BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

ROCCO SCHIAVONE / Anticipazioni ultima puntata e news: Antonio Manzini parla dei difetti della serie

Pubblicazione: - Ultimo aggiornamento:

Rocco Schiavone - La serie (foto da Facebook)  Rocco Schiavone - La serie (foto da Facebook)

ROCCO SCHIAVONE, ANTICIPAZIONI ULTIMA PUNTATA E NEWS: ANTONIO MANZINI E I DIFETTI DELLA SERIE - Antonio Manzini è lo scrittore che ha dato vita al commissario Rocco Schiavone dalle pagine dei suoi libri: un tempo anche lui attore, ha smesso di recitare perché il mondo dello spettacolo non lo appassionava più. Meglio rimanere dietro le quinte. In un'intervista a La Stampa, Antonio Manzini ha parlato di pregi e difetti della serie televisiva Rocco Schiavone: "Attori perfetti, ottima regia. L’essenza del personaggio è rispettata", dice. Anche se, ovviamente, qualche difetto l'autore lo trova per forza. "I tagli un po’ rustici. Secondo me mancano situazioni chiave come il sottosegretario che spedisce Rocco ad Aosta, un personaggio schifoso che riflette un pezzo del nostro Paese", continua. Le scene eliminate sono state tolte ovviamente per questione di spazio, non per censura, che la Rai non ha applicato alla serie Rocco Schiavone. "Nessuna censura, sono rimaste le canne, le parolacce... Tolto per questioni di tempo, ma per me comunque essenziale".

ROCCO SCHIAVONE, ANTICIPAZIONI ULTIMA PUNTATA E NEWS: ANCHE MARCO GIALLINI HA AVUTO UNA VITA DIFFICILE - A vederlo adesso, è un attore di talento e successo, ma Marco Giallini non è stato sempre così fortunato: l'interprete di Rocco Schiavone ha infatti avuto un'infanzia difficile come quella del vicequestore anarchico e, come lui, è riuscito a riscattarsi nella vita. Nonostante la povertà - una vita vissuta in periferia, ai margini di Roma, dove la quotidianità non è mai semplice - Marco Giallini è però riuscito a trovare la sua strada da grande e diventare un uomo di successo. Anche se, come ha detto tempo fa durante un'intervista a Vanity Fair, ci tiene a rimanere ben saldo con i piedi per terra. "Sono cresciuto in periferia. E non mi vergogno più a dirlo, com'è successo per anni. Mio padre lavorava i mattoni con le mani, è morto di fatica. E questo fa la differenza: io ho fatto l’imbianchino, ho portato il camion delle bibite, ero un operaio. E questo background oggi mi aiuta a dare il giusto peso anche alla popolarità, anche nel rapporto con i miei figli".

ROCCO SCHIAVONE, ANTICIPAZIONI ULTIMA PUNTATA E NEWS: ERNESTO D'ARGENIO PARLA DI AOSTA. VIDEO - Non solo Rocco Schiavone: anche Italo Pierron, il braccio destro del vicequestore interpretato da Marco Giallini, è uno dei personaggi preferiti della fiction Rai. L'attore che presta il volto all'ingenuo poliziotto è Ernesto D'Argenio, conosciuto per il suo ruolo in Squadra Antimafia, e che ha saputo conquistare il pubblico di Rocco Schiavone. Ernesto ha voluto parlare di Aosta, la cittadina dove si svolgono i fatti narrati nella fiction Rai, usando queste parole: "Aosta è una città che rispecchia perfettamente i romanzi di Manzini perché riesce a essere un'ambientazione tanto cupa e tetra a volte quanto affascinante per la sua bellezza". Ernesto D'Argenio è molto amato dai fan di Rocco Schiavone, che adorano questo ragazzo finito in Polizia un po' per caso, ingenuo, sincero e, soprattutto, soggetto a svenimenti quando vede un cadavere. Tutto il contrario del più cinico Rocco Schiavone. Clicca qui per vedere il video di Ernesto D'Argenio.

