BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

LE DONNE DELL'EST A PARLIAMONE SABATO/ I pubblicitari plaudono alla cancellazione del programma Rai

Le donne dell'est, Nina Moric ironizza sulla polemica nata contro Parliamone Sabato e propone un approfondimento ai vertici Rai su un altro cliché (21 marzo 2017)

Nina Moric (Facebook) Nina Moric (Facebook)

Dopo la chiusura di Parliamone Sabato per la polemica sulla lista delle 'caratteristiche' delle donne dell'Est, arriva il plauso dei pubblicitari. Cesare Casiraghi, uno tra i più riconosciuti pubblicitari italiani, come riporta l'agenzia di stampa Agenpress, ha infatti dichiarato a proposito della vicenda che “chiudere Parliamone Sabato, senza indugio e senza appello, era certamente doveroso ma in questo caso il gesto va sottolineato perché assume un significato che va ben oltre la sanzione ai produttori della trasmissione”. Il pubblicitario spiega che “per anni in Rai abbiamo visto, mi si consenta la scherzosa citazione, 'di tutto e di più', dal trash, all’improvvisazione alle bestemmie, e relativo seguito di polemiche, senza poi nessuna sostanziale conseguenza". Quindi ben venga la "nuova gestione" del servizio pubblico e una sanzione che "rappresenta un valido monito per chi mai ancora fosse tentato a rincorrere qualche punto di audience o qualche polemica sui media a discapito della qualità, del rispetto del telespettatore e comunque anche delle aziende che in Rai investono con la loro pubblicità”.

Ride Eva Henger della polemica sulle donne dell'Est scoppiata a Parliamone Sabato. L'ex attrice pornografica, ungherese naturalizzata italiana, è stata intervistata ieri dal programma di Radio Rai 1 Un giorno da pecora. Come riporta Il Giornale Eva Henger, riguardo ai tradimenti, ha sottolineato che "non è vero niente di quanto scritto. Ad esempio non è vero che noi perdoneremmo i tradimenti: mio marito ancora sta ridendo. Lui sa che se mi tradisse farebbe una brutta fine". Poi ha aggiunto di "non essersi sentita offesa" dalla lista delle 'caratteristiche' delle donne dell'Est di cui si è parlato nell'ultima puntata di Parliamone Sabato. "Non capisco questo grandissimo clamore - ha affermato Eva Henger a - mi pare che questa lista sia più offensiva per le donne italiane. Tutto il mondo è paese, non c'è differenza tra italiane, donne dell'Est oppure latino-americane. Anzi, a dirla tutta le donne delle mie parti sono passate anche un po' di moda rispetto a 15 anni fa....prima andavano di moda le ragazze dell'Est, ora vanno più le latino americane".

Interviene anche l'associazione a difesa dei consumatori sul caso delle donne dell'est a Parliamone Sabato. Secondo il Codacons si tratta di una "polemica ipocrita e insensata". Il presidente dell'associazione Carlo Rienzi, sottolinea infatti che “tutti si scandalizzano per la 'lista' con i motivi per scegliere una fidanzata dell’est, ma nessuno rimane turbato quando, sfogliando le pagine dei quotidiani, la donna appare come un mero oggetto. La rappresentazione delle donne che danno oggi i giornali è assai peggiore del servizio trasmesso da Rai1, perché sulle pagine dei quotidiani il corpo femminile e l’immagine della donna vengono continuamente umiliati e mercificati. Eppure non ci sembra che chi oggi si indigna con la Perego abbia mai protestato contro i direttori delle varie testate giornalistiche”. Rienzi aggiunge poi che " "parlare delle 'fidanzate dell’est' e delle caratteristiche di donne di altri paesi non ci pare uno scandalo, ma anzi affronta una questione sociale esistente nel nostro paese, dove cresce costantemente il numero di donne provenienti dall’Europa dell’est, e può essere utile per portare ad una riflessione non solo sulla donne ma anche e soprattutto sugli uomini italiani e sui loro comportamenti”.

Continua l'ondata di polemica nei confronti della Rai, per lo scandalo sollevato in seguito ad una puntata di Parliamone Sabato. La decisioni dei vertici della televisione di Stato di chiudere il programma condotto da Paola Perego, sembra che non abbia avuto lo sperato effetto calmante. I telespettatori, dopo aver infuocato Twitter, stanno prendendo di mira in queste ore i profili social delle persone coinvolte, a partire dal profilo ufficiale Facebook della Rai, fino a quello della Perego, senza dimenticare haters e supporters. Fra i contestatori, seppur ironici, anche Nina Moric che si è sentita giustamente chiamata in causa. Nel suo perfetto stile velato e ridanciano, la modella ha voluto commentare quanto è successo, semplicemente ipotizzando una futura puntata di Parliamone Sabato concentrata sul perché le donne preferirebbero gli uomini africani. I commenti e i like in questi casi si sprecano, mentre continuano a borbottare anche persone della fazione opposta. Alcuni, infatti, pensano che le polemiche provengano solo da cittadini eccessivamente bigotti, che alla fine contesterebbero una verità oggettiva. Clicca qui per vedere il post di Nina Moric. Si schiera fra le fila dei sostenitori di Paola Perego anche il Consigliere Fabio Altisonante, che ha invece puntato il dito contro i dirigenti Rai. In questo caso, a suo dire, si starebbe solo cercando di eliminare il capro espiatori senza prendersi le responsabilità che un ruolo simile richiede. Clicca qui per vedere il post di Fabio Altitonante

© Riproduzione Riservata.