BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

MORTO RAY BRADBURY/ La scomparsa dell'autore di Fahrenheit 451 e Cronache marziane

E' morto Ray Bradbury famoso autore di libri di fantascienza ma non solo. Si ricorda soprattutto il romanzo Fahrenheit 451 che tratta il tema della libertà di pensiero 

Foto Infophoto Foto Infophoto

A 91 anni di età si è spento uno dei maggiori scrittori di romanzi di fantascienza, tanto per citarne due dei più conosciuti Fahrenheit 451 e Cronache marziane. Si è spento stamane a Los Angeles dove viveva. Era nato nello stato dell'Illinois nel 1920, la madre era di origine svedese. A metà degli anni trenta in piena era della grande depressione per cercare lavoro la famiglia si trasferisce in California. In questo ambiente il giovane Ray conosce il mondo della fantascienza a cui resterà legato per tuta la vita, contribuendo a farne un genere conosciuto e amato in tutto il mondo. Inizia infatti a scrivere racconti molto giovane, dedicandosi inizialmente anche al genere poliziesco. Quindi nel 1950 pubblica tutti innsieme i suoi racconti di fantascienza scritti fino ad allora nel volume Cronache marziane che diventano un immediato best-seller a livello mondiale. Ancora oggi sono considerate tra le migliori nel loro genere. Ma è del 1951 quello che è considerato il suo capolavoro, Fahrenheit 451, da cui sarà tratto un film che godrà di grande successo per la regia di Francois Truffaut. La grandezza di questa opera non è solo legata all'ambientazione fantascientifica, anzi, ma all'alto contenuto civile. Si narra infatti diun società del futuro, ambientata negli anni sessanta, dove leggere libri è un reato. E' un ovvio riferimento alla libertà di stampa e di pensiero, del tipo di quello espresso da Orwell nel suo 1984. I riferimenti sono anche a recenti dittature come il nazismo. Infatti anche in questa società del futuro un corpo apposito di vigili del fuoco è incaricato di dare alle fiamme tutti i libri che trova. Il titolo del libro fa riferimento ai gradi della temperatura di autocombustione della carta. In realtà, 451 è anche il numero sull'elmetto del pompiere Montag, protagonista del libro. Negli anni a seguire diventerà anche sceneggiatore cinematografico lavorando al celebre Moby Dick di John Houston. Continuerà tuttavia a scrivere romanzi per lo più di ambientazione fantascientifica.


IN EVIDENZA