BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

LE TRE ROSE DI EVA 2/ Ascolti al 19,68%. Video e Anticipazioni terza puntata: Amedeo è il padre di Aurora?

Pubblicazione: - Ultimo aggiornamento:

Amedeo Torre  Amedeo Torre

LE TRE ROSE DI EVA 2: GLI ASCOLTI DELLA SECONDA PUNTATA - La seconda puntata della fiction "Le tre rose di Eva 2", in onda su Canale 5 mercoledì 11 settembre, ha raccolto davanti al video 4.866.000 spettatori pari al 19.68% di share. La fiction di Mediaser si è posizionata per una manciata di telespettatori alle spalle de Il commissario Montalbano, che con 4.888.000 spettatori pari al 20.21% di share si è aggiudicato la prima serata. 

LE TRE ROSE DI EVA 2: IL VIDEO DELLA SECONDA PUNTATA DISPONIBILE SU VIDEO MEDIASET - Come di consueto, Mediaset ha pubblicato (a questo indirizzo) il video integrale dell'ultima puntata di Le Tre Rose di Eva 2. L'iniziativa sta come sempre raccogliendo grande successo, come si può notare dalle oltre undicimila visualizzazioni (ma il numero è destinato a salire) del video di questa seconda puntata della fiction. Per chi volesse sapere cosa lo aspetta, basta proseguire e leggere il riassunto, e cliccando qui le anticipazioni della terza puntata. 

LE TRE ROSE DI EVA 2, Riassunto seconda puntata (11 settembre 2013) – Ieri sera su Canale 5 è andata in onda la seconda puntata della fiction “Le tre rose di Eva 2”. Aurora (Anna Safroncik) è stata colpita in maniera piuttosto seria per mezzo di una pistola da parte di Viola (Victoria Larchenko) con quest’ultima che poi è riuscita a scappare portando con se la piccola Eva. Aurora viene immediatamente soccorsa e trasportata all’ospedale dove, grazie all’intervento del dottor Amedeo Torre (Mario Cordova), sembra riuscire a rimettersi in sesto per la gioia di Alessandro (Roberto Farnesi) che aveva temuto per qualche istante che potesse accadere il peggio. Una volta risvegliata Aurora, la gioia lascia immediatamente l’angoscia per il destino della loro figlia che Viola ha detto di voler crescere come se fosse sua. Angoscia che pervade anche l’animo di Edoardo (Luca Capuano) che se avesse realmente voluto avrebbe certamente potuto in passato fermare Viola. I suoi sensi di colpa lo portano a scrivere una lettera nella quale spiega di essere stato lui a far fuggire la donna per poi consegnarla al parroco Don Lorenzo (Simone Grechi) con la raccomandazione di farla arrivare ad Aurora nel caso dovesse succedergli qualcosa. In maniera piuttosto inspiegabile, il religioso, contravvenendo alle disposizioni di Edoardo, consegna la missiva a Veronica Torre (Euridice Axen), lasciando immaginare che ci possa essere qualcosa di losco tra i due. Intanto, Aurora si riprende completamente almeno da un punto di vista fisico e viene dimessa dall’ospedale, mentre Viola riesce abilmente a depistare la polizia ormai da alcuni giorni sulle sue tracce.

L’angoscia cresce nei genitori di Eva, soprattutto quando, con incredibile sfrontatezza, Viola li contattata con una videochiamata mostrando loro la piccola Eva rimarcando come non la vedranno mai più. Intanto, si incomincia a intuire quale sia il piano di Veronica che dopo aver letto la lettera di Edoardo e aver capito il suo forte coinvolgimento sentimentale verso Aurora, lo porta in maniera molto abile a confessare dove Viola possa nascondersi. Pare che Veronica voglia utilizzare ciò nel tentativo di trovare Eva, consegnarla ai propri genitori e quindi conquistare la loro fiducia per uno scopo ancora non chiaro. Viola si trova in Svizzera dove viene prima avvicinata dal padre Ruggero (Luca Ward) che tenta vanamente di convincerla nel tornare sui propri passi per poi essere arrestata dietro precisa segnalazione alla polizia elvetica da parte di Veronica, che a questo punto viene considerata di fatto una sorta di eroina da Alessandro e Aurora che possono finalmente riabbracciare la figlia. L’arresto della donna porta vantaggi anche alla setta con Ferrentino (Gigi Savoia) che può adesso giocare una importante carta per arrivare a suo padre Ruggero e recuperare il denaro che costui ha sottratto loro.

Intanto per Sonia (Simona Borioni) si avvicina una tragica morte. La donna dopo aver dato i soldi ottenuti da Viola per averla aiutata nel rapimento di Eva a Cesare (Stefano Abbati) si dirige da Amedeo per chiedergli sostegno. Pare che i due abbiano qualcosa che li unisce. Cosa di cui è a conoscenza anche Veronica che giovandosi dell’aiuto di un misterioso killer incappucciato, fa strangolare la donna per poi farla gettare nel lago, simulando così un suicidio, come in effetti anche le forze dell’ordine credono. Intanto a caso di Alessandro si festeggia la liberazione della piccola Eva con una festa durante la quale lo stesso Alessandro chiede ad Aurora di sposarlo una volta che potrà farlo (dato che lui è il marito di Viola). Intanto sembra essere rottura definitiva tra Tessa (Giorgia Wurth) e Bruno (Francesco Arca). I due qualche giorno prima avevano avuto un avvicinamento dovuto a una passione che improvvisamente si era riaccesa, ma che adesso pare essere soltanto un pallido ricordo come del resto testimonia il fatto che lei decide di tornarsene a Roma.

Intanto Cesare, dopo aver saputo la notizia del suicidio-omicidio di Sonia, si reca dai figli Andrea (Domenico Balsamo) e Filippo (Fabrizio Bucci) per dare loro i soldi che aveva ricevuto. Andrea vorrebbe utilizzarli per coprire i loro debiti, mentre Filippo e Cesare sono concordi nel ritenere che essendo denaro sporco debba essere consegnato ai carabinieri. Filippo va quindi a Villalba per dare i soldi al Maresciallo e qui incontra Marzia e tra i due sembra essere scoppiata la classica scintilla. La setta intanto incomincia a fare pressioni su Ruggero, facendo portare sua figlia Viola via dal carcere in una clinica psichiatrica. L’uomo allora cerca in Laura (Elisabetta Pellini) il sostegno per poter rintracciare la figlia. 



  PAG. SUCC. >