BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Cinema, Televisione e Media

MICKEY ROURKE/ L'attore e i periodi bui della sua vita: “Ho vissuto in stanberghe" (Music)

Mickey Rourke a Music: l'attore pronto a raccontarsi ai microfoni di Paolo Bonolis. Le sue trasformazioni dopo una vita di eccessi. L'amore per i cani: uno gli ha salvato la vita

Mickey Rourke a MusicMickey Rourke a Music

Ospite nella nuova puntata di Music, Mickey Rourke è parso a molti irriconoscibile, scatenando per questo mkolte critiche dal web. Molte però le rivelazioni importanti della star che anche in passato ha raccontato di aver avuto momenti difficili. In un'intervista a La Repubblica, ha infatti dichiarato: “(…) per anni mi sono rifiutato di riconoscere le mie colpe e i miei difetti. Mi sono comportato in maniera sciocca e non professionale. Davo la colpa a questo e quel produttore o studio, ma la verità è che ero io e solo io, Mickey Rourke, che si dava la zappa sui piedi”. Su ciò che ricorda di questi anni bui, l'attore ed ex pugile ha aggiunto “Ho vissuto in stanberghe e puzzolenti appartamentini dopo aver scialacquato ricchezze. Poi ho fatto terapia, per anni. Sono finalmente riuscito a capire che il problema ero io stesso. Ho sofferto come un cane, mi sono ritrovato da solo, ma solo così mi sono potuto riprendere”. (Anna Montesano)

L'ATTORE IRRICONOSCIBILE, IL WEB NON PERDONA

Mickey Rourke è stato ospite di Paolo Bonolis a Music. La presenza dell’attore americano su Canale ha lasciato molto a bocca aperta, soprattutto per l’aspetto di Rourke che è apparso molto provato. “Mickey Rourke ieri da Bonolis l'ho visto un po’ imbruttito…” e “Mickey Rourke forse indossava una maschera”, hanno scritto due utenti su Twitter. “Mickey Rourke vecchio ed irriconoscibile. Ma è lui o non è lui”, ha fatto eco un altro internauto. Non sono mancati commenti ironici e paragoni con Patti Pravo, anche lei ospite di Bonolis: “Sorprendente #MickeyRourke. Non sapevo imitasse così bene #Pattypravo. Complimenti!” e “Non è #PattyPravo è #MickeyRourke con la parrucca bionda #music”, si legge sul social. L’attore è stato paragonato anche a uno dei Pooh: “Sarà stata la vecchiaia, o le droghe, le donne e gli alcolici o tutte 'ste cose insieme, ma non riesco a capire come Mickey Rourke si sia trasformato in Riccardo Fogli. #MickeyRourke #somiglianze”. Infine c’è anche chi ha ringraziato Bonolis per aver invitato Rourke: “Grazie #music per aver dato voce ai silenzi di #MickeyRourke!! È stato emozionante scoprire il suo passato e le sue fragilità. Certo, non può e non deve giustificare la sua violenza, ma se non si può biasimare, almeno si può comprendere! #mitico #sexsimbol #intramontabile”. (agg. Elisa Porcelluzzi)

LE LACRIME DELL'ATTORE

Mickey Rourke non è riuscito a ringalluzzire gli ascolti traballanti di Music, il programma condotto da Paolo Bonolis in onda ieri sera sulla rete ammiraglia di Casa Mediaset. Il programma si è aperto con Checco Zalone. Poi è proseguito con il celebre attore, diventato famoso dopo aver girato '9 settimane e mezzo'. Dopo un esordio con 3.222.000 telespettatori, pari al 15,32% di share, incredibilmente ieri è andato ancora peggio. Music ha concluso con 3.089.000 spettatori, 15,1% share. La serata è stata vinta da "Indietro tutta trenta e l'ode", che ha concluso con 3.888.000 spettatori, 19,2% share. Anche la partita Milan - Verona in onda su Rai1 è andata meglio del programma di Bonolis, che ha concluso con ascoltatori maggiori (3.139.000) ma share minore (12,3%). Dopo Music, segue Chi l’ha visto? su Rai 3 che ha appassionato 2.335.000 spettatori, 10,9% share. Su Italia 1 invece, Jack Frost ha conquistato 1.337.000 spettatori, 5,7% share. Rete 4 invece, con la pellicola dal titolo Renegade – Un osso troppo duro, ha concluso la serata con 1.129.000 spettatori, 4,7% share. (Aggiornamento di Valentina Gambino)