ROCCO SCHIAVONE, ANTICIPAZIONI ULTIMA PUNTATA E NEWS: ECCO COSA PENSA LA POLIZIA DELLA SERIE - Rocco Schiavone è stata una serie molto discussa anche fuori dall'ambito televisivo: a indignarsi per la fiction con Marco Giallini sono stati anche dei politici, tra cui Maurizio Gasparri e Carlo Giovanardi, che si sono indignati alla vista di un poliziotto che fuma spinelli e che è amico di ladri e criminali. Ma cosa ne pensa la Polizia di Stato di Rocco Schiavone? In realtà il polverone sollevato non ha riguardato le forze dell'ordine che, secondo quanto riportato da Antonio Manzini in un'intervista a Repubblica, non avrebbero fatto una piega di fronte all'anarchico vicequestore. "Quando ho scritto i libri ho ricevuto una mail dalla questura di Aosta. Il questore voleva incontrarmi, i libri gli erano piaciuti", racconta lo scrittore. A placare gli animi interviene anche il direttore di RaiFiction Tinni Andreatta, che butta acqua sul fuoco sollevato da Gasparri e Giovanardi: "La polizia ha letto le sceneggiature. Non ha avuto nulla da ridire, perché è tratta dai libri, tutto quello che succede è scritto nei racconti. La serie non è patrocinata dalla Polizia anche se ha dato i mezzi". Tanto rumore per nulla? A quanto pare sembra proprio di sì.

ROCCO SCHIAVONE, ANTICIPAZIONI ULTIMA PUNTATA E NEWS: BUONI ASCOLTI MA LA FICTION DI CANALE 5 BATTE IL SUO RIVALE - Marco Bocci batte nuovamente Marco Giallini. Ieri, il nuovo appuntamento di Rocco Schiavone si è portato a casa ascolti tv pari al 3.304.000 telespettatori, share 12.97%. Solo in onda su Canale 5 invece, con la sua ultima puntata ha conquistato 3.737.000 telespettatori, share 16.10%. Rocco Schiavone comunque, con la concorrenza agguerrita ed in onda sulla seconda rete Rai, anche ieri si è comportato benissimo e gli ascolti lo hanno ripagato a dovere. "Rocco Schiavone e la Valle d’Aosta si somigliano. All’inizio possono sembrare ostili, possono respingerti. Ma poi, scoprendoli, trovi cose inaspettate. Chi lo potrebbe dire, ad Aosta, che scendi tre gradini e ti trovi un criptoportico che nemmeno a Roma. Trovi Cogne, trovi Pré-Saint-Didier, e non solo quelle montagne anguste che sembrano schiacciarti. E impari a guardare meglio, per scoprire cose preziose", queste le parole di Antonio Manzini inaugurando la settimana di festeggiamenti per il ventennale della Biblioteca regionale. Manzini in ultimo ha parlato del suo rapporto personale con il personaggio di Rocco Schiavone: “È un momento molto delicato per me, perché vorrei mantenere il mio rapporto con Schiavone sulla carta: è lì che voglio che si sviluppi la mia narrazione. È ovvio che non puoi negare quello che è successo, ma aspetto con desiderio il momento in cui si spegneranno le luci e mi rimetterò a scrivere".

ROCCO SCHIAVONE, ANTICIPAZIONI ULTIMA PUNTATA E NEWS: MARCO GIALLINI DOVRÀ INDOSSARE ANCORA I PANNI DEL VICEQUESTORE - Rocco Schiavone avrà un seguito? La fiction tv si è dimostrata essere una vera rivelazione televisiva e così, ha vinto quasi sempre la gara degli ascolti tv contro "Solo", miniserie con Marco Bocci andata in onda sulla rete ammiraglia di Casa Mediaset. Manzini, autore e sceneggiatore della serie diretta da Michele Soavi pare non escludere la possibilità di un seguito: "I tempi non li so, non sono in grado di dirlo, però probabilmente “sì", anche i prossimi romanzi avranno una trasposizione nella fiction" ha raccontato Manzini durante il corso di una conferenza stampa organizzata in occasione del ventennale della biblioteca regionale di Aosta. Di seguito, è intervenuto anche sulle critiche che hanno investito la serie, tra cui quelle del senatore Maurizio Gasparri che ha definito Schiavone un "eroe per imbecilli". “Rocco Schiavone non è un esempio, non lo è mai. Fa delle cose orribili e fa delle cose bellissime”, ha precisato lo scrittore sottolineando la grande contrapposizione di un personaggio borderline. “E’ pieno di problemi, zone d'ombra e zone di luce. Non è un eroe. Se ti piace, lo guardi, criticalo anche, perché se lo merita. Amalo anche, perché se lo merita. In realtà è quello che c'è nei libri. Però tu mi dici, non li legge nessuno, è vero. Ma se uno va in televisione non è un esempio. Altrimenti saremmo tutti come Bruno Vespa, no?”, ha concluso Manzini.

