BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

UN POSTO AL SOLE/ Nina Soldano, anticipazioni: presto un colpo di scena da Marina. E sul successo della soap...

Pubblicazione:

Foto: Redagency  Foto: Redagency

UN POSTO AL SOLE - Le anticipazioni di Nina Soldano (intervista) - Un posto al sole, la soap opera in onda su Raitre, prosegue con un enorme successo in termini di ascolti. Anche in estate, sono circa due milioni gli italiani che ogni sera seguono con passione le storie dei personaggi di Palazzo Palladini a Napoli. Tra i protagonisti della soap opera, da ormai nove anni, c'è la dark lady Marina Giordano, donna ricca, ambiziosa, sempre in cerca di un amore e di una stabilità sentimentale che nel momento in cui raggiunge, sfugge tra le mani... La interpeta l'attrice Nina Soldano, che in questa intervista a ilsussidiario.net (l'abbiamo raggiunta telefonicamente in una pausa sul set) ci spiega le ragioni di un prodotto televisivo davvero “made in Italy” nella forma e nel contenuto. Nina fa un grande regalo ai lettori appassionati di un Posto al sole, rivelando alcune anticipazioni che riguardano il suo entusiasmente personaggio...

Un posto al sole registra quotidianamente ottimi ascolti, anche non in periodo di garanzia, secondo lei quali sono le ragioni di questo costante grande riscontro di pubblico?

Devo dire che stiamo raggiungendo ascolti record in termini di share in questo periodo estivo, perchè le storie sono avvincenti, gli autori sono decisamente bravi in fase di scrittura a “ingarbugliare la matassa”, a intrecciare perfettamente le storie in modo da conquistare i telespettatori e lasciarli con il fiato sospeso. La soap opera è diventata ogni sera un irrinunciabile appuntamento quotidiano per molti italiani. Devo dire che oltre all'ottimo lavoro di scrittura c'è in grande impegno anche da parte del cast: noi attori cerchiamo di raccontare al meglio le storie di cui siamo protagonisti, in base ai mood della trama in cui fasi di “giallo” si alternano alla commedia piuttosto che a intrecci romantici, passionali, intrighi e tradimenti, con un risultato complessivo che al pubblico piace molto.

A differenza di altre soap opera, dove le dimensioni di spazio e tempo non sono nettamente delineate, Un posto al sole ha una forte “identità”: è ambientata a Napoli e si sente molto l'atmosfera partenopea. Può essere anche questa una ragione di successo del prodotto?

Anche questo aspetto è una certamente chiave vincente della soap, anche se secondo me il vero punto di forza sono i temi trattati nelle puntate. Affrontiamo fatti che possono accadere nella vita quotidiana di ognuno di noi, certo, con leggerezza, e romanzandoli, non certo con i toni di un telegiornale o un fatto di cronaca. Un posto al sole cerca di dare segnali positivi rispetto ai fatti che racconta, cercando anche di “educare”, nei limiti di un prodotto di questo tipo. Per fare qualche esempio, abbiamo affrontato il tema dell'abbandono dei minori, la violenza sulle donne, la camorra, l'omofobia, presto tornerà lo stalking... poi, lasciatemelo dire, il fascino della scenografia, nello splendido scenario di Napoli e del Golfo, di Posillipo e di Sorrento: sono luoghi meravigliosi il cui fascino non può non contagiare i telespettatori.

Siete una “grande famiglia” anche sul set? Come sono le dinamiche all'interno del cast?



  PAG. SUCC. >