BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Che bella giornata / Il film con Checco Zalone e Rocco Papaleo in onda su Canale 5: il regista Genaro Nunziante (oggi, 12 gennaio 2017)

Che bella giornata, il film in onda su Canale 5 oggi, giovedì 12 gennaio 2017. Nel cast: Checco Zalone e Rocco Papaleo, alla regia Gennaro Nunziante. La trama del film nel dettaglio.

film prima serata film prima serata

CHE BELLA GIORNATA, FILM IN ONDA OGGI 12 GENNAIO 2017, SU CANALE 5: IL REGISTA GENNARO NUNZIANTE - Stasera, giovedì 12 gennaio 2017, andrà in onda il film con Checco Zalone Che bella giornata del 2011. Il film è stato diretto da Gennaro Nunziante regista di Bari classe 1963. Questi ha legato la sua carriera da regista proprio insieme a Checco Zalone in quanto ha diretto tutte le sue pellicole: Cado dalle nubi, Sole a Catinelle e Quo Vado? oltre ovviamente a Che bella giornata. Il regista ha iniziato la sua carriera da sceneggiatore lavorando con Alessandro D'Alatri in La Febbre e Commediasexi, ma prima con Cristina Comencini in Liberate i pesci e con Leone Pompucci in Il grande botto. L'ultimo film di cui ha scritto la sceneggiatura invece è Come diventare grandi nonostante i genitori di Luca Lucini. Gennaro Nunziante ha fatto l'attore in Il grande botto e Casomai.

CHE BELLA GIORNATA, FILM IN ONDA OGGI 12 GENNAIO 2017, SU CANALE 5: DIRETTA STREAMING E TRAILER -"Che bella giornata" è una divertente commedia realizzata nel 2011, essa si incentra attorno alla verve comica del pugliese Checco Zalone. L'appuntamento con questa divertente pellicola è previsto su Canale 5 oggi, giovedì 12 gennaio 2017 alle ore 21:10. La sua diretta streaming, invece, sarà fruibile sul sito www.mediaset.it, cliccando qui. Il trailer disponibile cliccando qui ci presenta il protagonista del film, un ragazzo che cerca da troppo tempo di entrare nell'Arma dei Carabinieri. Anche il suo terzo esame fallisce ed il giovane decide che è arrivato il momento di tentare altre strade: riesce a farsi assumere come addetto alla sicurezza del Duomo di Milano, dove dimostrerà ampiamente di essere una persona ingenua e non troppo preparata per svolgere questa professione...

CHE BELLA GIORNATA, IL FILM IN ONDA SU CANALE 5 OGGI, 12 GENNAIO 2017: CURIOSITA' - Che bella giornata, è il film che andrà in onda su Canale 5 oggi, giovedì 12 gennaio 2017, una commedia che è stata diretta da Gennaro Nunziante che ha anche scritto il soggetto e la sceneggiatura con Checco Zalone. La produzione della pellicola è stata firmata da Pietro Valsecchi mentre le case di produzione che hanno aderito al progetto sono la Medusa Film e la Taodue. Il montaggio del film è stato realizzato da Pietro Morana con le musiche che accompagnano l'estesa del film e della colonna colonna sonora che sono state composte dallo stesso Checco Zalone. La scenografia è stata ideata e lavorata da Sonia Peng e la fotografia è stata gestita da Federico Masiero, i costumi di scena invece, sono stati prodotti da Mary Montalto. La pellicola è stata prodotta in Italia nel 2011 ed è uscita nelle sale cinematografiche il 5 gennaio dello stesso anno. La pellicola è interpretata dal comico Checco Zalone e questo realizza il secondo film che lo vede come protagonista dopo il primo Cado dalle nubi uscito nel 2009 e diretto dallo stesso regista Gennaro Nunziante.