ROCCO SCHIAVONE, ANTICIPAZIONI ULTIMA PUNTATA E NEWS: LA FICTION DI SUCCESSO SBARCA ANCHE IN GERMANIA - In attesa di scoprire se la fiction tv con protagonista Marco Giallini ha battuto ancora una volta Solo su Canale 5, vediamo cosa ci raccontano le ultimissime news su Rocco Schiavone, la serie in onda ogni mercoledì su Rai2 che si appresta a regalarci le battute finali con la sua ultima puntata. Rocco Schiavone ha debuttato in televisione i primi di novembre ed il successo, a conti fatti, sembrava essere del tutto inaspettato. Poi il pubblico si è affezionato alla storia, ben scritta ed alla splendida interpretazione di Marco Giallini, bravissimo in TV esattamente come al cinema. Senza ombra di dubbio la serie è il successo rivelazione della stagione autunnale con le fiction e, "Solo" in onda sull'ammiraglia Mediaset, non si avvicina minimamente all'innovazione che Schiavone ha saputo regalare al pubblico. Un poliziotto burbero, scontroso, poco avvezzo alle regole e dotato di estremo intuito. Ed intanto la serie strizza abbondantemente l'occhio alla Germania ed è pronta per sbarcare anche lì mentre i fan Italiani attraverso i social network chiedono a grande voce i nuovi episodi ambientati ancora una volta tra le montagne della Val D’Aosta.

ROCCO SCHIAVONE, ANTICIPAZIONI ULTIMA PUNTATA E NEWS: IL VICEQUESTORE COLPISCE ANCORA - Anche ieri sera Rocco Schiavone ci ha deliziato con i suoi modi decisamente burberi, il suo carattere sopra le righe e un intuito degno della Signora in giallo. Nella puntata che ha rappresentato il sequel di quanto andato in onda la scorsa settimana, il vicequestore di Aosta ha dovuto fare i conti con un caso complicato, che lo ho portato nel carcere della buia città nella quale si trova a lavorare da quasi un anno. Ma le sue indagini non sono state l'unico problema che il personaggio interpretato da Marco Giallini ha dovuto affrontare: la morte di Adele lo ha sconvolto terribilmente con i sensi di colpa che non tarderanno ad arrivare anche nel prossimo appuntamento e che spingeranno Schiavone a concentrarsi sulle indagini di questo delitto. E se ancora i problemi per lui non fossero stati abbastanza, segnaliamo anche la sua vita privata e le diatribe con Anna, la nuova donna da lui frequentata. Solo la sua nuova cagnolina gli ha dato sincero affetto, unendosi al fantasma della moglie che anche ieri non ha mancato di allietare le sue buie e solitarie serate. La puntata di ieri sera ha riconfermato gli aspetti che gli italiani hanno apprezzato fin dal primo giorno e che hanno reso Rocco Schiavone uno dei maggiori successi della serialità Rai nella stagione autunnale.

ROCCO SCHIAVONE, ANTICIPAZIONI ULTIMA PUNTATA E NEWS: I COMMENTI DEI FANS SU TWITTER - Rocco Schiavone continua a sorprendere sebbene non manchino manifestazioni di dissenso da parte di chi ritiene il personaggio di Marco Giallini fin troppo sopra le righe e non adatto a rappresentare il difficile ambiente delle Forze dell'Ordine. Dopo le critiche dei senatori Giovanardi, Gasparri e Quagliarello anche il Sindacato di Polizia ha preso le distanze dell'immagine del vicequestore protagonista della serie, i cui modi non convenzionali non sono considerati di buon esempio. Ma tutto ciò non basta per placare l'entusiasmo dei fans che sui social network continuano ad esprimere il loro punto di vista più che positivo per la serie di Rai 2: 'Rocco Schiavone è il miglior poliziesco italiano dopo Montalbano' , ' Trovo Rocco Schiavone di un lirismo introspettivo splendido, grande Giallini, ottima qualità, alla faccia di Giovanardi & C' , ' l'interpretazione di Giallini è splendida, Rocco Schiavone è una gran bella cosa'.

