BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Cinema, Televisione e Media

JUSTIN BIEBER/ Il Pastore Carl Lentz: "Ha lavorato tanto per essere la versione migliore di se stesso"

Justin Bieber e il suo miglioramento, evidenziato dalle parole del Pastore Carl Lentz: "Il cantante ha lavorato tanto per diventare la versione migliore di se stesso"

Justin BieberJustin Bieber

Per giorni l'avvicinamento tra Justin Bieber e Selena Gomez è stato uno degli argomenti più dibattuti dagli appassionati di musica e di gossip di tutto il mondo. La coppia, dopo essere stata sorpresa insieme in varie circostanze a Los Angeles, ha poi fatto perdere le tracce di sé. Qualcuno ha ipotizzato che tra loro fosse già tutto finito, qualcuno invece ha pensato che desiderassero stare più attenti per evitare nuovi scandali. Ma il motivo di questa momentanea assenza di informazioni è diverso: gli Jelena devono soddisfare anche gli altri impegni lavorativi, tanto che Justin in questi giorni non si trova neppure a Los Angeles. La pop star ha lasciato per qualche giorno Los Angeles e si è recato in Canada, il suo Paese d'origine. È stato infatti fotografato insieme alla squadra di hockey (sport da sempre molto caro al cantante e che cerca di praticare in ogni momento libero) dei Bentleys.

Justin Bieber: le dichiarazioni di Carl Lentz

Archiviate per qualche giorno le news di gossip relative a Justin Bieber e Selena Gomez, è il rapporto del cantante con la religione ad essere preso in considerazione da Carl Lentz, il Pastore della Hillsong Church al quale il cantante è legatissimo. Solo qualche giorno fa, infatti, la pop star ha pubblicizzato nel suo profilo Instagram il nuovo libro dell'amico, una delle poche persone che gli è stata sempre vicina anche nei momenti più bui della sua vita. Lentz si è detto molto soddisfatto del percorso di Justin che ha lavorato tanto su se stesso per diventare una persona migliore: "Penso che Justin debba prendersi il merito di tutti i suoi cambiamenti e soprattutto della scelta di lasciare che Dio si serva di lui. Justin ha fatto tutto da solo. Ha lavorato davvero tanto per essere la versione migliore possibile di se stesso, per questo sono molto orgoglioso di lui. Lo ammiro davvero tanto". E sui suoi insegnamenti ha voluto mettere le cose in chiaro: "Credo che Justin abbia una relazione molto profonda e matura con Dio. Credo che i miei insegnamenti siano stati il nulla rispetto al suo desiderio, amore e alla sua passione per Gesù. Dovrebbe essere sempre così."

© Riproduzione Riservata.