BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

J-AX REPLICA A DJ JAD/ "Questa è una lapide definitiva sugli Articolo 31": i dettagli del progetto

J-Ax replica a Dj Jad in un video su Facebook: "Amo e rispetto il mio passato, ma sono contento di vivere il mio presente. Questa è una lapide definitiva sugli Articolo 31"

J Ax J Ax

J-Ax replica a Dj Jad in un video su Facebook: la verità sul progetto degli "Articolo 31" - J-Ax ha deciso di replicare a Dj Jad per il caso "Articolo 31". Ma in cosa consiste il progetto del co-fondatore del ben noto gruppo? Dj Jad lo spiega in un'intervista a Soundsblog: "E' un progetto nato grazie alle persone che continuano a volermi bene. In questi anni ho ricevuto migliaia di messaggi in posta privata e su Facebook, tutti mi chiedevano di tornare sulla scena e così li ho voluti accontentare. - e ancora spiega - E' un progetto senza frontman: ci sono quattro musicisti e due voci, una femminile ed una maschile. Proponiamo i miei brani storici riarrangiati e reinterpretati in una chiave nuova. La mia musica non potrà mai morire perché ha un valore di base. Non è business per me. E' un valore che va oltre, è una parte di vita".

J-Ax replica a Dj Jad in un video su Facebook: "Questa è una lapide definitiva sugli Articolo 31" - "Gli Articolo 31 ritornano, e lo fanno con un tour nazionale e un album (in uscita in autunno)" esordiva così il comunicato stampa che ha annunciato il ritorno in scena di Dj Jad, 50% co-fondatore degli Articolo 31. "Il progetto di DJ JAD per i 'nuovi' Articolo 31 non parte dall’idea di un nuovo front-man che sostituisca J-AX ed il ruolo che lo stesso ha rappresentato per il passato e l’importanza del gruppo, ma nasce dal principio che questo progetto possa crescere attraverso sempre nuove collaborazioni a secondo dell’esigenza artistica del momento" aveva inoltre spiegato, un annuncio che ha però suscitato in primis la diffida da parte della Best Sounds, etichetta produttrice degli album degli Articolo 31, impedendo l'uso del marchio possibile soltanto attraverso il pagamento di 10mila euro giornalieri. La questione ha poi sollevato una serie di reazioni, da quelle di Dj Jad a quella di J-Ax.

"Non ho parole per quello che mi sta accadendo, sono amareggiato. Non mi aspettavo una cosa del genere. - ha dichiarato Dj Jad in un'intervista a Soundblog - "Non mi spezzo davanti a niente. A questo giro non mi fermo, vado avanti - dichiarando inoltre di trovare di pessimo gusto la richiesta del risarcimento da parte dell'etichetta - Il mio ex produttore detiene tutte le edizioni dei nostri album, a livello editoriale continua a guadagnare centinaia di migliaia di euro con i nostri brani. Io invece sto con le pezze al cu*o, non me la vivo bene economicamente". Di fronte alle dichiarazioni di Dj Jad, anche J-Ax ha deciso di esprimere la sua posizione in un video, nel quale dichiara “Amo e rispetto il mio passato, ma sono contento di vivere il mio presente. Questa iniziativa mette una lapide definitiva sopra al progetto Articolo 31. Se non era chiaro fosse finita prima, ora lo sarà di certo”. Ecco il video completo

© Riproduzione Riservata.