BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Cinema, Televisione e Media

Ballarò / Diretta: i conti di fine anno, le pagelle della politica e il Natale degli Italiani(Puntata 22 Dicembre 2015)

Ballarò, ospiti e anticipazioni puntata 22 dicembre 2015: Giuliano Poletti e Giorgia Meloni in studio. In collegamento con Vittorio Sgarbi. Si parlerà anche dei regali di Natale.

BallaròBallarò

Ballarò, diretta: alla fine del 2015 il PD perde punti, mentre sale il consenso della Lega (Puntata 22 Dicembre 2015) Alessandra Ghisleri conclude il gruppo dei grafici introducendo le pagelle della politica. Il PD parte dal 35,9% dell’inizio dell’anno per arrivare, attualmente, al 30%. Complice anche la situazione di Roma e la vicenda delle banche. Forza Italia, partita in superiorità numerica rispetto alla Lega, si vede dominata dal partito di Salvini, che sta riscontrando numerosi consensi tra gli Italiani di Nord e Sud. Sicuramente la recente questione delle banche è quella che, più di ogni altra cosa, influenza negativamente i dati e la relativa fiducia nei confronti del Governo Renzi. Per porgere gli auguri al pubblico prima delle Feste, il conduttore di Ballarò introduce una particolare clip firmata Gialappa’s Band. Il soggetto è una classifica dei momenti più imbarazzanti e fuori luogo del 2015 ormai agli sgoccioli. Al primo posto i dipendenti del Comune di Sanremo che non riescono a timbrare i cartellini probabilmente perché non sono abituati a farlo. L’ultima puntata del 2014 era stata dedicata a Samantha Cristoforetti, quest’anno il conduttore di Ballarò afferma di volerla dedicare a Valeria Solesin, morta tragicamente durante l’attentato del Bataclan a Parigi, lo scorso 13 novembre.

Ballarò, diretta: l'evasione fiscale, combatterla può essere la soluzione (Puntata 22 Dicembre 2015) Anche secondo Massimo Giannini, come aveva affermato precedentemente durante la puntata Andrea Scanzi, il problema dell’eterogeneità della distribuzione della ricchezza è strettamente legato all’evasione fiscale che, secondo i dati, spreca buona parte del PIL italiano. Il conduttore apre un collegamento con Vittorio Sgarbi che definisce gli evasori italiani dei “mafiosi”. “Non pago le tasse dei mafiosi”, conclude Sgarbi prima di lasciare la parola a Preatoni. L’imprenditore non concorda in toto sul fatto che la lotta all’evasione possa portare alla risoluzione dei problemi economici degli italiani. “Io vivo in Svizzera, le tasse lì sono la metà e le cose funzionano, mi spiega come mai?”, provoca Preatoni, il quale ritiene che, se tutti gli imprenditori pagassero le tasse, dovrebbero smettere di investire. Barbara Luzzi invita a trovare un metodo per ostacolare l’evasione che non costituisca una vessazione nei confronti degli imprenditori, ma che riesca a tutelarli pur inducendoli a rispettare le regole e a versare quanto spetta loro. 

Ballarò, diretta: il Natale dei ricchi nella "cara" Milano (Puntata 22 Dicembre 2015) Tornano gli ospiti presentati all’inizio della puntata Corona e De Micheli, accompagnati dalla senatrice del Movimento 5 Stelle Barbara Lezzi e dall’imprenditore Ernesto Preatoni. Se prima si è parlato del Natale dei poveri, ora si studia il Natale dei ricchi, in particolare di quelli che trascorrono intensi weekend di shopping e lusso nella dinamica Milano delle Feste. A spasso per i negozi si trovano capi dai prezzi esorbitanti, serviti su un vassoio d’argento alle donne amanti del consumismo e della vanità. Un grafico mostra la distribuzione della ricchezza in Italia: il 5% degli italiani possiede il 30% della ricchezza e il 30% della popolazione detiene appena l’1% della ricchezza. La Lezzi suggerisce al Governo in carica di non concentrarsi soltanto sulle banche con la Legge di Stabilità, ma di dedicarsi agli ultimi, ai poveri, ai pensionati. 

