare alcune bollette, senza più tornare. E a proposito di persone scomparse, le speranze di ritrovare Roberta Ragusa si affievoliscono: si continua a indagare su Antonio Lolli, estendendo le ricerche anche alla famiglia. Gli inquirenti hanno infatti deciso di ascoltare anche il fratello Roberto e la madre. In collegamento da Roma la criminologa Immacolata Giuliani, mentre da Gello (PI), c'è l'inviata Manuela Febbo. Da Ascoli Piceno c'è Natalia Encolpio de "Il resto del Carlino". Al telefono, invece, Federico Cortesi de "La nazione" e Piero Civalleri (del gruppo di volontari "ritroviamo Roberta Ragusa"). Civalleri racconta come le ricerche riprenderanno la prossima settimana: "Verranno effettuati dalle forze dell'ordine e dai volontari della protezione civile, noi incentiviamo soltanto. Questo per dire che non vi partecipa gente comune, che potrebbe sottovalutare un piccolo indizio". Poi, continuando, spiega come il raggio è esteso a 20 km: "Voglio anche precisare che non sono terminate: continuano anche ora in borghese, appositamente per essere agevolate". E la criminologa Giuliani conferma il fatto che non si siano mai interrotte: "I gruppi su Facebook dicono spesso inesattezze: non si sono arrestate, è giusto precisarlo". 



  PAG. SUCC. >