BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

MORTO FEBO CONTI/ Il conduttore televisivo di "Chissà chi lo sa", aveva 85 anni

E' scomparso all'età di 85 anni uno dei volti più noti della storia della televisione italiana. Febo Conti aveva condotto dal 1961 al 1974 il programma Chissà chi lo sa

Febo Conti Febo Conti

Morto Febo Conti, conduttore di Chissà chi lo sa - E' scomparso all'età di 85 anni uno dei volti più noti della storia della televisione italiana. Proprio il prossimo 25 dicembre giorno di Natale avrebbe compiuto 86 anni. Febo Conti era stato conduttore della televisione dei ragazzi del passato, quando esisteva in pratica solo la Rai e veniva seguita da generazioni di giovanissimi. Il programma che lo aveva reso celebre si chiamava Chissà chi lo sa, gioco a quiz di impostazione culturale nato nel lontano 1961. La frase con cui apriva il programma era diventata uno degli slogan televisivi più noti al pari con quelli di Mike Bongiorno. Conti infatti amava ripetere: "Squillino le trombe, entrino le squadre". Nato a Bresso (Milano) nel 1926 aveva cominciato la sua carriera lavorando par la Radio Svizzera italiana nel 1945 ma già durante la guerra aveva lavorato per la radio dei partigiani, Radio Italia del Nord. Ne 1948 entrò a lavorare a Radio Milano nella Compagnia teatrale della radio stessa: tra le sue scoperte, quelle di futuri talenti come Alighiero Noschese e Dario Fo. Nel 1954 approda alla Rai e quindi nel 1961 conduce Chissà chi lo sa. Si trattava del classico tele quiz rivolto però ai ragazzi di scuole medie che si sfidavano a due squadre alla volta Il vincitore si aggiudicava una enciclopedia che veniva assegnata alla scuola di appartenenza. Il programma era arricchito dalla presenza di ospiti speciali, tra i quali si ricordano nomi di prestigio come Fabrizio De André, Gino Bramieri e Paolo Villaggio fra gli altri. Il successo del programma fu tale che andò in onda per ben tredici stagioni consecutive, fino al 1974. Sembra che non esistano registrazioni del programma perché i nastri su cui veniva registrata vennero distrutti o riutilizzati. La regia del programma era di Cino Tortorella. Proprio nel 1974 dopo la trasmissione Circodieci Conti smise di lavorare alla Rai nella quale tornò solo per un breve periodo nel 1998-99 con una rubrica, I amo gli animali, all'interno del programma Ci vediamo in tv condotto da Paolo Limiti.