BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

LA VENDETTA E' UN PIATTO CHE SI SERVE FREDDO/ Su Rai Movie il film con Leonard Mann. Curiosità(19 giugno 2017)

La vendetta è un piatto che si serve freddo, il film in onda su Rai Movie oggi, lunedì 19 giugno 2017. Nel cast: Leonard Mann, Ivan Rassimov e Klaus Kinski. Il dettaglio della trama.

La vendetta è un piatto che si serve freddo La vendetta è un piatto che si serve freddo

La vendetta è un piatto che si serve freddo è il film che andrà in onda su Rai Movie oggi, lunedì 19 giugno 2017. Una pellicola western che è stata diretta da William Redford che si è occupato anche della sceneggiatura con Monica Felt. La produzione è stata firmata da Pasquale Squitieri mentre la casa di produzione che ha contribuito alla realizzazione del film è la Filmes Cinematografica con la distribuzione in Italia gestita dalla Produzioni Atlas Consorziate. Il montaggio del film è stato realizzato da Antonietta Zita con le musiche della colonna sonora che sono state composte da Piero Umiliani. La pellicola è stata prodotta in Italia nel 1971 e la sua durata è di circa 97 minuti. I temi principali sono sicuramente il razzismo, il predominio del più forte verso il più debole, l'alleanza tra due etnie diverse accomunate dallo stesso destino ed infine, il più importante, il riscatto e la vendetta che ne deriva. Pare che il film sia il secondo ed ultimo film western di Squitieri, il quale ha sempre dichiarato di esser dalla parte degli indiani.

, il film in onda su Rai Movie oggi, lunedì 19 giugno 2017 alle ore 23.25. Una pellicola di genere western che è stata prodotta in Italia nel 1971 e diretta da Pasquale Squitieri. Tra i personaggi principali figurano i volti di Leonard Mann, Ivan Rassimov e Klaus Kinski. Il film ha ottenuto un buon punteggio nei confronti della critica cinematografica di allora, anche grazie agli scenari, le musiche e la cura con la quale gli sceneggiatori ed i produttori hanno realizzato questo film. Tuttavia, pare che il film non abbia aggiunto nulla di innovativo nei confronti del tipico western all'italiana, restando comunque un film tutto da gustare. Ma vediamo nel dettaglio la trama del film.

La vicenda ruota intorno a Jim Bridges, denominato "capelli gialli", un uomo cresciuto nel rancore in quanto da bambino qualcuno gli ha sterminato la famiglia e ha sempre creduto che fossero stati gli indiani ma le cose non sono esattamente andate così, infatti, l'uomo cresce nell'odio rivolto verso gli indiani e nella convinzione che un giorno sarà proprio lui a farli fuori. Ma una volta diventato adulto scopre che sono stati uomini bianchi come lui travestiti da indiani stessi. Il loro scopo era quello che i cittadini cedessero loro delle terre, seminando il terrore e la disperazione.

A capo della banda del terrore c'era Perkins, a sua volta incaricato da un direttore che presiedeva un giornale locale. La trama si fa interessante, poiché Jim decide di allearsi con gli indiani nel nome della vendetta contro i bianchi, perché anche gli indiani hanno subito a causa loro. Insieme al capo della tribù indiana, escogitano un piano per trovare la vendetta e cercare di riscattare ognuno le proprie ingiustizie. Bridges entra alle dipendenze di Perkins, per poterlo studiare da vicino, grazie al contributo degli indiani riesce a mettere i bastoni tra le ruote a Perkins e la sua banda, in quanto stavano escogitando un nuovo e terribile piano razziale.

© Riproduzione Riservata.