BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Una ragione per vivere e una per morire/ Le curiosità sul film con Bud Spencer (oggi, 18 luglio 2017)

Una ragione per vivere e una per morire, il film in onda su Rete 4 oggi, martedì 18 luglio 2017. Nel cast: Bud Spencer e James Coburn, alla regia Tonino Valerii. Il dettaglio della trama.

Una ragione per vivere e una per morire Una ragione per vivere e una per morire

L'INDIMENTICATO JAMES COBURN

Una ragione per vivere e una per morire, è il film che andrà in onda su Rete 4 oggi, martedì 18 luglio 2017. Si tratta di una pellicola del 1972 frutto di una coproduzione internazionale che ha visto impegnata in prima fila anche l’Italia. La regia è del nostro Tonino Valerii il quale si è anche occupato del soggetto e della sceneggiatura in collaborazione con Ernesto Gastaldi e Rafael Azcona. Il montaggio è stato eseguito da Franco Fraticelli, gli effetti speciali sono stati realizzati da Giovanni Corridori, le musiche della colonna sonora sono state scritte da Riz Ortolani mentre i costumi e la scenografia sono frutto del sapiente lavoro di Elio Micheli. In questa pellicola è presente l’attore americano James Coburn nato a Laurel nell'agosto del 1928 e scomparso a Beverly Hills nel mese di novembre del 2002. Un artista conosciuto in tutto il mondo che spesso ha lavorato in Italia al fianco di eccezionali protagonisti del cinema nostrano e capace di portare a casa nel 1999 il Premio Oscar per il Miglior attore non protagonista per l’interpretazione resa nel film Affliction. Il suo esordio come attore di cinema è avvenuto nell'anno 1958 grazie al regista Budd Boetticher che lo ha voluto nel cast della pellicola L’albero della vendetta a cui ha fatto seguito nel 1959 il film Il volto del fuggiasco dove è stato diretto da Paul Wendhoks. Nel 1960 è nel cast di uno dei film western più amati di sempre: I magnifici sette diretto da John Sturges. Da questo momento in poi Coburn farà parte di molteplici film che hanno ottenuto un enorme riscontro come Sciarada di Stanley Dohen, Sierra Charriba di Sam Peckinpah, Il caro estinto per la regia di Tony Richardson, Il nostro agente Flint, Giù la testa di Sergio Leone, La battaglia di Midway, Sister Act 2 - Più svitata che mai, Il professore matto, L'eliminatore e tanti altri ancora.

IL CAST DEL FILM CON BUD SPENCER DIRETTO DA TONINO VALERII 

Una ragione per vivere e una per morire va in onda su Rete 4 pomeriggio alle ore 16.35. Una pellicola di genere western molto apprezzata che è stata realizzata nel 1972 frutto di una coproduzione internazionale che ha visto impegnata in prima fila anche l’Italia. La regia è del nostro Tonino Valerii il quale si è anche occupato del soggetto e della sceneggiatura in collaborazione con Ernesto Gastaldi e Rafael Azcona. Nel cast grandissimi attori come Bud Spencer, James Coburn, Telly Savalas, Reinhard Kolldehoff e Josè Suarez.

ECCO LA TRAMA DEL FILM "UNA RAGIONE PER VIVERE E UNA PER MORIRE"

È il 1862, siamo negli Stati Uniti quando il colonnello nordista Pennbroke (James Coburn) dopo aver perso sonoramente Fort Holman abbandonando le truppe senza provare a combattere, viene accusato di tradimento e quindi espulso dall’esercito. Nello specifico Pennbroke viene ritenuto di essersi reso di fronte al maggiore sudista Worth, ma in realtà si è visto costretto a cedere le armi perché i suoi nemici avevano preso suo figlio come ostaggio. Ora quindi si trova all’interno di un campo in cui è internato e qui dopo aver cercato in qualche modo di evadere viene accusato di furto. Con lui anche un bandito di nome Eli Sampson (Bud Spencer).

Entrambi gli uomini vengono condotti all’interno di un forte nordista ed è proprio qui che Pennbroke ha l’idea di reclutare, con il consenso del maggiore Charles Ballard (Jose Suarez), alcuni uomini e per la precisione sette che sono condannati a morte ma che potrebbero seguirlo alla riconquista del Forte. Parte così per Pennbroke, per Sampson e per gli altri uomini una bella avventura in cui non mancheranno tutta una serie di intoppi e peripezie.

Dopo alcune vicissitudini per fortuna il gruppo, grazie al coraggio e all’aiuto indispensabile di Sampson che si infiltrerà tra i sudisti, riuscendo a prenderne il controllo, entrerà nel forte. La vittoria sarà del colonnello nordista Pennbroke e dei suoi uomini, ma ci saranno tantissime perdite tant’è che a salvarsi sarà solo Pennbroke e Sampson. Tuttavia però Pennbroke deciderà di vendicarsi anche del comandante del forte, Ward che lo aveva costretto ad abbandonare vigliaccamente il fronte per cercare di salvare suo figlio.

© Riproduzione Riservata.