BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

LA PROVA DEL CUOCO/ Ricette puntata 29 novembre 2016: risotto alla milanese, pasta frolla e anelli di cipolla fritti

Pubblicazione:

Antonella Clerici  Antonella Clerici

LA PROVA DEL CUOCO, RICETTE PUNTATA 29 NOVEMBRE 2016: LA PASTA FROLLA - Il programma di cucina La prova del cuoco, torna come sempre sulle frequenze di Rai 1 anche oggi, mercoledì 30 novembre 2016, sotto la guida di Antonella Clerici. Prima di scoprire le nuove ricette, vediamo come è andata la puntata di ieri e queli consigli sono stati dati al pubblico di Rai 1. La conduttrice Antonella Clerici ha aperto la trasmissione con la sfida Anna contro Anna, fra Anna Moroni e Anna Serpi. Il tema della giornata era la pasta frolla e Anna la napoletana ha deciso di dedicarsi alle sfogliatelle napoletane. Ha raccontato la storia della sfogliatella, nata in seguito a circostanze particolari in un convento di suore di clausura. Il segreto per preparare le sfogliatelle più buone che abbiate mai assaggiato è lo strutto, ma se preferite utilizzare un prodotto più nazionale allora dovrete optare per il burro. Per dare un profumo e un aroma inconfondibili alla pasta frolla bisogna utilizzare la scorza di limone e d'arancia non trattata. Per fare una buona sfogliatella frolla la pasta deve essere lavorata poco e velocemente, inoltre è una preparazione semplice che non deve spaventare coloro che si approcciano a questo dolce per la prima volta. Discorso diverso per la sfogliatella riccia, che ha una preparazione diversa e decisamente più complessa. Prima di metterle nel forno le sfogliatelle devono essere spennellate con una lacrima di latte e di uovo e cotte non più di mezz'ora per non bruciarle.

LA PROVA DEL CUOCO, RICETTE PUNTATA 29 NOVEMBRE 2016: IL RISOTTO ALLA MILANESE - Per un primo semplice e gustoso è stato consigliato il risotto alla milanese, consigli per un ottimo risotto sono buon brodo di carne preferibilmente cappello del prete e il biancostato perché ci vuole un buon grasso, ossa di stinco e midollo e non utilizzare il vino bianco ma il fondo dell'arrosto. Per avere un risotto cremoso ma con poco burro basta montare una noce di burro con dell'acqua gassata. Bisogna mescolare sempre il riso. È preferibile usare i pistilli di zafferano piuttosto che la bustina. Per completare una spolverata di parmigiano come dice Barzetti. Per un secondo gustoso e sfizioso è stato chiesto l'aiuto del simpatico Hero, cuoco giapponese che ha dimostrato di avere le idee molto chiare: infatti ha proposto anelli di cipolla fritti, accompagnati con salse speciali. Per ottenere una pastella croccante bisognerà aggiungere un cucchiaino di fecola di patate, e successivamente a fine cottura, si dovrà aggiungere sopra la pastella un cucchiaio di pan grattato per farla asciugare e non renderla eccessivamente untuosa e poco piacevole al palato.

LA PROVA DEL CUOCO, RICETTE PUNTATA 29 NOVEMBRE 2016: I SAPORI DELLA BASILICATA - La puntata si è rivelata anche un trionfo dei tipici sapori della cucina della Basilicata. Ad esempio il panino con salsiccia a catena con tocco di paprika, chiamata cosi perché viene attorcigliata con caciocavallo podolico; se lo preferite più dolce, scegliete un caciocavallo poco stagionato viceversa se volete quel tocco piccante. per avere un tocco di magia aggiungetevi all'olio alla liquirizia. Un'altra variante è quella con il capocollo con pane di grano duro e il canestrato chiamato così perché trasportato nei canestri di vimini. Per quel tocco in più potete aggiungere i funghi cardoncelli e il peperone crusco in alternativa alle patate tipici di quella zona. potete accompagnare un vino aglianico del vulture che si sposa bene con la liquirizia. Successivamente la conduttrice Antonella Clerici ha passato la palla alla gara dei cuochi, dove due concorrenti, con l'ausilio di due chef, si sfidano a suon di piatti sfiziosi durante la gara dei cuochi il cuoco siciliano del peperone verde dà un consiglio importante sulle alice, se pulendole si frantumano le alici non sono fresche. inoltre bisogna consumarle cotte, marinate o se crude bisogne abbatterle. Altro consiglio sui ceci in scatola, prima di cuocerli sciacquarli sotto l'acqua corrente perché quella cremina è piena di zuccheri inutili.

< br/>
© Riproduzione Riservata.