BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Cinema, Televisione e Media

ELENA SANTARELLI E IL TUMORE DEL FIGLIO GIACOMO/ "La cosa peggiore è che non ero presente alla risonanza"

Elensa Santarelli, duro sfogo su Instagram: la showgirl rilascia un'intervista in cui parla del tumore del figlio e svela qual è stato il momento più brutto.

Elena Santarelli - Sfogo su InstagramElena Santarelli - Sfogo su Instagram

Continua a rispondere ai quesiti di mamme e papà in difficoltà Elena Santarelli, che da circa un anno sta vivendo il dramma più difficile per un genitore: quello di avere un figlio molto malato. Intervistata da Il Corriere della Sera, ha svelato dettagli inediti della scoperta della terribile diagnosi di suo figlio Giacomo: "La cosa peggiore è che non ero presente alla risonanza. - ha ammesso - Ero stata operata all’anca e avevo stampelle e dolori, è andato solo Bernardo, ma non avevamo sospetti, era un esame fatto per precauzione." Il racconto della Santarelli si fa più duro: "Quando mio marito è tornato a casa, gliel’ho letto in faccia. Sono andata in bagno e ho vomitato. Poi, mi sono messa a piangere in silenzio, per non farmi sentire da mio figlio. Giacomo mi ha chiesto di giocare alla Playstation e l’ho fatto. Ho passato la notte su Internet a cercare le parole del referto e a chiamare amici che conoscevano medici." (Aggiornamento di Anna Montesano)

"ECCO LA COSA PIU' BELLA DETTA DA GIACOMO"

Elena Santarelli ha svelato qual è la cosa più bella che le ha detto il figlio Giacomo. Nel rispondere alle domande dei suoi followers, la showgirl sta scatenando la curiosità di tutti che le rivolgono domande sulla sua vita privata e sul suo rapporto con il marito Bernanrdo Corradi. Le domande principali, però, riguardano proprio Giacomo. Una fan le ha chiesto qual è la cosa più bella che le ha detto e la risposta della Santarelli è stata: “che sono la mamma più gentile e più forte che c’è”. La showgirl, poi, spiegato di non poter rispondere a chi le chiede come sta il suo bambino. “Non rispondo a: come sta Jack? Perchè è difficile dare una risposta. E’ un bimbo normale che non soffre con un problema da risolvere. Ad ogni modo grazie per l’affetto”, scrive la showgirl. C’è anche chi spera di scoprire qual è il momento più bello che Elena ha vissuto con il marito Bernardo Corradi e la showgirl esaudisce il desiderio dei suoi fans rispondendo così: “una volta gli chiesi, dove mi porterai di bello? E lui rispose in sala parto perché sarai la mamma dei miei figli” (aggiornamento di Stella Dibenedetto).

"ECCO PERCHE' NON SVELE I SINTOMI"

Sono tante le domande a cui Elena Santarelli sta rispondendo su Instagram. Molte riguardano il tumore del figlio Giacomo di cui la showgirl continua a parlare per aiutare la ricerca. Tuttavia, la Santarelli non ha nessuna intenzione di svelare i sintomi che hanno spinto lei e il marito Bernardo Corradi a far sottoporre il bambino a tutti gli accertamenti del caso. “Mi sembra chiaro che non abbia voglia di scrivere quali siano stati i sintomi” – scrive Elena – “l’ho spiegato a Verissimo, si intende dall’intervista al Corriere di ieri. Sono sempre molto vaga. Ogni tumore a seconda dell’organo colpito ha i suoi allarmi. I tumori celebrali ne hanno altri. Non spetta a me fare allarmismo fra le mamme”, spiega la showgirl. La Santarelli, poi, conclude così la sua risposta: “se vai su siti di un certo tipo troverai la risposta che cerchi o che cercate. Io, al momento, non voglio rispondere a questa domanda”. Nel risponde ad altri quesiti, poi, Elena ha ringraziato ancora i medici e gli infermieri del Bambin Ges+ di Roma scrivendo che sono tutti nel suo cuore (aggiornamento di Stella Dibenedetto).

MI SONO SENTITA IMPOTENTE

Il 30 novembre 2017 è una data che Elena Santarelli e il marito Bernardo Corradi non dimenticheranno mai perché è stato quello il giorno in cui hanno scoperto che il figlio Giacomo, che compirà 9 anni fra pochi giorni, aveva un tumore. È così iniziata la lunga battaglia della showigirl e dell'ex calciatore, oggi allenatore, che dure ancora oggi. Elena non si è mai scoraggiata anche se, come svelato in un'intervista rilasciata al Corriere dell Sera, ha svelato che ci sono stati momenti davvero drammatici. "Il momento più brutto è stato quando, di notte, con la torcia, andavo a raccogliere i capelli di Giacomo dal cuscino, per non farglieli trovare al mattino. Quei momenti erano una pugnalata. - ha raccontato la Santarelli - Metti al mondo un figlio e vuoi proteggerlo, ma non sai che puoi sentirti così tanto impotente." (Aggiornamento di Anna Montesano)