IL PASSATO DA PUGILE PROFESSIONISTA

Mickey Rourke ha trovato il successo mondiale grazie alla sua interpretazione nella pellicola con Kim Basinger, dal titolo: "9 settimane e mezzo". Dopo una grandissima fama, alcune vicende personali l'hanno portato ad allontanarsi dal mondo del cinema, fino alla lenta risalita. Ma conoscete davvero tutto di lui? Mickey Rourke, all’anagrafe Philip André Rourke Jr, è nato il 16 settembre del 1952 a Schenectady, New York, ma è cresciuto nel quartiere di Liberty City a Miami. È alto 1,80 ed è di religione cristiana ecco perché, proprio il settimanale "Chi" l'ha beccato in Chiesa mentre girava serenamente nella Capitale in attesa di partecipare alla seconda puntata di Music, con Paolo Bonolis. Il suo segno zodiacale è la Vergine. L'attore ha una sorella Patty, un fratello e altri 6 fratelli nati dalle seconde nozze della madre. Fin da ragazzino, era un grande appassionato del pugilato, tanto da frequentare la palestra sulla Quinta Strada di Miami Beach dove è stato notato come atleta intraprendendo una breve carriera da pugile professionista partecipando a 20 incontri di cui solo 4 sono stati persi. Dopo le "scazzottate", ha deciso di dedicarsi alla recitazione. (Aggiornamento di Valentina Gambino)

L'ATTORE BECCATO TRA LE PAGINE DI "CHI"

Mickey Rourke è arrivato in quel di Roma circa una settimana fa. L'attore, per via dei continui ritocchini estetici, ha avuto la possibilità di girare indisturbato nella Capitale in quanto, nessuno l'aveva riconosciuto. Tra le pagine del settimanale "Chi", l'icona del cinema hollywoodiano degli anni Ottanta, è stato pizzicato in chiesa, mentre usciva dopo un suo personale momento di raccoglimento. Nel frattempo, anche ieri ha avuto modo di raccontarsi al suo pubblico, che non lo vedeva ormai da molti anni. Commozione per il suo cane morto e poi anche il ricordo di Kim Basinger e l’indimenticabile 9 settimane e mezzo, pellicola che gli ha regalato la fama mondiale. La sua chiacchierata con Paolo Bonolis poi, si è conclusa affermando di avere paura della morte ma non di morire. L’attore è stato il secondo ospite del conduttore televisivo che inizialmente, ha avuto il piacere di aprire il suo secondo appuntamento con Music, intervistando Checco Zalone, lontano dagli schermi da oltre due anni. Staremo a vedere se questi ospiti, permetteranno al conduttore una massiccia risalita. (Aggiornamento di Valentina Gambino)

LACRIME PER IL SUO CANE

Mickey Rourke è il secondo, grande ospite di questo nuovo appuntamento con Music. Lo show condotto da Paolo Bonolis vede la nota star hollywoodiana al centro dello studio per un'intervista che parte dagli esordi nel mondo del cinema: "È stato un grande onore lavorare con Francis Ford Coppola, è stato l'inizio della mia carriera e quindi ero un pò terrorizzato". Non riesce a trattenere le lacrime quando si parla del suo cane: "Posso parlare delle donne ma non del mio cane, lui era davvero speciale" confessa il grande attore, ricordando la morte del suo affezionato cane. Non mancano racconti sul suo passato da pugile e una piccola dimostrazione a Bonolis sugli allenamenti che faceva anche in albergo, nei momenti liberi. Confessa poi di essersi sentito insicuro nella scena più nota di Nove settimane e mezzo. (Anna Montesano)

LA PASSIONE PER LA BOXE

Sicuramente l'ospite più atteso della puntata di stasera di Music sarà l'attore americano Mickey Rourke. Non tutti sanno però che questo splendido attore ha vissuto dei momenti molto controversi nella sua carriera, decidendo nel 1991 di abbandonare l'attività da professionista per dedicarsi a quello che è stato l'amore più grande della sua vita la boxe. Protagonista di due film simbolo come Homeboy e The Wrestler dopo il boom iniziale della sua carriera Mickey Rourke vive un declino anche per le sue scelte bizzarre e un modo di comportarsi sul set non sempre tollerato da tutti nella sua eccentricità. Torna a boxare proprio nel 1991 senza mai perdere un incontro, ma con avversari di livello inferiore tanto che in molti pensano questi sia una trovata pubblicitaria per ottenere parti da attore. Negli anni novanta comunque non si ferma nel recitare, senza però riuscire ad ottenere il successo di prima, fino a toccare il fondo nel 1997 con 9 settimane e 1/2 - La conclusione che viene amaramente criticato. Nel nuovo millenio però torna a ottenere grande successo anche per un fascino mai tramontato. Sicuramente stasera da Paolo Bonolis racconterà questo momento molto complicato della sua vita. (agg. di Matteo Fantozzi)

