BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Cinema, Televisione e Media

LIGABUE/ Due camei "impossibili" in Made in Italy (Che tempo che fa)

LIgabue presenta il docufilm sulla sua annata passata e la pellicola che uscirà a breve, Made in Italy. Di questo e altro se ne parlerà a Che tempo che fa. 

Ligabue (web)Ligabue (web)

L'INTERVISTA

Il 2017 di Luciano Ligabue è stato un anno molto particolare: da una parte le fortune del tour, dall'altra le "sfighe" dell'operazione. "Non ho potuto parlare per una settimana. D'altra parte, una vita così mi offre molti spunti utili". E se non fosse andata così? "A quest'ora, probabilmente, sarei Riko". Riko - o Riccardo - è un po' il suo alter ego, di cui Luciano parla con molto affetto: "Riko è un semplice operaio, che si trova a essere licenziato così, di punto in bianco". Qual è stato il regalo più bello ricevuto da Luciano Ligabue? "Senza dubbio un mini-proiettore. Lo ebbi all'età di sei anni, e forse è per questo che mi ritrovo regista". Nel finale, Fabio Fazio gli chiede una domanda "cattiva" da fare a Stefano Accorsi: "Ma sei bravissimo tu, con le domande cattive...". A quel punto, Kasia Smutniak tenta senza successo di soffocare una risata. "Un'ultima cosa: provate a trovarmi, in Made in Italy". I camei in questione sono due, e a detta di Ligabue sono davvero "impossibili". [agg. di Rossella Pastore]

LIGABUE A CHE TEMPO CHE FA

Grande annata per i fans di Luciano Ligabue. Il rocker di Correggio, infatti, darà ai suoi ammiratori parecchio materiale in questo gennaio 2018, visto che sono in arrivo due importanti novità. Di questo e altro Luciano Ligabue parlerà ai microfoni di Fabio Fazio, all'interno del fortunatissimo programma televisivo Che tempo che fa, in onda sui canali Rai. Prima di tutto ci sarà il documentario sull'annata appena passata che, a detta dello stesso rocker, 'è stata vissuta come su una montagna russa' e che sarà certamente apprezzata dagli ammiratori più sfegatati del cantante - scrittore e regista. Su quest'ultimo apsetto è importante sottolineare che il titolo del film in uscita, con lui stesso alla regia, si chiamerà Made in Italy. Il titolo è emblematico e rappresenta il rapporto di amore e odio che Luciano ha con il nostro Bel Paese, vissuto tra alti e bassi. Due novità assolute in una serata sola, tra documentari e film in uscita. Di questo e di altro il rocker parlerà a Fabio Fazio e ai milioni di telespettatori che seguono il popolare programma affianato da Luciana Littizzetto.

FILM IN USCITA PER LIGABUE

Made in Italy, lo abbiamo anticipato, è il nuovo film che uscirà in questo 2018 e che si ispira all'omonimo album del rocker emiliano. Tra gli attori presenti ci sarà un gradito ritorno di fiamma, visto che Stefano Accorsi farà parte del cast e, anzi, sarà il protagonista. Più di vent'anni fa lo stesso Accorsi recitava in Radiofreccia, la prima pellicola di Luciano Ligabue che ebbe un grandissimo successo di pubblico e che divenne un vero e proprio cult. Un film memorabile, insomma, a cui non fecero seguito altre prove dello stesso livello, in primis il deludente Da zero a dieci. Adesso il Liga ci riprova, sempre con Stefano Accorsi tra le fila, accompagnato dalla bellissima Kasia Smutniak, ex di Pietro Taricone. Al centro della vicenda ci sarà Riko che, in sostanza, altri non è che l'alter ego dello stesso Ligabue. Una sorta di doppione, che mette in scena il Liga in un'altra veste, più cinematografica e decisamente retrò. Al pubblico spetterà giudicare se il film sia ll'altezza di Radiofreccia, oppure no: difficile a credersi, ma una visione approfondita ci schiarirà certamente le idee.

© Riproduzione Riservata.