ROCCO SCHIAVONE, ANTICIPAZIONI ULTIMA PUNTATA 7 DICEMBRE: IL VICEQUESTORE RISCHIA LA VITA? - Dopo l'avvincente puntata di questa sera nella quale l'intuito di Rocco Schiavone ha dovuto fare i conti con un caso davvero complicato, la serie di Rai 2 tornerà il prossimo mercoledì 7 dicembre con la sesta e ultima puntata. In essa il vicequestore di Aosta dovrà fare i conti con le conseguenze della morte di Adele e il desiderio di vendetta di Sebastiano. Nell'episodio intitolato 'Pulizie di primavera' Schiavone dovrà fare i conti con i suoi sensi di colpa, soprattutto dopo avere visto l'amico distrutto per quanto accaduto alla fidanzata. Ma non ci sarà tempo per recriminare, poiché il protagonista del programma di Rai 2 cercherà di concentrare tutte le sue forze nelle indagini per scoprire chi possa essere l'assassino di un crimine tanto efferato. Purtroppo, ciò che il vicequestore non sospetterà sarà la presenza di questo pericoloso criminale, pronto a colpire nel più inaspettato dei modi. E a farne le spese potrebbe essere proprio il burbero protagonista della serie vera sorpresa della stagione autunnale: Rocco Schiavone morirà o riuscirà ad evitare il peggio anche questa volta?

ROCCO SCHIAVONE, DIRETTA PENULTIMA PUNTATA 30 NOVEMBRE: CHI E' IL VERO MANDANTE DELL'OMICIDIO IN CARCERE? - Rocco Schiavone è convinto che ci sia un mandante nell'omicidio di Contrera, allo stesso tempo è costretto a rivelare a Chiara la più terribile delle notizie: poco prima di essere stata abbandonata nel casolare, era stata anche violentata dai suoi rapitori. La ragazza mostra alcuni documenti che gli ha recapitato Max e che in precedenza erano stati trovati nell'ufficio del padre. Anche al ragazzo molte cose non tornano da qualche tempo. Dopo avere letto tali fascicoli il vicequestore si reca dal padre di Chiara dicendola di stare più vicino alla sua famiglia, poco dopo in ufficio si dice convinto che Cremonesi sia in qualche modo coinvolto nella morte di Contrera. Caterina scopre che Amelia è una escort e che è in qualche modo immischiata nell'omicidio avvenuto in carcere, in quanto sorella di una delle guardie. E' poi la volta di ulteriori indagini nella stalla in precedenza visitata da Schiavone: nel frigo in cui vengono trovati i medicinali per i cavalli, viene anche rinvenuto il veleno che è stato utilizzato per uccidere Contrera. Pochi secondi dopo arrivano nella tenuta anche i Carabinieri che arrestano Cremonesi, alcuni assessori di Aosta e la madre di Max. Il ragazzo resta solo in casa e Rocco si avvicina a lui e si complimenta per avere fatto la cosa giusta. Quando tutto sembra essersi concluso nel migliore dei modi, il vicequestore si dice certo che tra gli arrestati non ci sia il vero mandante del sequestro di Chiara e dell'omicidio di Contrera. Il suo intuito colpirà ancora?

ROCCO SCHIAVONE, DIRETTA PENULTIMA PUNTATA 30 NOVEMBRE: ADELE VIENE UCCISA - Adele sta per partire per Roma e chiede a Rocco Schiavone il suo indirizzo del capoluogo della Valle d'Aosta. Il vicequestore si reca in carcere e interroga Amelia, scoprendo la verità sul mandante di Contrera. E' stato il padre di Chiara ad volere uccidere l'uomo che aveva causato il rapimento della sua stessa figlia. Il signor Berguet nega di essere coinvolto, non dando alcuna giustificazione sul suo comportamento. Ha voluto fare da giustiziere all'uomo che ha sconvolto l'esistenza della figlia e di tutta la sua famiglia? Schiavone si reca a cena con Fumagalli dopo avere vinto la scommessa, poco dopo incontra Anna che gli chiede di cenare insieme. Rocco rifiuta senza esitazione, affermando di avere già un ospite. Torna a casa, dopo avere acquistato un quadro a dir poco particolare, e come abitudine parla con il fantasma della moglie. E' a questo punto che arriva Adele, alla quale Rocco offre la sua stanza, lui invece dormirà nel divano. Il vicequestore esce per una passeggiata con il suo cane e approfitta per chiedere scusa ad Anna per il suo comportamento. Nel frattempo uno sconosciuto entra nel suo appartamento ed uccide Adele, trovandola nel letto del commissari. Chi si è macchiato di un simile crimine? Sarà questo il punto di partenza della prossima puntata, nella quale il protagonista porterà avanti le sue indagini per scoprire il colpevole. Dovrà però fare i conti con la disperazione di Sebastiano.

