BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

È morto

FRANCESCO MANCINI/ E' morto l'ex calciatore e preparatore dei portieri del Pescara. Aveva 43 anni

E’ morto nella giornata di oggi Francesco Mancini, 43 anni, ex calciatore e preparatore dei portieri del Pescara Calcio, squadra di serie B allenata da Zdenek Zeman, di cui era collaboratore

Francesco Mancini con Zdenek Zeman (InfoPhoto)Francesco Mancini con Zdenek Zeman (InfoPhoto)

E’ morto nella giornata di oggi Francesco Mancini, 43 anni, ex calciatore e preparatore dei portieri del Pescara Calcio, squadra di serie B allenata da Zdenek Zeman, di cui era anche stretto collaboratore. Mancini se ne è andato nel pomeriggio di oggi, portato via probabilmente da un improvviso infarto avvenuto nella sua abitazione di via Gobetti, in pieno centro. Poco dopo le ore 17, la moglie dell’ex calciatore è rientrata in casa insieme ad un’amica, e ha trovato il marito agonizzante. Chiamato immediatamente il 118, i soccorsi sono giunti tempestivamente presso l’abitazione di Mancini, che però era già deceduto.  Francesco Mancini era nato il 10 ottobre del 1968 e, giocando come portiere, ha collezionato ben 240 presenze tra il 1991 e il 2001 in nove campionati disputati nel massimo campionato italiano. Ha cominciato la sua carriera nel Matera, la squadra locale in cui Mancini milita per tre stagioni nella serie C2. Passerà poi per un breve periodo al Bisceglie, per essere chiamato verso la fine degli anni Ottanta dal Foggia. Con questa maglia, Mancini vede arrivare in tre anni la massima serie, partendo dalla C1, disputando in totale nove stagioni di cui quattro in serie A. Nel 1991 la squadra viene promossa dopo una prodigiosa scalata dalla C1 e, nonostante l’arrivo dalla Reggina di Mauro Rosin, Mancini giocherà da titolare proprio grazie al suo allenatore, Zdenek Zeman, che crede in lui. Nel 1995 va poi in prestito alla Lazio, anche perché tra i biancocelesti si erano infortunati sia Marchegiani che Orsi, con cui colleziona sei presenze totali. Dopo essere tornato al Foggia e aver disputato l’ultima stagione con quella maglia, Mancini diventa titolare nel Bari, dove gioca per tre stagioni, dal 1997 al 2000, per poi passare al Napoli. Quella con la maglia partenopea è una stagione difficile, e la squadra finirà col retrocedere. Dal 2003 al 2005, Mancini veste la maglia del Pisa, in serie C1, per poi passare alla Sambenedettese, poi eliminata ai playoff dal Napoli Soccer. Nel 2005 passa al Teramo, e successivamente alla Salernitana, fino a tornare titolare nella stagione 2007/08 al Martina, in serie C1.