BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

LENA, AMORE DELLA MIA VITA/ Anticipazioni: Lena cerca prove contro Tony. Puntata 3 giugno 2013

Pubblicazione:

Lena, amore della mia vita  Lena, amore della mia vita

A Lena, amore della mia vita la confessione di Frank ha scosso gli equilibri dei protagonisti. Lena (Jessica Ginkel) dopo aver parlato con Frank (Joachim Raaf) e chiesto spiegazioni su come siano andate le cose la notte in cui ha travolto la madre di David (Max Alberti), Julia, intuisce che il padre sta nascondendo qualcosa e si reca da David. Lena è convinta che il padre non centra in tutto e questo e come molto probabilmente stia coprendo qualcuno. Il problema che per il momento le sue sono tutte supposizioni che per poter essere prese in considerazione devono essere sostenute da prove tangibili. David non prende più di tanto in considerazione le ipotesi di Lena visto che è stato lo stesso Frank a dichiarare di essere l’unico responsabile della morte di Julia. Lena, si dice fermamente convinta delle proprie supposizioni e ritiene che l’innocenza del padre sia l’unica situazione che salverebbe il suo matrimonio con David, per questo promette di fare il possibile per arrivare alla verità. Infatti, va a trovare l’amica Conny (Annika Ernst) al fine di avere un supporto e un aiuto al fine di capire come fare per arrivare alla verità. Conny le dà fiducia e le fa presente come nella sua situazione probabilmente sarebbe molto utile rivolgersi alla polizia per capire a cosa hanno portato le loro indagini e soprattutto quelle effettuare circa due anni e mezzo prima. Nel frattempo Rafael (Urs Remond) fingendo di essere ancora cieco, è tornato al castello dove lo accolgono in maniera piuttosto fredda sia Fritz (Wichart von Roell) che Vanessa (Janina Flieger). Soprattutto quest’ultima appare molto distante da lui anche se in presenza di Amelie (Johanna Libeneiner) è costretta a farsi vedere molto innamorata di lui. A Rafael è stata riservata la camera di David in quanto in questa maniera non è costretto a fare le scale. Vanessa lo accompagna nella sua nuova sistemazione e una volta rimasti soli all’interni, Rafael finge di essere in una posizione di difficoltà tornando a rimarcare quanto sia stato sbagliato il comportamento tenuto nei suoi riguardi. Vanessa credendo di intuire un segno di debolezza nelle parole di Rafael, lo bacchetta per quanto fatto e soprattutto gli fa capire come non vi sia alcuna speranza di una vera e propria riconciliazione. Più tardi al castello arriva anche Linda (Isabel Varell) che è stata assunta da Amelie in qualità di infermiera per accudire lo stesso Rafael. Tra i due c’è una certa complicità o quanto meno questo è quello che Rafael vuole che Linda immagini. Intanto, nella centrale di polizie Lena parla delle proprie supposizioni prima con Gaby (Isabelle Schmid) e quindi con Peter (Mirco Reseg) che è colui che sta portando avanti le indagini sulla morte di Julia. I due poliziotti rimarcano a Lena come ci sia ben poco da fare in quanto Frank ha confessato il crimine. Tuttavia analizzando la ricostruzione dei fatti data da Frank, si accorgono che c’è’ una sostanziale incongruenza con quanto accertato dalle indagini delle polizia: Frank asserisce di aver trovato le chiavi dell’auto vicino al volante mentre la scientifica ha stabilito come l’auto fosse stata messa in moto per mezzo dei cavi anche perché le chiavi dell’auto furono ritrovate addosso a Julia. Lena ha quindi una nuova speranza per salvare il padre e il suo matrimonio. Si reca immediatamente dal padre per chiedere spiegazioni in merito, ma Frank messo con le spalle al muro si ostina nel non voler dire la verità trincerandosi dietro un mutismo. Più tardi viene a trovare Frank, l’ex moglie Pia (Jenny Jurgens) desiderosa di fargli sapere come nonostante tutto lei è pronta a supportarla. Una volta che Pia lascia l’appartamento, Frank fa presente a Tony (Kosta Sommer) come Lena sia ormai vicina alla verità. Tony ringrazia tantissimo Frank per quello che sta facendo per lui e per questo vuole rivelargli la verità rispetto a quella sera ed ossia come lui in realtà non fosse ubriaco ma come stesse rubando quell’auto dietro un preciso ordine da parte di alcuni criminali con i quali in quel periodo stava collaborando per guadagnare soldi facili con il traffico di auto rubate. Tony fa presente che qualora dovessero venire fuori i nomi di quella gente, suo figlio Luca sarebbe in pericolo. 



  PAG. SUCC. >