FOLLA DI AMMIRATRICI A ROMA

Tra gli ospiti di Music ci sarà anche Mickey Rourke. L'attore, all'anagrafe Philip André Rourke Jr., si racconterà ai microfoni di Paolo Bonolis attraverso la magia della musica. Considerato per anni un sex symbol di livello internazionale, ora è molto cambiato. Sarà allora interessante scoprire la reazione del pubblico italiano quando lo vedrà su Canale 5, perché l'attore che negli anni Novanta faceva girare la testa a milioni di donne oggi è solo la maschera di se stesso. Si fatica a riconoscerlo nelle immagini che arrivano da Los Angeles. Decisamente diverso dal Mickey Rourke di “Nove settimane e 1/2”, l'attore ha esagerato con la chirurgia estetica, soprattutto in viso. Il taglio lungo prova però a coprire i difetti causati dai ritocchini, ma restano ben visibili. Anche il look fa discutere: l'ex divo di Hollywood ne ha sfoggiato uno eccentrico a Beverly Hills, girando con un golfino corto all'ombelico, jeans aderenti e stivali a punta. Chissà come si presenterà a Music...

MICKEY ROURKE FA STRAGE DI CUORI A ROMA

Nonostante le sue trasformazioni, Mickey Rourke può vantare un fascino senza tempo. Arrivato in Italia per prendere parte a Music, il programma condotto da Paolo Bonolis, l'attore è stato beccato qualche giorno fa in un noto locale di Piazza del Popolo, a Roma. Conosciuto per la sua irascibilità e impulsività, l'ex pugile statunitense si è infatti infastidito per gli scatti, poi quando si sono placati gli animi si è lasciato immortalare anche con gli amici, cioè la regista Liliana Cavani e l'attore Paco Reconti. La raffica di flash ha attirato l'attenzione dei passanti, quindi in pochi minuti si è sparsa la voce dalla presenza di Mickey Rourke nel centro della città. Un corteo di ammiratrici ha affollato l'ingresso del ristorante per non perdere l'occasione di farsi un selfie con la star di Hollywood. L'indimenticato divo fa ancora strage di cuori: lo dimostrano le attenzione che ha catalizzato nella capitale.

LE TRASFORMAZIONI DI MICKEY ROURKE, OSPITE DI MUSIC

Il tempo passa anche per Mickey Rourke, che dopo una vita di eccessi e sregolatezze sembra quasi irriconoscibile. Negli anni però ci ha abituati a scioccanti trasformazioni. Come quella per interpretare il ruolo di Gareth Thomas, primo rugbista a dichiararsi omosessuale. Mickey Rourke si sottopose ad una plastica agli occhi e ad un allenamento intensivo per perdere peso con l'intento di colmare il divario di 22 anni di differenza tra lui e il giocare. La vita di Mickey Rourke è stata dissoluta e fuori dagli schemi, oltre che contraddistinta dall'abuso di droghe e alcol. Non sono mancate le frequentazioni eccentriche come quella con la star dell'hip hop Tupac Shakur. L'attore 65enne è anche riuscito a costruirsi un personaggio di nicchia, caratterizzato essenzialmente sul ruolo dell'antieroe emarginato con il carattere solitario e ruvido. Quell'eroe però ora sembra solo un lontano ricordo...

“IL MIO CANE MI HA SALVATO LA VITA”

Philip André Rourke Jr., in arte Mickey Rourke, è famoso anche per il suo amore per gli animali. Possiede sei cani, ma ha sostenuto e adottato diversi randagi in difficoltà. “Amo i cani. Sto meglio con loro che con gli umani”, ha dichiarato in un'intervista. E infatti grazie ad uno dei suoi cani è ancora vivo. Lo ha raccontato l'attore stesso, che in un periodo buio della sua vita ha sofferto di depressione. Ha anche tentato il suicidio, ma si è salvato grazie al piccolo Beau Jack. “A un certo punto ho preso una pistola e Beau Jack ha levato lo sguardo verso di me proprio mentre decidevo da che parte del cranio puntarmela”, ha raccontato Mickey Rourke, che ha cambiato idea proprio grazie alla reazione del suo cane. “Si è messo a piangere e mi ha fissato con uno sguardo supplichevole”. Un rapporto unico quello con Beau Jack, infatti nel 2009 lo portò con sé alla cerimonia dei Golden Globe, dove fu premiato come miglior attore per il suo ruolo in “The Wrestler”.

Questa sera #music assolutamente da non perdere ;) @sdl.tv #mickeyrourke

Un post condiviso da Luigi Zomparelli (@luigizomparelli) in data: 13 Dic 2017 alle ore 07:36 PST

© Riproduzione Riservata.