BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

SFOOTING/ Dal Giro di Equitalia al Raggiro d’Italia: nuove idee per la corsa rosa del 2013

Pubblicazione: - Ultimo aggiornamento:

Infophoto  Infophoto

Girello d’Italia. Filippo, il bambino stufo di vedere l’Inter perdere e di essere preso in giro dai suoi compagni, in occasione dell’ultimo derby ha alzato un cartello che è stato subito notato dai redattori della Gazzetta, in cui chiedeva che ora toccava a lui prendere in giro i suoi compagni. Sollecitato ad avanzare la sua proposta, Filippo si è deciso a organizzare il Girello d’Italia. I suoi compagni saranno costretti, come pena del contrappasso, a gareggiare, all’interno del parco tematico “Italia in Miniatura”, dentro girelli primi passi con gioco musicale, ruote piroettanti, richiudibili completamente, dotati di una base con dispositivo antiscivolo per il blocco dei girelli in prossimità di salite, regolabili in tre diverse altezze e scomoda seduta poco ergonomica retrattile e acuminata.

Giramento d’Italia. È la proposta più gettonata tra quelle indirizzate alla Gazzetta dello Sport. Vorrebbero partecipare tutti gli italiani, ma è una gara a numero chiuso: vi si potrà accedere solo tramite un’apposita lotteria, denominata: “Hai voluto la bicicletta? Pedala!”: La CicLottomatica si è detta disponibile a sponsorizzare l’evento.

Raggiro d’Italia. Praticamente è il Giro d’Italia in nero, senza nemmeno la ritenuta d’acconto. La proposta è arrivata attraverso una telefonata anonima con richiesta di riscatto. È stato diffuso anche l’elenco delle squadre italiane iscritte - ‘Ndrangheta (Calabria), Camorra (Campania), Anonima Sarda (Sardegna), Mafia (Sicilia), Sacra Corona Unita (Puglia), Balabiùtt (Bassa Manovalanza Milanese) - e di quelle internazionali invitate a partecipare: Yakuza (Giappone), Cosa Nostra (Stati Uniti), Le Triadi (Cina), Obšcina (Cecenia), Narcos (Colombia, esperti nel doping), Organizatsya (Russia), Scafisti & Contrabbandieri (Albania), Feccia Vallone (Belgio), Saudade de Prisão (Brasile). Il vincitore indosserà una bella maglia a righe verticali rosa e fucsia, mentre i numeri dei corridori verranno incisi sul braccio, per evitare scambi di persona. Gli organizzatori prevedono molti tentativi di fuga, ma in corsa sarà categoricamente vietato l’uso del cellulare, inteso naturalmente come furgone della polizia. Lungo il percorso, ai bordi delle strade, sarà possibile ammirare e contattare le molte Miss che fanno parte del giro del Raggiro d’Italia. Al traguardo, poi, i sicari - pardon, i gregari - si spartiranno il bottino - pardon, il premio - di fine corsa. Infine, a chiusura di ogni giornata di gara, da un bunker verrà trasmesso sul canale Fox Crime il programma-clou della manifestazione: “Il Processo sommario alla tappa”.

< br/>
© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.