BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

MORTO ANDREA CRISANTI/ Scomparso lo scenografo di Leone, Monicelli, Taviani e altri grandi del cinema

È morto ieri sera a Roma, all'età di 76 anni, Andrea Crisanti, preside e docente responsabile da molti anni del corso di Scenografia della Scuola Nazionale di Cinema.

Andrea Crisanti (Infophoto) Andrea Crisanti (Infophoto)

Lutto nel mondo del cinema, in particolare della scenografia. Si è spento a Roma Andrea Crisanti, aveva 76 anni; il decesso di uno dei più grandi artisti italiani del grande schermo è avvenuto ieri sera a Roma. Romano di nascita, Andrea Crisanti si è specializzato in scenografia presso l'Accademia di Belle Arti, e inizia la sua prestigiosa avventura professionale nella cinematografica come secondo assistente di Mario Garbuglia per il film La grande guerra di Mario Monicelli, prodotto del 1959. Nella sua carriera ha realizzato indimenticabili scenografie per Uomini contro, Il caso Mattei, Cadaveri eccellenti, Cristo si è fermato a Eboli, Tre fratelli, Cronaca di una morte annunciata, Dimenticare Palermo, La tregua, film diretti da Francesco Rosi. Ha collaborato con Sergio Leone per le scene di Giù la testa, con Marco Bellocchio per Salto nel vuoto e Diavolo in corpo, con Giuseppe Tornatore per il film Oscar Nuovo cinema Paradiso, Stanno tutti bene, Una pura formalità. E è proprio con questo film che Andrea Crisanti ha vinto il David di Donatello. La sua carriera di scenografo prosegue al fianco di Michelangelo Antonioni oer Identificazione di una donna e di Andrej Tarkovskij per Nostalghia. Tra i premi e i riconoscimenti assegnati ad Andra Crisanti: nel 2002 vince il Nastro d'Argento per le scenografie del Consiglio d'Egitto di Emidio Greco. Negli scorsi anni ha realizzato le scenografie per La finestra di fronte, Cuore Sacro, con cui ha vinto un altro David di Donatello come miglior scenografo, e Mine Vaganti di Ferzan Ozpetek, ha progettato le scene per Michele Soavi per il film Arrivederci amore, ciao! e Il sangue dei vinti, per i fratelli Taviani (“reduci” dal David di Donatello) in La masseria delle allodole, per Theo Anghelopulos nel lungometraggio La polvere del tempo. Andrea Crisanti è stato costumista e scenografo anche di numerosi spot pubblicitari. Andrea Crisanti nel 1990 ha iniziato sua attività di docente al Centro Sperimentale di Cinematografia e nel 2010 è diventato preside della Scuola Nazionale di Cinema. Continua alla pagina seguente 


IN EVIDENZA