Ballarò, diretta: le pensioni italiane tassate come gli stipendi (Puntata 22 Dicembre 2015) Il conduttore di Ballarò chiede di cambiare argomento e di passare a discutere delle pensioni, lanciando un servizio che indaga sulle condizioni di vita di un pensionato medio italiano. In Italia le pensioni sono tassate come gli stipendi, a differenza di quanto avviene in Germania, dove i pensionati vivono bene. Giorgio, un pensionato tedesco, spiega che in Germania una pensione di 1200 euro non è sottoposta al pagamento delle tasse. La stessa somma, in Italia, sarebbe tassata al 23%. Massimo Giannini prende l’argomento dei vitalizi e lancia un servizio girato ad Agrigento, dove uno dei manifestanti contro i privilegi dei politici ora fa parte della giunta comunale e il sindaco ha assunto due vigili, a spese del Comune, per avere una scorta personale. Quando l’inviato cerca di parlare con il sindaco di Agrigento, viene trattato con ben poca gentilezza e subisce insulti anche dei termini piuttosto coloriti. Al termine della clip Massimo Giannini promette che tornerà a parlare delle pensioni, tema tra i più importanti nel nostro paese.

Ballarò, diretta: addio tempo indeterminato, benvenuto "voucher" (Puntata 22 Dicembre 2015) Il servizio prosegue con un'analisi delle condizioni che caratterizzano il rapporto lavorativo basato sui voucher. I lavoratori sottoposti a contratto con voucher non possono essere licenziati e, in caso di assenza per malattia, non vengono retribuiti. Al termine della clip relativa a questo tipo di rapporto lavorativo, prende la parola il Ministro Poletti, il quale sostiene che la quantità di contratti di lavoro stabili è salita dell’8%, mentre sono diminuiti i cassaintegrati. In realtà si verifica spesso il caso in cui il rapporto di lavoro passi dal tempo determinato al tempo indeterminato. Tale fenomeno viene spesso confuso con un aumento dell’occupazione stabile, sebbene non si tratti effettivamente di questo ma di una semplice trasformazione. Un telespettatore, attraverso Facebook, chiede chiarimenti a proposito dell’articolo 18. Il Ministro replica dicendo che con la nuova riforma in fase di preparazione non ci saranno modifiche all’articolo 18 ma verrà sicuramente rivista la condizione di licenziabilità. 

Ballarò, diretta: addio tempo indeterminato, benvenuto "voucher" (Puntata 22 Dicembre 2015) Al rientro dalla pubblicità si cambia scenario. Gli ospiti sono stati sostituiti dal Ministro del Lavoro Giuliano Poletti e dalla presidentessa dei pensionati CGIL Carla Cantone. L’argomento trattato è la Legge di Stabilità in relazione alle pensioni e al lavoro. In particolare, riguardo alla povertà, è prevista una somma di 600 milioni di euro nel 2016 e un miliardo nel 2017. Carla Cantone fa notare come i poveri siano o giovanissimi o ultrasessantenni. Il motivo risiede nel fatto che i pensionati devono mantenere se stessi e mantenere i nipoti, generando un duplice livello di povertà. Giannini fa notare come il problema sia sempre il lavoro e, in particolare, il lavoro che non c’è. I riflettori si spostano sul mondo dei voucher, spiegato in un servizio lanciato dal conduttore. Si tratta di un mini-contratto di “lavoro accessorio”. Può avere validità molto breve dal punto di vista temporale, anche di poche ore, e può essere acquistato dal tabaccaio. I posti di lavoro stabili sono stati eliminati e si sono trasformati in contratti tramite voucher, alternati a pagamenti in nero. 

Ballarò, diretta: le "mancette" volute dal governo (Puntata 22 Dicembre 2015) Paola De Micheli precisa che sono già escluse dall’ISEE le pensioni di invalidità, mentre non lo sono gli accompagnamenti. La Meloni, in sottofondo, ripete che non è vero. Il conduttore di Ballarò passa la parola a Mauro Corona che non si spiega come si possa portare via la casa a una donna come quella vista nella clip. Secondo lo scrittore tutti sanno dove reperire i soldi per risolvere il prolema, ma non si fa nulla per migliorare la situazione in questo senso. Andrea Scanzi, riferendosi al tentativo di reperire denaro, afferma che tanto la destra, a suo tempo, quanto la sinistra, oggi, avrebbero dovuto cominciare con un’attento controllo sull’evasione fiscale. Paola De Micheli, dopo aver visto la clip preparata per porre l’accento sulle cosiddette “mancette”, cerca di difendere i provvedimenti presi, sebbene il conduttore insista sul fatto che qualche falla nel sistema è presente e si vede. 

