BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

JIM MARSHALL/ E' morto l'inventore dell'amplificatore rock, "The father of loud"

Jim Marshall, 89 anni, è morto. Fu l'ideatore e l'inventore dell'amplificatore pià amato e preferito da generazioni di musicisti rock, l'amplificatore Marshall

Jim Marshall Jim Marshall

Jim Marshall leggendario inventore dell'amplificatore per chitarre omonimo,è  morto oggi. Proprio nel 2012 si ricordano i 50 anni dalla sua invenzione che ha cambiato il corso della musica moderna: tanto popolari diventarono infatti gli amplificatori da lui ideati che si finì per chiamarli semplicemente "Marshall". Era infatti il 1962 quando l'imprenditore inglese (era nato a Londra il 29 luglio 1923) diede vita alla sua società Marshall Amplification. Secondo le ricostruzioni dell'epoca, sarebbero state due future stelle della chitarra rock a chiedergli personalmente di sviluppare un amplificatore in grado di sostenere un suono sempre più potente, come la nuova musica richiedeva, e cioè il futuro chitarrista dei Deep Purple Ritchie Blackmore e il futuro chitarrista degli Who Pete Townshend. Marshall infatti aveva un negozio di strumenti musicali e dischi molto frequentato dai futuri eroi del rock. Ingegnere elettronico, Marshall aveva inizialmente ideato un microfono per i cantanti in grado di stare sopra il suono della batteria; era anche un provetto batterista e insegnò lo strumento a futuri personaggi come ad esempio Mitch Mitchell che avrebbe suonato con Jimi Hendrix. Fino all'avvento dei suoi amplificatori, i chitarristi e i bassisti usavano gli amplificatori di produzione americana Fender,  ma erano molto costosi. Marshall sfidò l'azienda americana finendo per avere quasi il monopolio dell'amplificazione strumentale per molti anni. Celebri sono le immagini di gruppi rock degli anni 60 che suonano davanti a quelli che venivano definiti muri di amplificatori Marshall. Questi amplificatori oltre a esigenze tecniche, finirono per sviluppare un suono chitarristi originale e caratteristico: la definitiva caratterizzazione del "suono Marshall" avviene con l'adozione di circuitazione a valvole nella serie denominata "Plexi", nome dovuto al rivestimento in plexiglas del pannello frontale. Si trattava di amplificatori valvola sostituiti poi con quelli a transistor. Uno dei massimi sostenitori di questo tipo di amplificatori fu certamente Jimi Hendrix che ne ottenne sonorità straordinarie e uniche nel panorama della musica rock.