BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

È morto

ANGELO RIZZOLI/ E' morto a Roma l'ex produttore cinematografico

E’ morto all’età di 70 anni Angelo “Angelone” Rizzoli, imprenditore e produttore figlio del presidente dell'omonima casa editrice, Andrea Rizzoli. Soffriva di sclerosi multipla.

Angelo Rizzoli (InfoPhoto)Angelo Rizzoli (InfoPhoto)

Angelo Rizzoli, imprenditore ed ex produttore cinematografico, figlio del presidente dell'omonima casa editrice e coinvolto in numerose vicende giudiziarie, è morto a Roma al Policlinico dove era ricoverato per una grave forma di sclerosi. Nato a Como il 12 novembre del 1943, scopre la malattia all’età di 18 anni. Cinque anni dopo si laurea in Scienze politiche all'Università di Pavia e successivamente ottiene la specializzazione in Media and communications alla Columbia University di New York, mentre nel 1971 entra nel consiglio di amministrazione dell'azienda di famiglia, all'età di 28 anni. Nel 1978 eredita la presidenza del gruppo, subentrando al padre, ma deve fare i conti con un pesante indebitamento, causato in parte dall’acquisto, avvenuto il 12 luglio 1974, del Corriere della Sera. Nel giro di pochi anni cede al Banco Ambrosiano il controllo del Gruppo Rizzoli-Corriere della Sera, senza però far sapere niente all'opinione pubblica, ma quando scoppia la bufera della Loggia P2, tra i quali iscritti c'è anche lui, viene arrestato insieme al fratello Alberto e Bruno Tassan Din, il direttore generale, per bancarotta patrimoniale societaria in amministrazione controllata. Angelo Rizzoli rimane in carcere poco più di un anno, durante il quale il padre muore di infarto. Anche la sorella minore, appena diciottenne eppure indagata, cade in depressione e si suicida nel 1987, a 22 anni. Tutti i beni di Angelo Rizzoli vengono sequestrati e ceduti a un prezzo molto inferiore al loro valore di mercato. Alla fine, nel 1985, Rizzoli verserà 4 miliardi di lire alla nuova proprietà del gruppo editoriale per saldare ogni debito. Negli anni novanta ha infine ripreso la sua attività di produttore cinematografico e televisivo, con una società che oggi fattura circa cinquanta milioni di euro all'anno.

© Riproduzione Riservata.
COMMENTI
12/12/2013 - Pace alla sua anima (Francesco Giuseppe Pianori)

Dio ha sicuramente più misericordia di quanto ne hanno avuta gli uomini nei confronti di Angelo Rizzoli, "derubato" di tutti i suoi beni nella vicenda della vendita del Corriere della Sera, a favore di gente "sconosciuta" e "per bene". Dio abbia misericordia anche di noi, italiani soggetti alle stesse manovre di potere di gente "perbene". Massone o no, Dio abbia pietà di Angelo Rizzoli. Riposi in pace.