ROCCO SCHIAVONE, DIRETTA PENULTIMA PUNTATA 30 NOVEMBRE: ADELE ARRIVA A ROMA? - Rocco Schiavone viene raggiunto dalla madre di Chiara che vuole ringraziarlo per l'aiuto dato. La donna è preoccupata per la figlia e soprattutto per il marito, che è cambiato, non va più in ufficio, sembra avere perso il controllo dopo il rapimento della ragazza. Il ritorno di Walter Cremonesi preoccupa il vicequestore che chiede ai colleghi di tenerlo sotto controllo, è un uomo pericoloso e potrebbe essere pronto a compiere qualsiasi gesto. Per indagare meglo sull'omicidio di Contrera, Schiavone decide di trasferirsi in carcere e dormire direttamente nella struttura. Adele lo chiama raccontandogli di avere dei problemi con Sebastiano e di volere allontanarsi per qualche tempo da Roma per farlo ingelosire. Per questo la donna chiede a Rocco di darle ospitalità ad Aosta e lui accetta. La polizia non è sola a tenere sotto controllo Cremonesi: i Carabinieri hanno lo stesso compito anche se un collega chiede di lasciare stare il criminale. Cosa nasconde? Proseguono le indagini in carcere e il medico della struttura conferma che non è sparito nulla tra i suoi medicinali. Interroga poi uno degli uomini coinvolti nella rissa che ha rappresentato solo un diversivo per uccidere Contrera. E' poi la volta di conoscere una delle guardie che era di turno durante l'omicidio, ma non riesce ad ottenere informazioni degni di nota. Il medico legale informa Schiavone dicendogli che il veleno usato potrebbe essere riconducibile a qualche veterinario.

ROCCO SCHIAVONE, DIRETTA PENULTIMA PUNTATA 30 NOVEMBRE: CONTRERA E' STATO AVVELENATO - La verifica dei filmati di sorveglianza del carcere purtroppo non porta a nulla: le telecamere non inquadravano l'angolo giusto a conferma di come i possibili assassini fossero a conoscenza in questa falla nel controllo della struttura. Rocco Schiavone accetta di uscire con Anna per recarsi in una mostra d'arte organizzata proprio dalla madre di Max, la direttrice di banca in qualche modo coinvolta con Contrera e la malavita. Il vicequestore non si è recato a caso in tale luogo, nella speranza di trovare qualche indizio relativo un possibile mandante dell'ultimo omicidio. Gli invitati vengono portati nelle stalle per vedere uno splendido purosangue, si tratta di Winny Moon che ha già vinto diverse gare nazionali. Il vicequestore conosce Amelia, una donna misteriosa con un tatuaggio al collo raffigurante un'ape. Il dottor Fumagalli chiama Schiavone, chiedendogli di recarsi il prima possibile nel suo ambulatorio. Qui lo informa che il cadavere si è gonfiato dopo la morte perché la decomposizione è cominciata dopo sole 24 ore dalla morte. Il motivo è un'iniezione che dimostra che Contrera è stato avvelenato. Si necessità quindi un tossicologo che possa accertare il tipo di veleno usato per tale omicidio.

ROCCO SCHIAVONE, DIRETTA PENULTIMA PUNTATA 30 NOVEMBRE: UNA STRANA MORTE IN CARCERE - La puntata di Rocco Schiavone di questa sera si apre con una rissa nel carcere di Aosta in seguito alla quale un uomo viene trovato morto. Mentre il vicequestore si prepara l'ormai solito spinello, D'Intino bussa alla porta per informare il suo superiore del decesso dell'uomo che avrebbe dovuto incontrare nel penitenziario quello stesso giorno. E' il momento di verificare in prima persona quanto accaduto: il medico della struttura gli spiega che a prima vista la causa della morte sembra un infarto. Contrera, questo è il nome del defunto, non sembra essere stato coinvolto nella rissa ma Schiavone chiede la verifica dei filmati di sorveglianza che si trovavano nel luogo in cui è avvenuto il decesso. Chiara, la ragazza rapita nel corso della precedente puntata, appare ancora molto scossa, non riuscendo neppure ad alzarsi dal letto. Il padre di Chiara è molto arrabbiato con Max, il fidanzatino della ragazza. Non può infatti perdonare la madre di quest'ultimo che gli ha consigliato di rivolgersi a Contrera, l'uomo che ha poi organizzato il rapimento. I ragazzi della Questura preparano una sorpresa per Schiavone: un cartellone con tutte le sue più belle battute, a stento il loro capo trattiene una risata.