Ballarò, diretta: gli italiani poveri vengono sfrattati, gli immigrati vengono aiutati. La Meloni non approva (Puntata 22 Dicembre 2015) Giorgia Meloni porta un paragone tra gli immigrati e i poveri italiani: secondo il Presidente di Fratelli d’Italia, se per gli immigrati l’Italia ritiene che siano necessari 37 euro al giorno per vivere, ci si aspetta che, per una donna italiana senza un tetto sulla testa, si dovrebbe assicurare almeno la stessa somma.La soluzione, secondo la Meloni, è nelle pensioni. Il suo concetto prevede che, se viene stabilito un limite di 5000 euro, occorrerà fare delle verifiche sulle pensioni che eccedono tale limite. Se i contributi sono stati effettivamente versati, allora la pensione è di diritto del pensionato. Altrimenti, il denaro in eccesso, può essere utilizzato in favore dei poveri distribuiti sul territorio italiano. Giorgia Meloni continua affrontato il problema delle pensioni di invalidità che vengono valutate ai fini del calcolo dell’ISEE. Fratelli d’Italia aveva proposto un emendamento, respinto, che escludesse la pensione di invalidità dal calcolo, non essendo questa una ricchezza.

Ballarò, diretta: per Renzi l'Italia è in ripresa, ma i dati dicono il contrario (Puntata 22 Dicembre 2015) Un uomo che ha già perso la propria abitazione, per guadagnarsi qualcosa per vivere, invece di portare regali ai suoi nipoti si finge Babbo Natale per gli altri bambini. Nonostante tutto porge i suoi auguri a tutti gli italiani con il sorriso sulle labbra. Torna in scena Alessandra Ghisleri, che mostra come gli italiani si siano dimostrati sufficientemente soddisfatti sia degli 80 euro in busta paga che di IMU e TASI. Arriva un commento di Matteo Renzi in diretta, letto dalla blogger Mary Pen, con il quale promette vantaggi per i cittadini. Interviene Andrea Scanzi che ride della capacità di Renzi di farsi i complimenti da solo. Il Presidente, secondo l’editorialista del Fatto Quotidiano, continua a raccontare e a raccontarsi delle favole. Un esempio è rappresentato dalla convinzione che siano aumentati i posti di lavoro, quando i dati dicono esattamente il contrario. 

Ballarò, diretta: la Legge di Stabilità che sfratta la gente (Puntata 22 Dicembre 2015) Mauro Corona ride del fatto che, attraverso un abile giro di parole, i risparmiatori, truffati, siano passati dalla parte dei colpevoli. Si volta pagina e si passa a parlare della Legge di Stabilità. Con il Natale alle porte alcune persone fanno i conti con l’assenza di un tetto sulla testa, attraverso interviste fatte a chi perderà la propria casa all’inizio del 2016 e a chi, invece, la casa l’ha persa già. Una donna, che sarà costretta ad abbandonare la propria abitazione il prossimo 22 gennaio, con 290 euro di pensione al mese, non ha la possibilità di trovare un’altra casa in affitto. A questo si aggiungono anche le spese mediche necessarie per curarsi.Una donna di 75 anni, con un tumore alla gamba, non sa cosa farà una volta persa la propria abitazione. “E cosa devo fare? Devo fare la barbona? Io la barbona non la faccio”, afferma prima di lasciarsi andare ad un pianto di sfogo.

Ballarò, diretta: per Giuseppe Vegas è stato fatto il necessario (Puntata 22 Dicembre 2015) Prende la parola una spettatrice, che racconta la sua storia. E’ stata truffata per il semplice motivo di essersi fidata delle banche invece di aver lasciato i propri risparmi sotto il cuscino. Viene stabilito un collegamento con il presidente della Consob, Giuseppe Vegas. Quest’ultimo afferma, come premessa, di avere, come interesse, la tutela dei risparmiatori e non delle banche. Vegas ha preparato un prospetto relativo a Banca Etruria che dimostra come i bond siano esplicitamente pericolosi per i cittadini, perché è messo per iscritto il fatto che, in caso di fallimento, il pagamento spetta sia ai risparmiatori che alle banche.In conclusione, Vegas esprime il suo parere, ritenendo che occorrerebbe verificare i criteri di assegnazione dei titoli di stato e di evitare che questi finiscano nelle mani di chi non sa gestirli.Alla domanda di Giannini se abbia mai pensato di dimettersi in questi giorni Vegas risponde “Proprio mai, dottor Giannini”, e prosegue dicendo che non ha niente da rimproverarsi perché è stato fatto tutto ciò che si poteva fare.

