BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Un ragionevole dubbio / Streaming video del film con Samuel L. Jackson su Rai 3

Rai 3 oggi, 20 agosto, propone in prima serata il film Un ragionevole dubbio, con Samuel L. Jackson e Dominic Cooper. Il cast e la trama della pellicola del 2014

Una scena del film Una scena del film

Serata dedicata al cinema thriller quella di Rai 3 con la messa in onda di Un ragionevole dubbio. Massimo Bertarelli lo definisce su Il Giornale come un ''abominevole giallo''. Il critico sottolinea che come dopo una discreta partenza il film barcolla paurosamente tra aule di tribunali, false piste e sensi di colpa. Concorde è Roberto Nepoti che a La Repubblica sottolinea come il film sia un "thriller nato male che a un certo punto ingrana il pilota automatico". Anche per Valerio Caprara de Il Mattino il film è decisamente ''zoppicante''. Il pubblico di Imdb (Internet Movie Database) gli fa sfiorare la sufficienza con un 5.7 su 10 grazie a quasi 15mila giudizi. Il trailer, clicca qui per il video, ci porta ad avere diverse interessanti anticipazioni che porteranno a prendere anche una scelta su cosa guardare stasera in televisione. Un ragionevole dubbio sarà trasmesso alle 21.10 su Rai 3 e anche in diretta streaming, grazie a Rai Play, sui nostri dispositivi mobili cliccando qui. (agg. di Matteo Fantozzi) 

IL CAST DEL FILM

Oggi, 20 agosto, alle 21:10, Rai Tre manderà in onda Un ragionevole dubbio, un film di genere thriller diretto da Peter Howitt nel 2014. Nel cast troviamo Dominic Cooper, Samuel L. Jackson, Erin Karpluk, Gloria Reuben e Ryan Roobins. Negli Stati Uniti la pellicola è stata vietata ai minori di 17 anni non accompagnati da un adulto per via della violenza e del linguaggio non adatto al pubblico di quell’età. Meglio quindi tenerlo presente. Le vicende si svolgono a Chicago, dove sono state effettivamente realizzate le riprese, come pure nella città canadese di Winnipeg. Va segnalato che il regista, Peter Howitt, ha deciso di firmare questo film con uno pseudonimo, ovvero Peter P. Croudins.

LA TRAMA

Mitch Brockden (Dominic Cooper) è un giovane assistente della procura distrettuale di Chicago che sembra ormai avviato verso una carriera estremamente brillante. Anche la sua vita familiare va a gonfie vele, essendo sposato e padre della piccola Ella, nata da poco.
Quando decide di festeggiare il modo in cui stanno andando le cose, andando a bere con gli amici in un bar, investe però un pedone tornando a casa. Dopo essersi avviato verso una cabina telefonica per chiamare soccorsi, ancora parzialmente ottenebrato dall'alcool bevuto, decide di non procedere, per il timore di veder compromessa la sua carriera. Nella giornata successiva, lo stesso Mitch viene messo al corrente che per l'investimento del passante è stato arrestato Clinton Davis (Samuel L. Jackson), un meccanico che è stato fermato con il cadavere dentro il suo furgone.

Combattuto tra l'esigenza di salvarsi e quella di salvare un innocente, si fa assegnare il caso e una volta approdato in tribunale sembra boicottare apertamente la sua stessa tesi accusatoria. A salvare il meccanico, comunque, sarà il fratellastro, autore della telefonata di soccorso, il quale si assume il peso di quanto accaduto. Alla fine del dibattimento, Clinton Davis è quindi prosciolto dell'accusa, mentre il caso viene archiviato come uno dei tanti omicidi stradali che sono una triste caratteristica di Chicago.

Lo stesso Mitch, però, capisce ben presto come il caso sia molto più complesso, partendo da una serie di dettagli che destano raccapriccio, proprio a proposito di Clinton. L'uomo, nel suo passato, ha avuto infatti un gravissimo trauma dopo aver dovuto assistere all'uccisione della moglie e della figlia a opera di un detenuto in libertà vigilata. Andando avanti nelle sue indagini, scopre infine che si è trasformato in un assassino seriale di delinquenti messi in libertà vigilata dalle autorità. Categoria cui appartiene anche Cecil, l'uomo da lui ucciso, che era stato arrestato per pedofilia. 

Clinton ha però capito cosa stia facendo Mitch e cerca di fermarlo minacciando non solo la sua carriera, ma anche la sua famiglia, senza comunque riuscire nell'intento. La risposta del serial killer è durissima e porta al sequestro di suo fratello, che spinge Mitch a precipitarsi a salvarlo, senza sapere che è una trappola. Quando arriva, infatti, viene arrestato dalla polizia che lo accusa di aver ucciso Cecil e di aver tentato di fare lo stesso con il fratello. Proprio mentre si trova detenuto, Mitch riceve una chiamata telefonica dal serial killer, il quale lo mette al corrente della sua volontà di uccidere di nuovo in modo da scagionarlo da ogni accusa. Capisce quindi come sia sua intenzione uccidere la sua famiglia e decide di evadere, arrivando a casa appena in tempo per dar vita a una violenta colluttazione con Clinton, fermata dai colpi di arma da fuoco con cui la detective Blake Kanon (Gloria Reuben) uccide il suo antagonista.

© Riproduzione Riservata.