BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

È morto

JACK TRAMIEL/ E' morto l'inventore del Commodore 64 il primo personal computer

La scomparsa dell'inventore del computer Commodore 64, Jack Tramiel. Aveva 83 anni e fu l'uomo che introdusse il personal computer nelle case di milioni di persone

Jack TramielJack Tramiel

Jack Tramiel: nome non noto, ma notissimo il suo Commodore 64, il celeberrimo computer che conquistò il mondo negli anni Ottanta. Prima di Bill Gates, prima di Steve Jobs, Jack Tramiel fu l'uomo che rese il computer qualcosa di abbordabile e a portata di tutti, specialmente die giovanissimi, introducendo per la prima volta nell'uso comune di milioni di famiglie un oggetto che era stato fino ad allora soprattutto un oggetto sconosciuto, immaginato come un enorme cervello virtuale destinato spesso e volentieri a usi militari o scientifici. Oltre al Commodore 64 poi ricordiamo anche le sue altre invenzioni e cioè il Vic 20 e l'Atari. Jack Tramiel, cittadino americano, ma di origine polacca, è morto la domenica di Pasqua all'età di 83 anni. Era figlio di ebrei polacchi ed era sopravvissuto all'orrore del campo di sterminio di Auschwitz. Giunse in America nell'immediato dopo guerra. Qui cominciò a interessarsi e studiare informatica prima per conto dell'esercito, poi aprendo la sua ditta, la Commodore Inc. Il nome della ditta? Preso in prestito dal linguaggio militare: avrebbe infatti voluto chiamarla Admiral o Coronel, ma erano nomi già presi da altre aziende. Gli rimase il commodoro. Inizialmente la sua azienda si occupava di calcolatori elettronici, poi arrivarono prima il Vic 20, quindi il Commodore 64 e il modello 128. Il suo colpo di genio fu quello di praticare prezzi popolari abbordabili da tutti o quasi: Pc e Mac erano ancora beni di lusso. Nel 1984 però nonostante il grande successo commerciale passò alla ditta concorrente, l'Atari. Contemporaneamente crescevano i colossi Microsoft e Apple e la visione di Tramiel risultò superata e ci si dimenticò di lui e dei suoi computer. Senza di lui però il computer stesso non sarebbe diventato quell'oggetto così popolare che oggi tutti conoscono. Di fatto la commercializzazione del Commodore si interruppe solo nel 1993: sua caratteristica era un grosso schermo violaceo e una tastiera squadrata dalle grosse dimensioni. Oggetti che oggi sembrano obsoleti, e lo sono, ma che ai tempi erano estremamente popolari.