CHE BELLA GIORNATA, IL FILM IN ONDA SU CANALE 5 OGGI, 12 GENNAIO 2017: IL CAST - Che bella giornata, il film in onda su Canale 5 oggi, giovedì 12 gennaio 2017 alle ore 21.10, una pellicola dal genrere comica italiana che più ha incassato negli ultimi anni, ovvero Che bella giornata, pellicola che vede per la seconda volta Checco Zalone in un ruolo da protagonista. Il film vede anche una breve apparizione di Caparezza e si caratterizza per aver incassato qualcosa come poco meno di 43 milioni e mezzo di euro, record che poi lo stesso comico pugliese ha superato con la sua pellicola successiva, uscita al cinema due anni dopo. Ma ecco nel dettaglio la trama del film.

CHE BELLA GIORNATA, IL FILM IN ONDA SU CANALE 5 OGGI, 12 GENNAIO 2017:  LA TRAMA Checco Zalone in questa nuova pellicola vive da circa trent'anni in Brianza e per tirare su qualche soldo svolge il lavoro di buttafuori in un locale notturno della zona. Il suo sogno nel cassetto, nemmeno troppo nascosto, è quello di vestire la divisa di carabiniere, ma dopo tre tentativi andati a vuoto il suo sogno sembra destinato a rimanere tale. Ad un certo punto, grazie ad una "spintarella" dell'arcivescovo della diocesi milanese, riesce a guadagnarsi un posto come addetto alla sicurezza del Duomo. Tuttavia ben presto si capisce che non risulta per nulla tagliato per un lavoro simile. Un giorno conosce Farah, quest'ultima è una giovane araba che ufficialmente è studentessa universitaria e che in realtà vuole compiere un atto terroristico con l'aiuto di alcuni suoi familiari, per vendicarsi della morte di alcuni suoi cari, avvenuta nel corso di alcune operazioni occidentali contro il terrorismo in un non meglio indicato Paese arabo. Il fratello della ragazza le consiglia di farsi amico Checco e di utilizzarlo come mezzo inconsapevole per portare a termine il proprio disegno. Ovviamente Checco si invaghisce della ragazza e alla fine riesce a convincere anche i suoi genitori e i suoi amici della bontà di questa relazione. Alla fine anche i genitori si convincono e invitano la giovane in uno degli eventi più importanti per una famiglia meridionale, ovvero il battesimo di un nipote. La tipica ospitalità meridionale, con cene interminabili, mette ko Farah e i suoi complici, i quali non riescono a portare a termine un attentato perchè messi ko da una cena preparata dai genitori di Checco. A questo punto il fratello di Farah e gli altri complici decidono di lasciare l'Italia, mentre Checco deve fare inconsapevolmente i conti con il fatto che il maggiore dei Carabineri che non gli ha mai fatto passare l'esame sta facendo letteralmente di tutto per fargli perdere il posto. Alla fine è però una leggerezza compiuta da Checco stesso a costargli il posto: un giorno infatti sottrae un dipinto per compiacere Farah e si ritrova quindi senza lavoro dall'oggi al domani. Per Checco c'è però qualcosa per cui gioire, anche se lui sembra non rendersene troppo conto. Farah infatti ha cominciato a provare un forte sentimento d'amore nei suoi confronti, anche se non glielo dichiara in modo chiaro, ma cerca di farglielo capire attraverso piccoli gesti quotidiani. La ragazza, che da quando aveva perso i suoi cari a causa delle operazioni antiterrorismo condotte dalla Comunità Internazionale, non riusciva più a guardare con gioia alla vita, sembra finalmente essere rinata, e tutto grazie a Checco e alla sua famiglia. Alla fine la ragazza decide di non portare a compimento dell'attentato e si ritrova quindi costretta a lasciare l'Italia. Con un ardito stratagemma riesce però a far credere ai mandanti di quello che doveva essere l'attentato al Duomo di Mlano, che Checco ha fatto saltare in aria altri simboli della cristianità e che quindi la vendetta è stata alla fine compiuta. La pellicola termina quindi con Checco che grazie alla ennesima raccomandazione riesce a trovare una nuova remunerativa occupazione, diventando addirittura la prima guardia del corpo del Pontefice.

© Riproduzione Riservata.