ROCCO SCHIAVONE, DIRETTA STREAMING PUNTATA 30 NOVEMBRE 2016 - Le avventure di Rocco Schiavone tornano protagoniste questa sera, mercoledì 30 novembre 2016, alle 21.20 su Rai Due. L’episodio odierno della serie con Marco Giallini è “Era di maggio”. In esso vedremo il rapitore di Chiara Berguet venire assassinato in carcere; Schiavone tornerà a indagare per scoprire chi è il vero responsabile di questo omicidio. Nel frattempo da Roma arriverà Adele, la fidanzata di Sebastiano, che vuole far ingelosire il suo uomo. Userà il vice questore per i suoi scopi? Nonostante le critiche nei confronti di questo prodotto non manchino, Rocco Schiavone piace e settimana dopo settimana continua ad ottenere ottimi ascolti riuscendo persino a superare i dati Auditel della fiction di Canale 5 Solo. Il desiderio di rinnovamento ha colpito gli italiani e non soltanto loro: la serie molto presto arriverà in Germania, non escludendo l'interesse anche di altri mercati europei. Il tutto fa ben sperare al rinnovo della fiction anche per una seconda stagione, come confermato anche dalle parole di Antonio Manzini in occasione di una recente conferenza stampa organizzata ad Aosta. Vi ricordiamo che oltre a poter vedere la quinta puntata di Rocco Schiavone sintonizzandovi su Rai Due, potrete seguire la fiction con Anna Ferzetti e Francesco Acquaroli anche in diretta streaming sul sito di Raiplay.it, cliccando qui.

ROCCO SCHIAVONE, ANTICIPAZIONI PENULTIMA PUNTATA 30 NOVEMBRE 2016: VIDEO ANTEPRIMA- La scena si apre in una prigione: i detenuti sono tutti insieme, riuniti in salone, mentre i secondini li controllano dall'altro. Una rissa distoglie l'attenzione e crea una una gran confusione: solamente quando gli agenti riescono a dividere i coinvolti si accorgono che uno dei carcerati è accasciato a terra, con la bava alla bocca. Non ci mettono molto a capire che è morto. Rocco Schiavone sta passeggiano per le strade della città con il suo nuovo cane, quando si imbatte in Anna, che tenta di invitarlo ad una cena: cena che evidentemente gli interessa poco, dal momento che coglie al volo la scusa del telefono per allontanarsi e lasciare la donna senza una risposta. Una volta arrivato in commissariato, sta per fumarsi una canna, quando D'Intino (e chi altri?) bussa alla porta senza poi annunciare il suo nome, come al solito. È D'Intino a fargli sapere, con il suo modo ingenuo di riportare le notizie, che il soggetto con un Schiavone avrebbe dovuto parlare in cella è appena morto. Cosa è successo? Clicca qui per vedere la video anteprima della quinta puntata di Rocco Schiavone direttamente da RaiPlay.

ROCCO SCHIAVONE, ANTICIPAZIONI QUINTA PUNTATA 20 NOVEMBRE 2016 E NEWS: VIDEO, MASSIMO REALE - “Fumagalli è molto bravo nel suo lavoro, molto serio e molto toscano” con queste parole l’attore Massimo Reale descrive il personaggio di cui veste i panni in Rocco Schiavone. Oggi, mercoledì 30 novembre 2016, la serie tornerà in scena con il quinto episodio  - “Era di maggio” - trasmesso sempre su Rai 2: Fumagalli, il medico legale del dipartimento di Aosta, si troverà nuovamente a collaborare con il vicequestore Schiavone, dal momento che un uomo - proprio il mandante del rapimento della giovane Chiara Berguet - è stato ucciso in prigione, probabilmente con del veleno. Toccherà a Fumagalli stabilirà la modalità di decesso, e sarà un nuova occasione per il pubblico della seconda rete nazionale di ritrovare Massimo Reale in onda. L’attore è molto conosciuto per il suo ruolo in I ragazzi della 3°C di Claudio Risi e Classe di ferro di Corbucci. Ha preso parte anche ad Orgoglio e più di recente è apparso in Che Dio ci aiuti, Don Matteo 7 e Il commissario Rex. Clicca qui per vedere il video con l’attore che descrive il suo personaggio, direttamente dalla pagina Facebook ufficiale di Rai 2. 

