BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Cinema, Televisione e Media

Max Gazzè/ "Mi piace raccontare situazioni surreali" (Un, due, tre.. Fiorella!)

Il cantautore romano Max Gazzè tra gli ospiti d’onore di questa prima puntata dello spettacolo di Rai 1 Un, due, tre.. Fiorella! con Fiorella Mannoia.

Fiorella MannoiaFiorella Mannoia

Sale anche Max Gazzè sul palco al fianco di Fiorella Mannoia nello show "Un, due tre... Fiorella!". Il cantante si esibisce nel suo ultimo successo "La vita com'è" con un coro tutto speciale che vede tra i suoi componenti anche la Mannoia. In una recente intervista a Vanity Fair, il cantante ha voluto spiegare la genesi di due dei suoi successi più belli e complessi: «Il Solito Sesso è un brano molto particolare perché la narrazione si svolge in tempo reale, dal momento in cui alzi il telefono e dici una sequenza di parole senza neanche dare il tempo di rispondere. - per poi spostarsi ad un altro ben noto brano - In Ti Sembra Normale c’è sempre una visione abbastanza dadaista del rapporto uomo/donna: sono sempre delle situazioni un po’ surreali che a me piace raccontare».

PROGETTO AMBIZIOSO

Max Gazzè, che sarà ospite questa sera su Rai Uno dalla Mannoia, ha parlato di Alchemaya, la sua nuova opera rock che a suo dire entusiasmerà i fan. Gazzè l'ha così presentato in una recente intervista a Il Giorno:  «Oltre a cantare, scrivere canzoni, correre in pista con le auto da corsa e giocare a tennis, mi piace indagare il passato; dalle lingue accadiche alla semiotica, gli archetipi. Da questi studi, ormai trentennali, ho voluto trasportare fino a oggi storie con cui provare a leggere il presente». Un progetto molto ambizioso, quello che il cantante ha portato in porto: «Con mio fratello Francesco abbiamo lavorato a lungo sui testi, poi mi sono buttato sull’orchestrazione sinfonica che mi ha assorbito notte e giorno. Il disco uscirà tra fine ottobre e inizio novembre, ma sto preparando pure un documentario con il frutto delle mie ricerche e spezzoni di concerto. Magari a Sky Arte può interessare».

DUETTO CON LEVANTE

Nella prima puntata di Un, due, tre.. Fiorella! ci sarà spazio per tanti ospiti di riguardo come nel caso del cantante e musicista Max Gazzè. Un artista che in questi giorni è in tournee in tutta Italia e che è tra i protagonisti di questa estate 2017 con il singolo ‘Pezzo di me’ in cui duetta con Levante che peraltro in questi giorni sta vestendo i panni di giudice nella nuova edizione di X-Factor. Gazzè è nato a Roma nel luglio del 1967 da genitori di origini siciliane e che ha dato il via alla propria carriera nel 1991, pubblicando da allora qualcosa come 11 album di cui 8 in studio e 3 raccolte. Il successo per lui è però arrivato soltanto nel 1997 con il brano Cara Valentina a cui ha fatto seguito in rapida successione Vento d’estate interpretata con l’amico Niccolò Fabi. Tra gli altri pezzi più amati del repertorio di Gazzè figurano Una musica può fare, La favola di Adamo ed Eva e Il timido ubriaco.

MAX GAZZE' IMPEGNATO PER LE POPOLAZIONI TERREMOTATE

Recentemente Max Gazzè ha aderito al Festival promosso ed ideato da Neri Marcorè, RisorgiMarche. Un evento voluto per dare man forte alle popolazione terremotate. In una recente intervista il cantante ha parlato di questo evento sottolineandone l’ottimo esito: “E’ stato un successo. Suonare e cantare immersi nel verde e in paesaggi meravigliosi è stato davvero emozionante e suggestivo. Soprattutto, come ricordato da Marcorè ad ogni inizio del concerto, era fondamentale far capire perché eravamo lì: dare speranza e ‘svegliare’ gli enti ad intervenire presto per la ricostruzione e riportare gli abitanti nelle loro terre. Probabilmente c’è troppa burocrazia che rallenta le opere di riqualificazione. In Giappone accadono terremoti di maggior entità, eppure riescono a ricostruire in fretta abitazioni e infrastrutture. Dovremmo, forse, prendere esempio da loro. Naturalmente alla celerità bisogna aggiungere la competenza, ricostruire bene. Le Marche sono delle terre straordinarie: dalla costa all’entroterra, regalano meraviglie. Voglio che la Regione torni a splendere”.

© Riproduzione Riservata.