Ballarò, diretta: Decreto Salva-Banche o Decreto Salva-Papà (Puntata 22 Dicembre 2015) Torna a parlare Paola De Micheli, ribadendo il fatto che il Decreto Salva-Banche era necessario per risanare la situazione. Sottolinea, inoltre, come anche i politici dell’opposizione siano consapevoli dell’utilità del provvedimento.Giorgia Meloni si dimostra scettica sulla realtà dei fatti rispetto a quanto viene raccontato. Il decreto ha come obiettivo, secondo la Presidente di Fratelli d'Italia, quello di far pagare il fallimento ai consumatori. Secondo la Meloni il guadagno è esclusivamente delle banche. I toni si fanno abbastanza accesi, tra la De Micheli che cerca di intervenire e la Meloni che insiste per concludere il suo discorso. Paola De Micheli continua ad affermare che il Decreto ha salvato il paese e che il governo può rimborsare chi ha perso dei soldi. La Meloni continua a definire la situazione ridicola.Interviene Andrea Scanzi che definisce Raffaele Cantone il “Chuck Norris del Renzismo”. La vicenda, secondo Scanzi, è sotto i riflettori solo perché è coinvolta anche la Banca Etruria. Il suo tono è molto ironico, soprattutto quando sottolinea come il padre del Ministro Boschi sia stato insignito dell’incarico di Direttore proprio quando la figlia ha assunto la carica politica. “Questo Salva-Banche sembra un Salva-Papà”, conclude Scanzi.

Ballarò, diretta: il Decreto Salva-Banche e i suoi effetti sul governo (Puntata 22 Dicembre 2015) Il conduttore introduce la copertina che apre il programma. L’argomento è il 2015, l’anno appena trascorso, i commenti degli Italiani e gli eventi che lo hanno caratterizzato. Terminata la clip, con l’aiuto della dottoressa Alessandra Ghisleri e dei suoi grafici, vengono “dati i voti” al governo Renzi. La vicenda delle banche ha fortemente influenzato in negativo il percorso del governo. Alessandra Ghisleri sottolinea come ad essere colpiti sono stati i cittadini più deboli. La parola passa a Giorgia Meloni che, ironicamente, colpisce il Presidente del Consiglio, definendo ridicola la sua apparizione odierna in tuta mimetica. Dopo una rapida battuta della De Micheli, la palla passa ad Andrea Scanzi, il quale esprime il suo parere sulla vicenda delle banche. Secondo Scanzi Alfano doveva dimettersi, mentre sulla Meloni si può discutere, pur essendo evidente il conflitto d’interesse. 

Ballarò, diretta: anteprima a suon di musica (Puntata 22 Dicembre 2015) Massimo Giannini saluta il pubblico lanciando una clip che ritrae Checco Zalone a cantare “La prima repubblica”. E’ questa per Massimo Giannini e, in generale, per Ballarò, la colonna sonora del 2015, facendo riferimento all’analogia tra la prima repubblica, appunto, e quella attuale. Il filo conduttore è un mix di cose positive e di cose negative, alcune delle quali attribuibili anche agli italiani stessi. Accanto al conduttore di Ballarò Mauro Corona e il suo nuovo libro, Giannini anticipa alcuni degli argomenti che verranno affrontati durante la puntata e la presenza, tra gli ospiti, di Vittorio Sgarbi, prima di lanciare la pubblicità. Alla ripresa del programma Massimo Giannini presenta coloro che interverranno durante il dibattito: il Sottosegretario all’Economia Paola De Micheli, lo scrittore Mauro Corona, il Presidente di Fratelli d’Italia Giorgia Meloni e l’editorialista del Fatto Quotidiano Andrea Scanzi. Vittorio Sgarbi, invece, è in collegamento da casa sua, ancora in convalescenza dopo l’intervento al cuore.