ROCCO SCHIAVONE, ANTICIPAZIONI QUINTA PUNTATA 30 NOVEMBRE 2016: PARLA ANTONIO MANZINI - Rocco Schiavone, stasera mercoledì 30 novembre 2016, dovrà indagare all'interno del carcere di Aosta: il mandante che ha ordinato il rapimento della giovane Chiara, infatti, è stato assassinato prima di poter confessare qualsiasi legame con la malavita e con il crimine organizzato. Il vicequestore passerà molto tempo tra i detenuti per riuscire a risalire alla verità ed incastrare una volta per tutte i pezzi grossi. Antonio Manzini, lo scrittore i cui gialli hanno ispirato la fiction di Rai 2, si è confessato in un'intervista esclusiva rilasciata a Repubblica e ha ammesso di aver apprezzato il lavoro fatto per la serie, a partire da quello dell'attore protagonista Marco Giallini: "Giallini è molto bravo ad interpretare Schiavone, ha capito il personaggio" ha raccontato "se lo è preso sulle spalle senza dare giudizi. La Cross Production e la Rai hanno voluto bene a Rocco, lo hanno rispettato con le sue contraddizioni. È anarchico, si fa le canne, continua spesso a ragionare come una bandito, come i suoi amici romani. Ha giocato sulle stesse strade di sanpietrini, in fondo è rimasto uno di loro". Pronti a rivedere il poliziotto in azione?

ROCCO SCHIAVONE, ANTICIPAZIONI QUINTA PUNTATA 30 NOVEMBRE 2016: PARLA MARINA CAPPELLINI - Marina Cappellini è una delle protagoniste della fiction Rocco Schiavone, che torna stasera in prime time con il quinto episodio dal titolo "Era di maggio": nella serie l'attrice interpreta Anna, una donna che è stata colpita dal fascino burbero e anche un po' cinico del vicequestore di Aosta. In un'intervista esclusiva sulle pagine di Gossip e Tv, Marina Cappellini ha raccontato di aver letto tutti i romanzi di Rocco Schiavone, dai quale la serie è tratta: "Ho letto tutti i romanzi di Manzini poco prima di ricevere i copioni, ho fatto una full immersion nel mondo di Schiavone e non potevo credere che ne avrei fatto parte anch'io. Leggere il nome del tuo personaggio sui dei best seller è un'emozione unica". "Il cast della serie è un'eccellenza sia per professionalità sia per umanità" ha aggiunto ancora là Cappellini, in riferimento al periodo trascorso ad Aosta insieme ai colleghi del set della fiction "Quando giri fuori dalla tua città si crea velocemente un tutt'uno con la troupe e si finisce per passare tutto il tempo insieme, dentro e fuori dal set. Come si può vedere dagli episodi si capisce che c'è molto da ridere". Anche tra Rocco e Nora, amica di Anna, c'è stato qualcosa di importante: come andrà a finire per questi tre?

ROCCO SCHIAVONE, ANTICIPAZIONI QUINTA PUNTATA 30 NOVEMBRE 2016: IL CASO BERGUET NON È ANCORA CHIUSO - Quinto appuntamento con la fiction Rocco Schiavone, che vede protagonista Marco Giallini: stasera, mercoledì 30 novembre 2016, andrà in scena l’episodio intitolato “Era di maggio”, in cui apparirà immediatamente chiaro che il caso Berguet non è in realtà chiuso come tutti credevano. Ci sono diverse altre cartucce pronte per essere sparate: il mandante del rapimento della giovane Chiara, infatti, viene assassinato all’interno del carcere prima di poter confessare qualsiasi legame con il crimine organizzato e qualsiasi dettaglio in merito. Proprio per questo, il vicequestore di Aosta decide di trascorre tutto il tempo che a disposizione all’interno delle mura della prigione per scoprire che cosa è accaduto veramente. Il sue obiettivo è infatti quello di mettere le mani sui vertici dell’organizzazione criminale e dopo qualche indagine rocambolesca, tutto va in porto. Ma c’è anche dell’altro dietro l’angolo…

ROCCO SCHIAVONE, ANTICIPAZIONI QUINTA PUNTATA 30 NOVEMBRE 2016: LA MORTE DI AGATA - Non ci sarà solo l’indagine nelle carceri da seguire, durante la quinta puntata di Rocco Schiavone in onda stasera, mercoledì 30 novembre 2016, sul piccolo schermo di Rai 2: il protagonista avrà a che fare anche con un faccenda privata, che purtroppo non lo resterà così a lungo. La sua amica Agata, storica fidanzata di Sebastiano, è infatti arrivata ad Aosta e gli ha chiesto ospitalità, il tutto per cercare di scatenare la gelosia del compagno che sembra essere sempre più lontano da le nell’ultimo periodo. Al termine della puntata, però, Rocco Schiavone troverà il cadavere di Agata, uccisa da diversi colpi di pistola. Un’ombra del passato lo ha seguito e sembra aver sbagliato obiettivo: ma chi è che lo vuole morto? Un interrogativo che certamente rimarrà aperto fino all’appuntamento finale con la serie.