LE RISPOSTE DELLA SANTARELLI AI FAN

Elena Santarelli risponde alle domande dei fans su Instagram. La showgirl, sempre molto attiva sui social, ha deciso di soddisfare la curiosità dei suoi followers svelando qualche dettaglio in più sulla sua vita. Le domande si concentrano soprattutto sul suo essere mamma. La showgirl rivela così di essere diventata mamma di Giacomo circa un mese prima di compiere 28 anni. Il suo bambino è nato il 22 luglio 2009 mentre lei compiva 28 anni il 18 agosto. Mamma anche della piccola Greta, c’è anche chi le chiede se abbia voglia di un terzo figlio. La showgirl, però, dichiara di non essere pronta per una terza maternità. “Avresti voglia di un terzo bambino o sei già troppo sfinita da questi due furetti?”, le chiede una followers. “Per ora no, non è il momento”, è la risposta di Elena che, per ora, vuole pensare alle cure di Giacomo senza trascurare la sua piccola Greta (aggiornamento di Stella Dibenedetto).

"IL MOMENTO PIU' BRUTTO E' STATO..."

Elena Santarelli parla apertamente del tumore che ha colpito il figlio Giacomo e lo fa in una lunga e toccante intervista rilasciata ai microfoni del Corriere della Sera. Nonostante stia cercando di rendere tutto normale per non far pesare la situazione al suo bambino, la showgirl rivela di aver vissuto dei momenti davvero difficili. Tra tutti, però, uno, in particolare, è stato il più brutto. “Il momento più brutto è stato quando, di notte, con la torcia, andavo a raccogliere i capelli di Giacomo dal cuscino, per non farglieli trovare al mattino" - racconta la showgirl - "Quei momenti erano una pugnalata. Metti al mondo un figlio e vuoi proteggerlo, ma non sai che puoi sentirti così tanto impotente”, ha spiegato Elena Santarelli alla giornalista Candida Morvillo. Con la forza che solo le mamma hanno, però, la showgirl non si è mai arresa e continua a nutrire la speranza che la malattia possa presto diventare un brutto ricordo. Quella che stanno affrontando la Santarelli, suo marito Bernardo Corradi e il loro bambino è la più grande battaglia di tutte che, speriamo, possano vincere molto presto (aggiornamento di Stella Dibenedetto).

"ECCO COSA E' ACCADUTO IN CASA NOSTRA"

Come cambia la vita di due genitori quando si ammala un figlio? Elena Santarelli sa bene quali sono le sensazioni, le difficoltà e tutto ciò che si prova di fronte ad un dramma simile. Ne parla in un'intervista rilasciata al Corriere: «I primi giorni, ci guardavamo in silenzio, ma gli occhi parlano ed erano gli stessi pensieri. - racconta la showgirl - Insieme ci impegniamo a far sentire la normalità a Giacomo. Quando mio figlio dice che è più veloce di me ad asciugarsi i capelli, penso che, se scherza, abbiamo fatto centro». Poi parla del presente e dichiara: «Ora cosa ci attende? Aspettiamo di sentirci dire che siamo a fine terapia. Non sarà presto. - così conclude - Il percorso è lungo, confidiamo di essere nell’80 per cento che si salva». La strada è lunga ma la forza è davvero tanta. (Aggiornamento di Anna Montesano)

LA RISPOSTA A CHI LA ACCUSA

In molti hanno accusato Elena Santarelli per l'aver parlato della malattia di suo figlio Giacomo. "Una cosa che doveva rimanere privata" secondo alcuni utenti del web. Una critica che non ha di certo fermato la Santarelli che, al Corriere, svela di non essersi pentita di come ha agito in questa delicata situazione. «Non mi sono pentita, ma non avevo messo in conto tante lettere di persone coi figli malati o morti. - ammette la showgirl - Mi trovo a dare coraggio agli altri, ma anche io sono ancora nel mezzo del dolore, per quanto sia forte e veda anche gli aspetti positivi, che poteva andare peggio, che non abbiamo problemi economici… A me le lacrime escono quando vedo gli altri bimbi coi papà lontani o che dormono in auto… Non mi piace quando mi scrivono che sono una grande mamma. C’è un esercito di mamme di pari forza e pure lontane da casa» tiene a sottolineare. (Aggiornamento di Anna Montesano)

"IN QUESTO PERIODO HO IMPARATO TANTO"