Ballarò, diretta streaming puntata 22 dicembre 2015 - Tra non molto Massimo Giannini sarà nuovamente al timone di una nuova puntata di Ballarò in onda su Rai 3: il presentatore, stasera, oltre ad accogliere numerosi ospiti in studio, darà spazio anche ad un collegamento certamente gradito al pubblico, specialmente dopo lo spavento degli ultimi giorni. Giannini, infatti, contatterà Vittorio Sgarbi dopo l’operazione al cuore a cui è stato sottoposto la settimana scorsa a causa di un ischemia, un infarto del miocardio. Sgarbi aveva già rassicurato tutti i suoi fans, confermando con un bel ‘capre’ che stava bene. Vedremo che cosa racconterà stasera. Vi ricordiamo, intanto, che sarà possibile seguire la messa in onda di Ballarò sintonizzandosi su Rai 3 ma anche in diretta streaming dal web, grazie al servizio offerto da Rai.tv, cliccando qui.

Ballarò, anticipazioni e ospiti puntata 22 dicembre 2015: Shopping a via Montenapoleone, Video - Nella serata di oggi, 22 dicembre 2015, del talk show politico condotto da Massimo Giannini ci sarà anche un servizio dedicato allo shopping di Natale. Si andrà a vedere quanto accaduto in questo giorni in via Montenapoleone a Milano. Cecilia Carpio è andata a vedere gli acquisti dei milanesi per la via principale del traffico dello shopping. Sono spuntati particolare davvero interessanti. Molte persone infatti, nonostante la crisi, acquistano lo stesso beni molto preziosi e regali molto costosi. Ma quanto durerà? Clicca qui per il video di anticipazione.

Ballarò, anticipazioni e ospiti puntata 22 dicembre 2015: Dopo Natale lo sfratto, Video - Nella serata di oggi, 22 dicembre 2015, di Ballarò si parlerà anche di un argomento molto difficile come lo sfratto soprattutto in un periodo come questo del Natale in cui il sentimento della gioia sembra sempre regnare incontrastato. Nel servizio a cura di Eva Giovannini e con la collaborazione di Antonella Palmieri si racconterà la storia di una famiglia obbligata a lasciare il tetto sotto al quale abita appena dopo le festività e cioè il 13 gennaio. Inoltre si parlerà anche delle persone che la loro casa sono stati già costretti a lasciarla. Clicca qui per il video di anticipazione.

Ballarò, anticipazioni e ospiti puntata 22 dicembre 2015: l'intervento della Gialappa's Band -  Nella puntata di oggi, 22 dicembre 2015, di Ballarò ci saranno degli ospiti speciali. Infatti sarà presente per un intervento speciale per la fine dell'anno la Gialappa's Band. Questi probabilmente parleranno anche del dopo festival nel quale saranno voce fuori campo pronta a stupire con la loro ironia tagliente e sempre educata. Chiaramente però durante una trasmissione come quella di Rai 3 si affronteranno anche argomenti delicati e sarà quindi interessante vedere come il trio comico si calerà anche in altre realtà uscendo dai panni dei comici per commentare diverse situazioni importanti vissute dal nostro paese. Clicca qui per il tweet.

Ballarò, anticipazioni e ospiti puntata 22 dicembre 2015: Giuliano Poletti e Giorgia Meloni - Massimo Giannini non si ferma: anche stasera, martedì 22 dicembre 2015, il piccolo schermo di Rai 3 ospiterà una nuova puntata di Ballarò, il talk show di approfondimento politico e di attualità del terzo canale nazionale. Tra gli ospiti attesti in studio ci saranno il Presidente di Fratelli d'Italia Giorgia Meloni, insieme anche al Ministro del Lavoro Giuliano Poletti. Inoltre, ad animare il dibattito, il conduttore accoglierà in studio anche lo scrittore Mauro Corona e l'editorialista de Il Fatto Quotidiano Andrea Scanzi. Come sempre, non mancheranno Alessandra Ghisleri, pronta a presentare i sondaggi al pubblico del piccolo schermo, e anche la blogger Mary Pen che fa da interfaccia tra il mondo del web e i telespettatori che seguono da casa. Infine, Massimo Giannini effettuerà un collegamento con Vittorio Sgarbi, che ha recentemente affrontato un’operazione al cuore a causa di un’ischemia.

© Riproduzione Riservata.