BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Cinema, Televisione e Media

ACAB, ALL COPS ARE BASTARDS / Diretta streaming del film Rete 4 con Filippo Nigro (oggi, 16 settembre 2017)

Acab - All cops are bastards, il film in onda su Rai 4 oggi, sabato 16 setembre 2017. Nel cast: Filippo Nigro e Pierfrancesco Favino, alla regia Stefano Sollima. Il dettaglio della trama.

il film drammatico in seconda serata su Rai 4il film drammatico in seconda serata su Rai 4

In occasione della sua pubblicazione nel 2012, Acab ha diviso il parere degli esperti. Secondo Federico Pontiggia de il Fatto Quotidiano, la pellicola, “tra vizi pubblici e miserie private” è “uno sguardo indiscreto sul Reparto mobile, con tanta voglia di genere, deboli echi poliziotteschi e regia criminale”, mentre Alberto Crespi per l’Unità ha sottolineato il significato dell’acronimo che dà il nome alla pellicola: “l’acronimo A.C.A.B., che sta per «all cops are bastards» (tutti i poliziotti sono bastardi), viene dagli ambienti giovanili inglesi e in Italia ha preso piede soprattutto nelle curve degli stadi”. Per Eric Jozsef di Libération, invece, “il film di Sollima cerca anche lui di rovesciare l’immagine dei celerini, anzi di dare un volto, uno spessore umano ai poliziotti incaricati di far rispettare l’ordine, con la forza, di fronte alla violenza degli ultrà degli stadi”. Vi ricordiamo che è possibile visualizzare il film in streaming attraverso i vostri dispositivi direttamente a questo link. (Agg. di Fabiola Iuliano)

CURIOSITÀ

Una pellicola di genere drammatica che è stata affidata alla regia di Stefano Sollima con il soggetto scritto da Carlo Bonini e con la sceneggiatura di Barbara Petronio con Daniele Cesarano e Leonardo Valenti. La produzione del film è stata gestita da marco Chimenz, Giovanni Stabilini e Riccardo Tozzi affiancati dai produttori esecutivi Fabio Massimo Cacciatori e Gina Gardini. Le case di produzione che hanno partecipato alla realizzazione di questo progetto sono Cattleya, Babe Film e Rai Cinema, la distribuzione della pellicola in Italia è stata curata dall'azienda 01 Distribution, il montaggio è stato realizzato da Patrizio Marone con le musiche scritte da Mokadelic e con la scenografia ideata da Paola Comencini. La pellicola è stata prodotta tra Italia e Francia nel 2012 con la durata di 112 minuti circa. La pellicola si conclude inoltre con un collegamento ad un fatto reale e tragico, la morte del tifoso Gabriele Sandri, ucciso da un proiettile vagante nel 2007. In quell'occasione, la Polizia stradale era stata chiamata ad intervenire per sedare una rissa nata in un autogrill della A1 e che è terminata con la morte del 28enne laziale, riconosciuto come uno dei dj più richiesti dai locali di Roma.

NEL CAST FILIPPO NIGRO E PIERFRANCESCO FAVINO

Acab - All cops are bastards, il film in onda su Rai 4 oggi, sabato 16 settembre 2017 alle ore 22.45. Una pellicola drammatica che è stata affidata alla regia di Stefano Sollima. Si tratta del primo lavoro cinematografico del regista, avvenuto nel recente 2012. La trama si basa sul romanzo omonimo scritto da Carlo Bonini, i protagonisti del film sono stati interpretati da Filippo Nigro (Negro), Pierfrancesco Favino (Cobra), e Marco Giallini (Mazinga). Al loro fianco, Francesco Prando, Livio Beshir, Andrea Sartoretti e Domenico Diele, quest'ultimo al centro di uno scandalo recente per via di un omicidio stradale che lo ha portato in carcere come unico responsabile. Il successo della pellicola di Sollima non è evidente solo grazie all'incasso ottenuto al botteghino, che ha sfiorato i 3 milioni di euro. Diverse le nomination a premi ambiziosi ottenuti dal cast, dalla produzione e dal regista, come la vincita di un Nastro d'Argento per Piefrancesco Favino come Miglior Attore Protagonista e per Marco Giallini come Non Protagonista. Nello stesso anno, Favino ha ricevuto inoltre il Premio Flaiano come Miglior Attore. Ma ecco nel dettaglio la trama del film.

ACABS - ALL COPS ARE BASTRADS, LA TRAMA DEL FILM

La storia segue le vicende di tre amici e agenti della Polizia, della sezione Antisommossa, Cobra, Mazinga e Negro. Un'unione che li vede collegati anche sotto il profilo familiare, a causa di un divorzio che potrebbe portare Negro a non rivedere la figlia Carolina. Mazina invece è sotto pressione a causa dell'odio manifesto del proprio figlio, considerato un filo neofascista, mentre Mazinga si trova sotto processo per via di un'aggressione fatta ad un tifoso. Per sfogare le proprie frustrazioni, i tre non esiteranno a svolgere la professione di agenti con violenza e sprezzanti del pericolo, un modo in cui coinvolgeranno ben presto Adriano, uno degli ultimi arrivati in Centrale. La situazione peggiorerà in seguito alla morte di un collega, che spingerà i quattro agenti a mettere a ferro e fuoco la sede degli ultras che in precedenza hanno ferito Mazinga. Nonostante l'iniziale coinvolgimento, Adriano rimarrà profondamente turbato dalla facilità con cui i tre agenti si ergono a giustizieri privati e deciderà di informare le autorità. Intanto, la squadra verrà chiamata ad affrontare una missione ancora più pericolosa, a causa di alcuni disordini che potrebbero avvenire all'esterno dello stadio e che potrebbero sfociare in un nuovo massacro.

© Riproduzione Riservata.