BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

QUANTICO 2 / Anticipazioni del 20 giugno: nuovi terroristi in arrivo?

Quantico 2 anticipazioni del 20 giugno 2017, in prima Tv assoluta su Fox. Clay è ormai fuori dai giochi ed il peso della task force è su Alex. Qual è il piano di Roarke?

Quantico 2, in prima Tv assoluta su Fox Quantico 2, in prima Tv assoluta su Fox

Nella prima serata di oggi, martedì 20 giugno 2017, la Fox trasmetterà un nuovo episodio di Quantico 2, in prima Tv assoluta. Sarà il 21°, dal titolo "Rainbow". Prima di scoprire le anticipazioni, ecco dove siamo arrivati la scorsa settimana: Alex (Priyanka Chopra) e Owen (Blair Underwood) partecipano alla missione in segreto, di nascosto dalla task force. Shelby (Johanna Braddy) e Ryan (Jake McLaughlin) si confrontano invece sui reciproci sentimenti, visto che la prima non fa che pensare a Clay (Hunter Parrish), mentre il secondo ha ancora in mente Alex. Più tardi, Roarke (Dennis Boutsikaris) accusa pubblicamente Claire (Marcia Cross) di impeachment e Clay decide di impedirgli di infangare la madre con ogni mezzo. Per riuscire a conquistare la fiducia dei Collaboratori, Alex viene affiancata alla Winter (Elisabeth Waterston) e decide di mettere in difficoltà uno dei membri anziani. Nel frattempo, Roarke fissa un appuntamento con Clay e gli propone di aiutarlo nel fare fuori la madre, in cambio del suo sostegno nel riabilitare tutta la famiglia una volta eletto come Presidente. Gli rivela solo dopo che ha già contattato un giornalista in modo che il loro incontro figuri in modo diverso agli occhi dell'opinione pubblica. Visto il tradimento di Felix (Jon Kortajarena), Clay decide di sfruttare a sua volta l'ex amico per arrivare fino a Nimah (Yasmine Al Massri). Shelby tuttavia è costretta ad ingannare l'amica per poter ottenere un incontro segreto con Felix. Più tardi, Ryan localizza il cellulare di Alex alla sede dell'FBI, dove l'agente e Alice incontrano i dirigenti. All'ingresso, la sicurezza trova una bottiglia d'acqua nella borsa di Alex, che invece non ricorda di averla portata con sé. Dopo aver realizzato che si tratta di un piano per fare un nuovo attacco, Alex confida tutto ad Owen, che le suggerisce di lasciare che i Collaboratori seguano il loro piano. Mentre l'agente si imbatte in Ryan e lo coinvolge nell'operazione, Shelby incontra Felix con il solo scopo di trasferire dei files compromettenti dal proprio cellulare al suo. Il piano tuttavia salta per un evento fortuito. Dopo averli smascherati, Raina affronta Shelby e l'accusa di aver ingannato non solo lei, ma anche un uomo innocente. Anche Alex e Ryan vivono una forte tensione, dopo non essere riusciti a trovare la bottiglia d'acqua di Alice. In seguito all'attacco terroristico sventato, la responsabilità ricade di nuovo su Claire e Clay decide di lasciare il suo ruolo nella task force per via del proprio fallimento. La Presidente è quindi costretta a lasciare la carica alla Casa Bianca ed in un incontro con Alex le chiede di impedire che Roarke possa uccidere delle persone. 

Roarke firma 30 ordini esecutivi in soli 5 giorni e rimuove la Cache dal web. Owen realizza solo in quel momento di quanto i Collaboratori siano vicini. Dato che Clay non supporta più la task force, Alex è costretta a rivolgersi a Will, Miranda e Keyes per scoprire quale sia il vero piano di Roarke. Scopre in seguito che i sistemi dell'Avionics sono serviti ad aumentare il profitto della Engin e che sono stati aggiunti dei velivoli al parco già esistente. La task force realizza invece che nel software è stato nascosto un codice in grado di controllare da remoto gli smartphone in cui è stata installata una app virale creata da un Collaboratore. Seguendo le tracce scoprono anche che in sei voli di linea è presente un musulmano dotato della app, che verrà sfruttata dai Collaboratori per controllare gli aerei e fermarli. In lotta contro il tempo, Shelby richiede un atterraggio d'emergenza, ma anche se l'operazione viene condotta con successo, Roarke sfrutta la situazione a proprio favore. Richiede infatti che venga istituita una nuova Convenzione per riscrivere la Costituzione americana.

© Riproduzione Riservata.