BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

SFOOTING/ Un rimedio contro le zanzare? Comprate una Citroenella modello deluxe

Pubblicazione: - Ultimo aggiornamento:

Una perfida zanzara (Foto: Infophoto)  Una perfida zanzara (Foto: Infophoto)

Dalla notte dei tempi, nel cuore di ogni notte afosa d’estate, una domanda tormenta l’uomo: ma ci si può difendere dalle zanzare? Abbiamo infatti già visto che quest’estate dovremo fare i conti con molte nuove specie di zanzare fastidiose e aggressive. Dovremo difenderci con i denti. No, non significa che dovete staccare le loro ali a morsi! Sarà sì una lotta senza quartiere, una guerra senza esclusione di colpi, ma vale la pena sapere che a volte possono bastare i vecchi consigli della nonna, soprattutto se l’anziana in questione è la nonna del marchese De Sade. Ecco i suoi suggerimenti: “Anche la cipolla tiene lontane le zanzare, perciò è utile esporre, nella stanza in cui si soggiorna, mezza cipolla in un piattino, con applicati sulla superficie dei chiodi di garofano. A cosa servono i chiodi di garofano? Nel momento in cui l’odiato insetto viene catturato, lo si attacca comodamente alla cipolla usando i chiodi di garofano come puntine. E posso assicurarvi che la zanzara non piange certo per la cipolla… Questo metodo contribuisce a tenere lontane le altre zanzare, in base al sadico (e su quello mio nipote è un vero maestro!) principio: inchiodarne una per educarne cento”.

Nonne arzille a parte, anche i progressi della scienza e della tecnologia aiutano a contrastare il proliferare di nuove specie di zanzara, grazie all’invenzione di moderni e letali sistemi antizanzare. Il più efficace è stato escogitato in Francia, nella regione del Languedoc-Roussillon, dove gli abitanti sono arrivati a un tal punto di esasperazione per l’aggressività delle zanzare che spesso sono stati costretti a uscire di casa e hanno finito per dormire all’addiaccio. Così la Citroen, storico marchio automobilistico transalpino, ha ideato la “Citroenella”, la prima autovettura elettrica completamente dezanzarizzata. Il modello base prevede: sedili in epidermide umana, sintetizzata in laboratorio, con irroratore laser all’aglio, olio e peperoncino, per conferire all’abitacolo il caratteristico odore tanto sgradito agli insetti. Il modello deluxe (cioè illuminato, con colori dai toni caldi, per attirare le zanzare nella trappola con maggiore efficacia) prevede: sedili foderati con termoinsetticida a scarica elettrica e radio cd stereo con dissuasore elettronico a ultrasuoni G-G (le zanzare sono particolarmente infastidite da autori musicali della scuola napoletana moderna, stile Gigi Finizio o Gigi D’Alessio).

Sull’onda del successo della Citroenella (che nel Languedoc-Roussillon è andata letteralmente a ruba), la giapponese Mazda lancerà sul mercato, nella primavera del 2013, il primo modello dezanzarizzato a benzina, chiamato “le AmMazda Stecchite”, di cui ancora non si conoscono, in maniera dettagliata, le caratteristiche degli optional insetticidi.



  PAG. SUCC. >