BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

MORTO ROMANO BATTAGLIA/ Scompare un uomo di cultura e di televisione

La Versiliana piange uno dei suoi più noti e amati animatori e conduttori. Dopo una breve malattia Romano Battaglia nella sua abitazione a Marina di Pietrasanta, dove era nato nel '33

Romano Battaglia con Tony Negri (Infophoto) Romano Battaglia con Tony Negri (Infophoto)

Dramma per il mondo della televisione e della cultura italiana. La Versiliana non avrà più il suo Romano Battaglia. Battaglia, che avrebbe compiuto 79 anni il prossimo 31 luglio è morto questo pomeriggio a Marina di Pietrasanta (Lucca), dove era nato nel 1933. A dare la triste notizia alla popolazione locale, della Toscana e dell’Italia intera è stato Domenico Lombardi, sindaco di Pietrasanta. Lombardi, in accordo con i familiari, ha atteso la fine dell'incontro odierno al Caffè della Versiliana per dare l’annuncio. Battaglia è deceduto nella sua abitazione dopo una breve malattia.

Giornalista (iniziò giovanissimo per la Rai come inviato speciale per poi curare diverse rubriche) e scrittore (di lui si ricordano diverse opere letterarie e romanzi ma anche libri per ragazzi e raccolte di poesie), per anni è stato animatore e conduttore de 'La Versiliana', kermesse di eventi aperti al pubblico (spettacoli, concerti, rappresentazioni teatrali) che si svolge presso l’omonima villa (Villa Versiliana) situata a Marina di Pietrasanta. Da quello che era uno dei più famosi “salotti estivi”, la Versiliana appunto, sono passati attori e cantanti, scrittori (primo su tutti Gabriele D’Annunzio), registi che hanno fatto la storia italiana, e anche politici della prima e della seconda Repubblica. 

Dopo un inizio in veste di attore, negli anni '60 Battaglia divenne corrispondente per la Rai, anche conducendo rubriche televisive come Tv Sette, Cronache italiane, Tg l'una, A Nord a Sud e Bell'Italia. Battaglia ha ricevuto diversi premi lungo tutta la sua vita e carriera quali il premio Bancarella, il premio WWF Posidone, il premio Cypraea e il premio Levanto.

Numerosissimi e immediati i saluti commossi della gente su twitter. I più ricordano in 140 caratteri qualche sua citazione. Ecco alcune delle più riprese: “Per essere sereni, bisogna conoscere i confini delle nostre possibilità, e amarci come siamo”; “ll tempo è come un fiocco di neve, scompare mentre cerchiamo di decidere cosa farne”; “Quando la felicità ci viene incontro non è mai vestita come pensavamo. Spesso ci passa accanto silenziosa e non sappiamo riconoscerla”.


IN EVIDENZA