BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Cinema, Televisione e Media

Don Michele Barone/ Video Iene, 13enne esorcizzata: vescovo Spinillo, “da me tentativo di dialogo”

Una famiglia alle prese col demonio. A Le Iene su Italia 1 una ragazza denuncia: esorcismi sulla sorella minore da parte di Don Michele, specializzato in queste pratiche

Caso esorcismi a Le IeneCaso esorcismi a Le Iene

Una ragazza di 13 anni, Giada, viene sottoposta ad un esorcismo perché, secondo i suoi genitori e un prete, ha dentro di sé i demoni, avendo avuto contatti con la sorella omosessuale, Arianna. Protagonisti di questa vicenda il sacerdote di Casapesenna, don Michele Barone, e una famiglia casertana, residente nell'agro aversano. La vicenda è stata denunciata da Arianna, che ha fornito all'inviato Pecoraro diverse prove video relative al comportamento del sacerdote e dei suoi genitori. Il sacerdote si è sottratto ai microfoni e ha negato ogni accusa, mentre il vescovo Spinillo ha chiarito che aveva solo suggerito ad Arianna di ritirare la denuncia, quindi non voleva insabbiare la vicenda. All'indomani della messa in onda del servizio il vescovo è intervenuto per chiarire che voleva solo instaurare un dialogo tra le parti. “Dell'argomento si stava da tempo interloquendo con lo stesso sacerdote, allo scopo di evitare che continuasse ad usare modi e forme come quelli riportati nel servizio televisivo, e che non si facesse confusione sul senso della preghiera che, nella sua verità, non prescinde affatto dal percorso medico”. Infine, il vescovo Spinillo ha precisato, come riportato da Pupia Tv, “che non si è lasciata cadere l'attenzione sulla situazione e sullo stesso sacerdote”. (agg. di Silvana Palazzo)

VIDEO, IL SERVIZIO DE LE IENE: UNA FAMIGLIA ALLE PRESE COL DEMONIO

L'ESORCISMO SU UNA 13ENNE E LA DENUNCIA DELLA SORELLA

A Le Iene show viene messo in luce il caso di una ragazzina di 13 anni che sarebbe costretta a subire esorcismi a causa di alcune crisi che aveva iniziato a lamentare in tenera età. La ragazzina, di nome Giada (di fantasia) viene portata da un prete specializzato, Don Michele Barone, per ottenere una cura “spirituale” per le sue crisi, anche se è evidente, secondo un parere di uno psicologo interpellato dal programma, che il disagio sia psicologico e come soprattutto necessiti di cure mediche. Come la ragazzina sia completamente soggiogata, con il benestare dei genitori, appare evidente, e l’unica che cerca di far ragionare Don Michele è la sorella, chiamata Arianna dal programma, mal vista dalla famiglia e dallo stesso prete a causa della sua omosessualità. Nonostante Arianna si sia rivolta alla polizia, l’ispettore di polizia alla quale si è rivolta le ha detto di non denunciare ma di stare calma, in quanto seguace di Don Michele.

NESSUNO E' ANCORA INTERVENUTO

Anche il Vescovo ha invitato Arianna a ritirare la denuncia, ma durante un colloquio Le Iene lo hanno interpellato, e subito il religioso ha ritrattato quanto detto alla ragazza, sottolineando come la richiesta di ritirare la denuncia si stata solo “strategica”. L’inviato delle Iene alla fine decide di interpellare lo stesso Don Michele, che nega tutte le sue responsabilità, compreso il divieto per Arianna di vedere la sorella. Questo nonostante, durante il servizio, anche la madre di Arianna abbia ammesso come durante l’esorcismo Giada sia stata vittima di violenze da parte del prete. Il servizio si chiude raccontando come Arianna sia stata costretta a cambiare città dopo aver denunciato la storia, e come nessuno sia ancora intervenuto per aiutare Giada, ancora affidata alla famiglia e a Don Michele, che aveva diffidato il programma a mandare in onda quanto girato.

© Riproduzione Riservata.