BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

THE VOICE/ L'eliminazione di Daniele Vit e la replica alla Carrà: il giallo della “censura” della Rai

Pubblicazione: - Ultimo aggiornamento:

Foto: InfoPhoto  Foto: InfoPhoto

Si è conclusa tra qualche polemica l’avventura di Daniele Vit a “The Voice”, il talent show di Rai Due giunto alla sua seconda fase, quella delle “Battles”, dopo le cosiddette “Blind auditions”. Il cantante romano, che aveva scelto fin dall’inizio Raffaella Carrà come coach, è stato eliminato nella sfida di ieri sera con Matteo Lotti (con la canzone “This love” dei Maroon 5), preferito a lui proprio dalla Raffa nazionale. “Non ti arrabbiare con me. Sono sicura che un giorno o l’altro, non so né come né dove, ma ti prometto che ci ritroveremo da qualche parte”. “Te lo prometto, perché sei bravissimo. Oggi Matteo era più dentro a questo diavolo di Maroon 5”, dice la Carrà dopo la prova di Daniele, il quale (secondo la ricostruzione effettuata da TvBlog.it) risponde: “Posso risponderti Raffaella? Tu, quando mi hai preso alle blind, hai fatto una scelta. Mi hai preso per determinate motivazioni. E me l’hai detto. Cioè che io avevo cantato un pezzo di Eros e l’avevo cantato a mio modo. Io ho cantato un pezzo dei Maroon 5, non come i Maroon 5. Ho provato a cantarla a mio modo. Non posso sentirmi dire che Matteo era più dentro ai Maroon 5”. E’ a questo punto che, secondo le indiscrezioni ricevute da TvBlog, il cantante avrebbe continuato dicendo: “Non c’entra nulla, visto che anch’io suono da 15 anni il pianoforte, mi produco, mi scrivo le canzoni da solo e faccio il corista”. Una scena, però, che avrebbe visto solo il pubblico in studio, perché in postproduzione sarebbe stata invece tagliata. Come mai questa scelta? Cosa è accaduto tra la Carrà e Daniele Vit che la Rai non ha voluto mostrare? Sempre TvBlog parla poi di alcune strane segnalazioni giunte sul web riguardo il microfono di Vit durante la prova, più basso di due toni rispetto a quello di Matteo. Questo, dunque, spiegherebbe come mai la voce del cantante, generalmente imponente, sia arrivata piuttosto sottotono al pubblico da casa. Semplice problema tecnico?



© Riproduzione Riservata.