BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

IL MISSIONARIO/ Da oggi al cinema il film di Marcelo Torcida con Carlos Cabra (18 ottobre 2016)

Pubblicazione:

Immagine presa dal web  Immagine presa dal web

IL MISSIONARIO, IL FILM DA OGGI AL CINEMA: IL CAST (18 ottobre 2016) - Oggi 18 ottobre è in uscita nelle sale cinematografiche italiane il film Il missionario (titolo originale Happy Those Who Cry). Si tratta di una pellicola nata da una coproduzione internazionale paraguayana-spagnola-argentina diretta dal regista Marcelo Torcida che si è anche occupato della scrittura del soggetto e ovviamente dell’adattamento cinematografico redigendo la sceneggiatura. La fotografia è stata curata sapientemente da Marc Cuxart per un prodotto su cui ha investito tempo e risorse la casa cinematografica della Dominus Produtions di Federica Picchi gestendo anche la fase di distribuzione. La durata complessiva del film si avvicina ad 1 ora e 33 minuti mentre nel cast sono presenti attori probabilmente poco conosciuti dal pubblico ma sono molto bravi come Carlos Cabra, Juan Manuel Rojas, Carlos Echevarria e Harry Stanley. È un film di cui prendere nota in quanto ha ottenuto diversi premi a livello internazionale e che soprattutto ha riscosso un buon successo di pubblico nei Paesi in cui è stato già proposto. 

IL MISSIONARIO, IL FILM DA OGGI AL CINEMA: LA TRAMA (18 ottobre 2016) - Il film è ambientato in Paraguay e racconta la storia di un giovane ragazzo di nome Juan che si sta affacciando alla vita. Juan vive nel suo paese e man mano che cresce si rende conto di come il mondo attorno a sé viva in uno spaccato tra chi è stato più fortunato e quindi dispone di una importante e cospicua ricchezza e chi invece è costretto ad avere a disposizione delle misere risorse e perciò a dover fare i conti con una estrema povertà. Questa immensa divisione fra le varie persone e il loro modo di vivere crea in Juan un profondo turbamento tant’è che diventa un ragazzo molto irrequieto con una serie di problemi. Inoltre Juan non vive con molta tranquillità e serenità il suo rapporto con il padre, anzi è in perenne conflitto con lui. Per sfuggire quindi alla severità tipica di un genitore che vuole il meglio per il proprio figlio, Juan inizia a vivere senza alcuna regola e senza limiti e freni. Infatti trascorre le sue giornate nella spensieratezza più assoluta dividendosi tra l’acclamata indipendenza a cui aspira e la voglia di libertà tipica della sua giovane età. Man mano che Juan vive in questo modo, inizia ad essere assorbito completamente da questo nuovo stile di vita da finire per essere sopraffatto da una realtà senza scrupoli e famelica che toglie all’esistenza del giovane Juan qualsiasi senso. Tutta la sua vita però subisce un profondo e radicale cambiamento quando conosce un uomo che fa il missionario. L’uomo pian piano lo addentrerà nel suo mondo facendogli toccare con mano fortissime emozioni che Juan non credeva possibili. Questo incontro sarà per Juan un punto di svolta, tant’è che inizierà a prendere coscienza che anche dinnanzi al dolore più profondo si può e si deve reagire ritrovando in se stessi un amore molto più grande e profondo.



© Riproduzione Riservata.