BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Teresa Ann Savoy/ Morta icona del cinema degli anni ’70: fu la musa di Miklós Jancsó (oggi, 13 gennaio 2017)

Teresa Ann Savoy, morta icona del cinema degli anni '70: ha lavorato con Tinto Brass e in Sandokan di Sergio Sollima. L'attrice aveva 62 anni (oggi, 13 gennaio 2017)

Teresa Ann Savoy (foto da Twitter) Teresa Ann Savoy (foto da Twitter)

È morta l'attrice inglese classe 1955 Teresa Ann Savoy. La donna aveva recitato in tutto in undici film, diventando anche la musa di un regista famosissimo come Miklós Jancsó recitando nei film Vizi privati, pubbliche virtù del 1976 e ne Il cuore del tiranno del 1981. Il regista ungherese è morto anche lui alla fine di gennaio di tre anni fa, regista di tantissime pellicole di successo e che in Teresa Ann Savoy aveva grandissima stima. L'attrice infatti interpretò due ruoli veramente importanti nonostante la giovane età. Un'attrice in grado di assumere diverse sfaccettature e di interpretare parti molto complicate in cui calarsi anche per uno spessore mentale non adatto a tutti.

E' morta Teresa Ann Savoy attrice inglese classe 1955 che aveva recitato in tantissimi film italiani. Tra questi vogliamo ricordarne uno che sconvolse in maniera profonda il nostro paese e che la vedeva come attore protagonista insieme a Gigi Proietti. Il film in questione del 1974 era 'Le farò da padre' diretto da Alberto Lattuada con anche l'attore romano in dei panni che non avrebbe mai più rivestito in carriera. Il film infatti racconta la nascita di un rapporto morboso tra l'avvocato Saverio Mazzacolli, interpretato proprio da Proietti, e la piccola Clotilde, Teresa Ann Savoy, ragazza tanto bella quanto problematica. Un film importante e che affrontava argomenti probabilmente ai quali l'Italia non era pronta alla metà degli anni settanta.

Per il cinema è una grande perdita quella di Teresa Ann Savoy. E' infatti morta oggi l'icona del cinema anni settanta che aveva recitato con Tinto Brass nel film Salon Kitty del 1976. Tra i tanti ricordi nei suoi confronti commuove quello di Nocturno rivista specializzata in cinema di genere e punto di riferimento da parte di molti cinefili. Sulla pagina di Twitter leggiamo: "In ricordo della nostra amica Teresa Ann Savoy. Buon viaggio, Terry", clicca qui per il tweet e per i commenti dei follower. Sicuramente sono tantissimi quelli che erano affezionati a una figura storica del nostro cinema.

Si è spenta all’età di 62 anni Teresa Ann Savoy, icona del cinema degli anni ’70: l’attrice, originaria di Londra, si è trasferita in Sicilia a soli sedici anni ed è stata lanciata sul grande schermo dal regista Alberto Lattuada, che l’ha scelta per recitare all’interno di Le farò da padre, pellicola del 1974. Teresa Ann Savoy è morta a Milano: aveva lavorato anche con Tinto Brass, per il film Salon Kitty (1976) e Caligola (di tre anni dopo, era il 1979, e l’attrice aveva dato il volto alla magnifica Drusilla), ma durante la sua carriera aveva preso parte anche a diversi sceneggiati, tra cui il famoso La tigre è ancora viva: Sandokan alla riscossa! diretto da Sergio Sollima nel 1977, dove assunse il ruolo di Jamilah. Dopo il 1989 l’attrice si è presa un decennio di pausa per tornare sulle scene con La fabbrica del vapore, diretto da Ettore Pascucci. Impossibile, infine, non nominare anche il lavoro al fianco del regista Miklos Jancsò, ne Il cuore del tiranno (1981).

© Riproduzione Riservata.