BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Louis Pasteur/ Il chimico al centro di Ulisse-Il piacere della scoperta: la polemica con la Germania

Louis Pasteur sarà grande e indiscusso protagonista della puntata di Ulisse-Il piacere della scoperta, in onda il 20 maggio e condotto da Alberto Angela. 

Ulisse di Alberto Angela Ulisse di Alberto Angela

Sarà Louis Pasteur il protagonista della puntata di oggi di Ulisse-Il Piacere della scoperta, il programma di Alberto Angela in onda su Rai Tre. Tante le curiosità e le nozioni che riguarderanno il chimico francese, ma ce n'è una che vogliamo raccontarvi ed ha a che fare con una polemica con quello che nel 1882 era il direttore dell'Ufficio sanitario tedesco, Robert Koch. Questi, infatti, negava l'influenza preservatrice dei vaccini scoperta e dimostrata da Pasteur. Il microbiologo transalpino, convinto dalla bontà dei suoi studi, decise allora di lanciare la sfida a Koch, chiedendo al governo tedesco di costituire un'apposita commissione, successivamente nominata dal ministro dell'agricoltura, del demanio e delle foreste. Cosa ne venne fuori? Che Pasteur convinse a suon di dimostrazioni tutti i componenti dell'assemblea, che inizialmente non condividevano le sue posizioni. Tutti tranne Robert Koch, perché è sempre vero che non esiste maggior cieco di chi non vuol vedere...(agg. di Dario D'Angelo)

Torna l'appuntamento col programma di Alberto Angela Ulisse, il piacere della scoperta. Sono tanti gli argomenti trattati nella nuova puntata ma al centro dell'attenzione c'è sicuramente la figura di Luois Pasteur. Si racconta, in particolar modo, di un episodio in cui l'uomo si diede da fare per salvare la vita di un bambino morso da un cane e pericolosamente infettato. Infatti, Ulisse cercherà proprio di indagare sui microorganismi che spesso posso condizionare la vita dell'uomo. Il primo scienzato a ipotizzare l'esistenza dei batteri fu proprio Pasteur, desideroso di scoprire la verità sulle malattie che colpivano gli animali e l'uomo, cercando di trovarne un rimedio. Fu così che nacque il primo vaccino.

Louis Pasteur nasce a Dole nel 1822. Suo padre Jean Pasteur era un veterano delle guerre napoleoniche. Crebbe nella città di Arbois ma successivamente si recò a Besançon, diplomandosi in lettere e scienze. Il preside della scuola gli suggerì di iscriversi all'Ecole Normale Superieure, classificandosi prima quattordicesimo e poio terzo rifacendo l'esame. Nel 1949 incontrò la moglie Marie Laurent, figlia del rettore dell'Università di Strasburgo con la quale ebbe cinque figli. Fu nel 1955 che iniziò a dedicarsi allo studio dei microorganismi, diventando nel 1862 membro dell'Accademia delle scienze francese per la dimostrazione della verità della teoria sulla biogenesi a discapito della teoria della generazione spontanea. Nel 1876 Pasteur tentò di ottenere un seggio al Senato perdendo l'elezione con 62 voti. Tra il 1880 e 1895 si dedicò allo studio del colera e del carbonchio. Il 14 novembre 1888, venne inaugurato l'Istituto antirabbico chiamato in onore della sua scoperta.

Luois Pasteur è stato al centro di alcune delle più grandi scoperte dell'ottocento, risolvendo alcune delle malattie più gravi che lo dilaniavano attraverso lo studio specifico sui microorganismi. Ha studiato le anomalie della fermentazione della birra, fermentazione del vino e dell'aceto, la pastorizzazine, le malattie del baco da seta, il colera dei polli, la rabbia silvestre e la sieroterapia. Grazie alle sue scoperte è considerato il fondatore della moderna microbiologia, operando anche nel campo della chimica e occupandosi anche della fisica.

© Riproduzione Riservata.