Elena Santarelli, nel corso di un'intervista rilasciata al Corriere, parla del tumore di suo figlio Giacomo e di quanto, le difficoltà susseguite, abbiano insegnato tanto al suo essere madre. «Mi hanno insegnato a comportarmi come se niente fosse. I primi giorni, stavo come una scappata di casa e non è da me. - ha dichiarato la showgirl - I bimbi sono astuti, ho capito che dovevo farmi la piega, mettere il solito rossetto, anche se mi sentivo giudicata, in ospedale, col rossetto. Ma ho fatto bene. Quando gli do un calcio nel sedere, bonariamente, non mi dice “mamma, ho il tumore”. La malattia non l’ha cambiato molto, ha solo perso i capelli. Ma sono stanca di chi mi dice “tanto è maschio”. Io ragiono con la sua testa e so che ne soffre. Mi strapperei i miei capelli per darli a lui». (Aggiornamento di Anna Montesano)

LO SFOGO DELLA SHOWGIRL

Intuito materno e lacrime, queste sono le parole chiavi usate da Elena Santarelli nella lunga intervista rilasciata a Il Corriere.it dove alza il velo sulla malattia del figlio Giacomo iniziando proprio dalla dura scoperta. All'epoca la showgirl era stata operata all'anca e non ha preso parte alla risonanza magnetica che lei stessa aveva fatto fare al figlio. Al ritorno a casa il marito Bernardo Corradi ha lasciato subito trasparire che quei risultati avrebbero cambiato la loro vita per sempre e così è stato, almeno per il momento. La Santarelli si è subito sciolta in lacrime ma nel buio della sua stanza, poi ha preso il coraggio a due mani e ha accontentato l'amato figlio giocando con lui alla Playstation e madando giù il rospo. Subito, quella stessa sera, ha preso in mano la situazione cercando di trovare una soluzione ma quando le si chiede perché il bambino ha fatto questo controllo lei rivela: "istinto materno" lo stesso che le donne mettono in atto quando il proprio figlio ha qualcosa che non va nei loro occhi o nel loro modo di agire. Questo potrebbe avergli salvato la vita, e adesso? (Hedda Hopper)

ELENA SANTARELLI SBOCCA SUI SOCIAL

Elena Santarelli sbotta su Instagram. La showgirl che, in questi giorni ha rilasciato un’intervista ai microfoni del Corriere della Sera, su Instagram Stories, ha pubblicato lo screenshot di un articolo in cui si parla di detta intervista. Il titolo, però, sarebbe fuorviante e, soprattutto, non corrisponderebbe alle vere dichiarazioni rilasciate dalla Santarelli. “Buongiorno, questo è un esempio di giornalismo fatto, scritto e pensato con i piedi. Non ho mai detto quello che c’è nel virgolettato, mai. Fanno questi strilloni per far cliccare la gente. Non vi cito perché siete vergognosi”, scrive la Santarelli che poi aggiunge – “A seguire, un esempio di articolo di giornale fatto bene, con parole vere e con una giornalista che sa fare il suo lavoro”. Ma cos’è che ha scatenato la rabbia di Elena Santarelli? A rivelarlo è lei stessa che pubblica il titolo dell’articolo in questione: “Il dramma di Corradi-Santarelli: nostro figlio sta molto male, ma combattiamo”. Parole che la showgirl non ha mai rilasciato al Corriere al quale, poi, vanno i ringraziamenti della stessa Elena per aver scritto e pubblicato un articolo assolutamente vero.

ELENA SANTARELLI: LE NUOVE DICHIARAZIONI SUL TUMORE DEL FIGLIO

Come tutte le mamme, Elena Santarelli sta cercando di non perdere la normalità della quotidianità. Nonostante la malattia del figlio, Elena fa di tutto per condurre e far condurre alla sua famiglia una vita serena. “io non ho mai trattato mio figlio da malato, gli ho sempre detto che, mentre si fanno le chemio, si studia e questo ha creato una normalità nella mia vita e nella sua”, ha dichiarato la showgirl al Corriere della Sera. Elena che ha deciso di parlare della malattia del figlio per infondere coraggio e speranze alle altre mamme che stanno vivendo la sua stessa situazione, ha poi aggiunto: “Non è detto che un tumore annienti la vita. Ogni caso è diverso, ma mio figlio corre, mangia, ride, ha una vita normale al 60-80 per cento. Vorrei che le mamme avessero speranza”. Elena, inoltre, ha raccontato di quanto sia stata difficile la prima sera in ospedale per non turbare la serenità del suo bambino a cui le cose sono state spiegate con calma. Piano piano, la famiglia ha ritrovato la sua normalità. La Santarelli, poi, che no ha mai pianto davanti a suo figlio, guardando al futuro dice: “Aspettiamo di sentirci dire che siamo a fine terapia. Non sarà presto. Il percorso è lungo, confidiamo di essere nell’80 per cento che si salva”.

© Riproduzione Riservata.