ROCCO SCHIAVONE, ECCO DOVE SIAMO ARRIVATI - Nel quarto episodio di Rocco Schiavone il protagonista si trova a risolvere due crimini apparentemente senza senso: da una parte uno strano incidente d'auto in cui sono morti due uomini, e dall’altra un presunto rapimento di una diciannovenne di buona famiglia. Infatti le prime due scene della puntata vedono la ragazza incappucciata che chiede aiuto, seguita da due uomini che corrono all'impazzata su un furgone. Non riuscendo a schivare in tempo una piccola frana, finiscono giù da un ponte. Il primo sospetto di qualcosa di irregolare sorge quando si scopre che la targa del furgone è in realtà rubata. Un altro indizio è la candida trovata addosso a Carlo Figus, il conducente e proprietario del furgone in questione. Si scopre l'identità dell'altra vittima: un rumeno che lavorava presso una pizzeria di Aosta. Una sera, il vicequestore viene chiamato da un amico di Anna. La figlia, la sera precedente, era uscita con degli amici in discoteca, ma il giorno seguente, la sua amica Chiara risulta scomparsa. La diciannovenne inizia ad indagare per conto suo e nota che ci sono delle discrepanze tra quanto afferma la famiglia e quanto trovato a casa. Per questo decide di rivolgersi alla polizia. Rocco ha il sospetto che la ragazza sia stata rapita. Con un'escamotage, il vicequestore riesce brevemente a interrogare la madre della ragazza scomparsa e i suoi sospetti vengono confermati dal comportamento nervoso della donna. Inizia perciò a pedinare il marito, che curiosamente passa molto tempo in un anonimo negozio per bambini. I sospetti nascono per le vicende finanziarie poco chiare dell'azienda di famiglia. Assieme ad Italo, di notte s'intrufola nel negozio e trova un registro in cui vengono registrati prestiti ingenti di denaro. Il quadro inizia a chiarirsi: sono strozzini che hanno prestato soldi all'imprenditore. Il proprietario del negozio svela che sta facendo solamente da intermediario per gente malfamata del Sud. Caterina, nonostante sia ammalata, aiuta nelle indagini e scopre un collegamento tra i due casi: a casa di Chiara era stato trovato un appunto su un farmaco proprio per curare la candida. Inoltre, le due vittime dell'incidente avevano parlato a Max, il fidanzatino di Chiara, durante l'uscita in discoteca. Gli aveva infatti venduto dello zolpidem, la cosiddetta droga degli stupri. Nel frattempo, Chiara è rimasta per giorni da sola senza cibo nè acqua, iniziando ad avere delle visioni. Riesce a liberarsi ma si ferisce con un pezzo di legno. Italo viene seminato da Domenico Cuntrera, il proprietario della pizzeria in cui lavorava una delle vittime dell'incidente col furgone, e facendo irruzione nel ristorante scoprono che è un malavitoso della 'ndrangheta. Il mistero inizia a risolversi: Cuntrera ha visitato la famiglia Figus varie volte chiedendo dove Carlo avesse nascosto la ragazza. Il padre confessa che avevano un capanno proprio dalle parti in cui è avvenuto l'incidente. Tutti i poliziotti si dirigono verso la proprietà e finalmente Chiara è salva. Sullo sfondo restano le vicende amorose e personali del vicequestore, diviso tra Nora e la sua amica Anna, con la quale Rocco ha avuto una scappatella. Scoperto il tradimento, Nora lo lascia. Nei momenti di solitudine, Marina riappare sempre. Per Rocco, il problema non è l'assenza, ma la perdita della moglie. Chiede di essere lasciata in pace, facendogli notare che ormai i ricordi stanno svanendo. Il suo lavoro lo sta rodendo, confessando ad Italo che avere a che fare con queste brutte situazioni può essere logorante. Ecco perchè Rocco è sempre scontroso e arrabbiato con tutti. Ma forse è proprio l'assenza di Marina che lo fa soffrire così tanto.



© Riproduzione Riservata.