BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

MELANIA REA/ A Pomeriggio 5 le ultime notizie sul caso e il comportamento di Parolisi. 11 giugno 2012

Pubblicazione:

Melania Rea e Salvatore Parolisi (InfoPhoto)  Melania Rea e Salvatore Parolisi (InfoPhoto)

Pomeriggio 5 Cronaca, riassunto puntata 11 giugno 2012 - Una nuova puntata di Pomeriggio 5 Cronaca è andata in onda oggi, lunedì 11 giugno 2012: sempre attuali gli argomenti trattati nell’appuntamento odierno, dai risvolti nel caso dell’omicidio di Melania Rea, all’attentato di Brindisi fino alla situazione nelle zone dell’Emilia colpite dal terremoto. Il programma inizia proprio con le novità riguardanti il caso di Melania Rea: viene letta la lettera scritta da Imma Rosa a Salvatore, in cui scrive di non avere stima in lui, colpevole di aver riempito di menzogne la moglie senza averla mai protetta. In collegamento da Napoli, la donna afferma di non capire come mai Salvatore non è andato a vedere il corpo della moglie dopo il ritrovamento e come mai abbia continuato a cercare le amanti, anche dopo due giorni dal delitto. In studio la parola viene data ai vari ospiti presenti: Picozzi afferma immediatamente che a suo giudizio il fatto che il marito non sia andato a vedere il cadavere della moglie non può essere oggetto di colpevolezza, in quanto persone come lui, come poliziotti, carabinieri e altri che hanno a che fare con la morte tutti i giorni, quando questa li colpisce in prima persona scatta in loro un meccanismo che gli impedisce appunto di vedere le persone amate morte. Sulas prosegue dicendo che, per quanto Parolisi sia bugiardo, manipolatore e vigliacco, ancora non può essere reputato colpevole per il semplice fatto che la prova regina non è stata ancora trovata. Infine Alessandra Mussolini conclude dicendo che Salvatore ha solo utilizzato le donne e che non le ama affatto, in quanto mentire e raggirare non può essere considerato vero amore. Vengono poi mandate in onda le intercettazioni telefoniche tra Parolisi e l’amante Ludovica: nella prima di queste lui le spiega di non aver mai torto un capello alla moglie e che stanno facendo di tutto per incastrarlo, mentre nella seconda la ragazza sostiene che Parolisi gli ha rovinato la vita con tutte le sue menzogne. La parola viene quindi data a Giacobini, che sostiene la fragilità della personalità di Salvatore. Proprio a causa di questa sua fragilità l’uomo avrebbe manipolato la moglie e l'amante, ma la Mussolini sostiene invece che si tratta soltanto di un bugiardo. Picozzi analizza poi il fatto che Parolisi non abbia guardato i parenti della moglie durante l'udienza, spiegando che probabilmente questo suo comportamento viene messo in atto per evitare un peggioramento della sua posizione. Aggiunge inoltre che con la super perizia sarà difficile stabilire l'orario preciso della morte e che anche il momento del bacio dato da Salvatore alla moglie potrebbe rimanere un dubbio, in quanto non si può stabilire con certezza se questo è stato dato prima o dopo la morte di Melania. 



  PAG. SUCC. >